Page 5 of 5

FUSION DI CILIEGIA E COGNAC

panna cotta

Ingredienti:

Per la panna cotta:

400 ml panna fresca da dolci non zuccherata

300 ml latte intero

2 cucchiai di zucchero di canna

2 fogli e mezzo di colla di pesce

1 cucchiaio di miele millefiori

1 cucchiaio e mezzo di cognac

2 cucchiai di yogurt alla ciliegia

8 stampini da panna cotta

Per la salsa di accompagnamento: (dose per 2 fusion)

La salsa di accompagnamento va preparata al momento di servire i fusion, pertanto le dosi sotto riportate sono per due dolci, nel caso doveste servirne di più raddoppiate gli ingredienti:

1 cucchiaio e mezzo di miele millefiori

2 cucchiaini da caffè di latte intero

2 cucchiaini di cognac

1 cucchiaino raso di zucchero di canna

Procedimento:

Per prima cosa, procedete ad ammollare i fogli di colla di pesce lasciandoli a bagno in acqua fredda per circa 10 minuti.

Versate in una casseruola la panna, il latte, lo zucchero, il miele, il cognac e lo yogurt.

Strizzate bene la colla di pesce ed aggiungetela agli ingredienti nella casseruola.

Mescolate ed accendete il fuoco basso, tenete mescolato finchè non arriva a bollore.

Mescolate ancora per 1 minuto e togliete dal fuoco.

Procedete a versare il composto negli stampini e fateli raffreddare, poi riponeteli in freezer per almeno 6 ore.

Al momento di servire i fusion procedete in questa maniera:

Prendete i dolci dal freezer e preparate un contenitore con acqua bollente.

Senza scottarvi, immergete (senza bagnare la parte sopra dei dolci) gli stampini tenendoli per i bordi poi capovolgeteli sui piatti di portata.

Preparate ora la salsa di accompagnamento:

Versate in una piccola casseruola il miele, il latte, il cognac e lo zuccero di canna.

Mescolate ed accendete il fuoco molto basso, tenete mescolato e non appena si formano delle bollicine ai lati del composto nella casseruola, spegnete e togliete dal fuoco.

Ora versate la salsa sui fusion e servite 🙂

 

TORTA VANIGLIATA CON GOCCE E SCAGLIE DI CIOCCOLATO

torta vanigliata

Ingredienti:

150 gr farina 00

150 gr amido di mais (maizena)

250 gr zucchero di canna

3 uova

140 gr olio di semi

3 cucchiai di latte

1 vasetto (250 gr) yogurt alla vaniglia

1 bustina lievito per dolci

1 pizzico di sale

gocce e scaglie di cioccolato a piacere

burro e farina per lo stampo

1 stampo a cerniera

Preparazione:

Iniziate accendendo il forno a 180° funzione ventilato.

Sbattere i tuorli delle uova con lo zucchero ottenendo un impasto spumoso e cremoso.

Aggiungete due cucchiai di latte e incorporate la farina setacciata con l’amido di mais.

Unite l’olio di semi e l’ultimo cucchaio di latte e amalgamate il tutto aggiungendo lo yogurt alla vaniglia.

Montate a neve ben ferma le chiare d’uova ed unitele al composto mescolando dal basso verso l’alto.

Unite il pizzico di sale e la bustina di lievito mescolando con cura.

Versate l’impasto nella tortiera imburrata ed infarinata.

Spolverizzate la superficie dell’impasto con gocce e scaglie di cioccolato a vostro piacere.

Infornate a 180° per circa 30-35 minuti.

Questa torta é ideale per la colazione con una bella tazza di latte e per merenda con un buon “English Tea”.

Per i più piccini potete farcirla con una generosa dose di nutella 🙂 GNAMMM

Torta di mele aromatizzata al vino bianco e cannella

torta mele

Ingredienti:

200 g farina manitoba

100 g zucchero di canna

150 g burro

3 Mele

3 Uova

1 Lime

1 bicchiere di vino bianco (suggerisco un pinot grigio)

1 bustina di lievito per dolci 

Un pizzico sale fino

2 cucchiai di zucchero di canna per la guarnizione

Cannella in polvere per la guarnizione

Preparazione:

Vi propongo la mia rivisitazione di una torta di mele in chiave “per Bacco”.

Iniziate sbucciando le mele, tagliatele a fette e spruzzatele con il succo del lime.

Nel mixer mettete il burro a temperatura ambiente, (tagliato a pezzi), lo zucchero e montate fino ad avere un composto morbido e spumoso.

Aggiungete la scorza del lime, le tre uova e successivamente la farina manitoba precedentemente setacciata insieme alla bustina di lievito.

Aggiungete il pizzico di sale ed il bicchiere di vino e mescolate.

Versate il composto nella tortiera rivestita di carta da forno e disponete le fette di mela su tutta la superficie della torta.

Spolverizzate con due cucchiai di zucchero di canna e con la cannella a piacere.

Infornate a 180° per circa 45 minuti.

 Potete accompagnare questa torta con una bottiglia di Colli Orientali del Friuli “Picolit”.

LA CHEESECAKE DELLA MONY

LA CHEESECAKE DELLA MONY

cheesecake della Mony

Ingredienti:

450 g ricotta di vacca

350 g formaggio morbido

230 g biscotti secchi al cioccolato

80 g nocciole tritate

80 g burro freddo

4 uova

40 g maizena

260 g zucchero

1 lime

guarnizione al cioccolato già pronta all’uso

tortiera a cerniera

Ciao, oggi vi propongo la mia variante alla classica cheesecake, sicuramente più golosa e anche più appetitosa per i bimbi.

I biscotti da utilizzare sono proprio quei biscotti secchi al cioccolato che solitamente si “dimenticano” nella dispensa.

Iniziate frullando i biscotti secchi nel mixer iniseme al burro a pezzetti e alle nocciole.

Versate il composto nella tortiera foderata con carta da forno e mettete in frigorifero per almeno un’ora.

Nel frattempo mettete nel mixer la ricotta insieme al formaggio e frullate. Unite la maizena, le uova intere, lo zucchero, la scorza del lime e due cucchiai del suo succo.

Versate il composto nello stampo con la base di cioccolato (fate attenzione che la carta da forno ricopra anche i bordi dello stampo).

Livellate e mettete in forno (io uso l’opzione ventilato) a 150 C° per almeno un’ora.

Negli ultimi 5 minuti se volete dare più colore alla superficie della cheesecake, utilizzate la funzione ventilato + grill.

Una volta tolta la cheesecake dal forno e fatta raffreddare, posizionatela nel frigorifero e lasciatela raffreddare per minimo un’ora.

Al momento di servire, trasferite la cheesecake sul piatto da portata e decoratela con la guarnizione al cioccolato (ne vendono diversi nei supermercati).

Vi consiglio come accompagnamento uno spumante dolce come il Bracchetto d’Acqui. (non per i bimbi però !!! )