AUTOCHTONA 2016

 

autochtonaview6

Ciak, motore, azione … Buona la prima, la seconda, la terza … e … ottima la 13^ edizione di Autochtona che si è svolta il 24 e 25 ottobre presso la fiera della stupenda città di Bolzano, con oltre 1.200 presenze per 120 produttori provenienti da 15 diverse regioni italiane e ben 480 etichette autoctone !

Caratterizzata da prestigiose aziende vinicole e dal sapore di “artigianalità evoluta” Autochtona2016 si è svolta in un contesto professionale palpitante di novità,  di piacevoli dissertazioni “alcoliche” e di grande entusiasmo !!

Si è conclusa così una splendida manifestazione, ottimamente organizzata, a testimonianza della grande biodiversità del nostro “Bel Paese” in fatto di vini e di produzioni altamente qualificate.

Grande plauso per i vincitori della rassegna “Autoctoni che passione !” di questa edizione :

Miglior vino bianco“: Colli Tortonesi Doc Timorasso Cantico 2014 di Azienda Agricola di Giovanni Daglio
Miglior vino rosato“: Marche Rosato IGT Pinkonero 2015 di Angeli di Varano
Miglior vino rosso“: Valpolicella Ripasso Doc San Giacomo 2014 di Villa Mattielli
Migliori bollicine“: Christian Bellei, Millesimato 2012, Metodo Classico di Cantina della Volta
Miglior vino dolce“: Malvasia di Castelnuovo Don Bosco Doc Gilli 2015 di Cascina Gilli
Premio terroir“: Alto Adige Doc Schiava Grigia Sonntaler 2015 di Kellerei Cantina Kurtatsch

Sono stati invece incoronati per i migliori Lagrein:

Miglior Lagrein“: Alto Adige Doc Lagrein 2015 di Untermoserhof
Miglior Lagrein rosato“: Alto Adige Doc Lagrein Rosé 2015 di H. Lun
Miglior Lagrein Riserva“: Alto Adige Doc Lagrein Riserva Taber 2014 di Cantina Bolzano

Ovviamente non ho resistito e, con mia grande gioia, ho assaporato la maggior parte delle etichette presenti ! 🙂 Lasciando le disquisizioni “tecniche” a chi di competenza, (Gambero Rosso e Il Sole 24 ore-food 24), le mie preferenze si sono indirizzate a vini rossi “corposi”, vini rosati e ovviamente ai vini bianchi.

Della prima categoria, Vi voglio consigliare un eccellente, e non trovo altro termine per descriverlo, Refosco dal Peduncolo Rosso 2012 den. Doc. dell’azienda vinicola Vigna Traverso di Ornella Molon http://www.vignatraverso.it/vini-rossi/refosco/ . Si tratta di un vecchissimo vitigno autoctono friulano, un vino con un aroma inconfondibile, molto ampio e corposo con  gradazione alcolica di 13,50% vol., che ben si presta a pietanze di carne tipiche di questa regione.  Che dire, sono rimasta estasiata !!! 🙂

Della seconda categoria (ma solo in ordine cronologico), ho invece degustato un ottimo rosè, il Rubicone rosato Rosalaura Sangiovese 2015 den. igt della Tenuta Colombarda http://www.colombarda.it/  (medaglia d’argento al concorso internazionale Mondial du Rosè 2016). Un vino profumato, fruttato e delicato che si addice particolarmente al pescato, anche grigliato, e ai formaggi leggeri. Una delizia per il mio palato 🙂 🙂

Passando invece ai bianchi, sono rimasta folgorata da un pigato strepitoso, Il Pigato Rlp. 2015 della Azienda agricola ligure Cascina Nirasca http://www.cascinanirasca.com/it/pigato.htm, un bianco fruttato e floreale che ben si sposa con la tradizione ligure, il Pesto 🙂 🙂

Potrei scrivere per ore e ore senza riuscire a dettagliare gran parte delle etichette presenti, né tantomeno gli intensi quanto sorprendenti sapori … !

 Insomma ad Autochtona bisogna andarci; non importa che siate profani o provetti Sommelier,  magari anche solo per “premiare” con la vostra attenzione, la volontà e la determinazione delle aziende vinicole nella salvaguardia e promozione dei vigneti autoctoni che rendono preziosa ed unica la nostra amata terra !

Vi lascio con una galleria di fotografie e non perdetevi la prossima edizione di Autochtona il 16 e 17 ottobre a Bolzano ! 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Annunci

Autochtona arrivo :-)

autochtona

Ci siamo quasi !!! 🙂

Nonsolocucinando sarà presente alla Fiera Autocthona che si svolgerà da lunedì 24 a martedì 25 ottobre a Bolzano.

Oltre 1.000 presenze e 100 produttori vinicoli provenienti da ben 16 differenti regioni d’Italia, paese primo al mondo per biodiversità. Tra le moltissime varietà sconosciute al pubblico come il “Semidano”, proveniente dalla Sardegna, oppure “Invernenga”, antica varietà bresciana o ancora tanti rarissimi vini.

Da non perdere assolutamente il concorso “Autoctoni che passione!”, coordinato dal giornalista Pierluigi Gorgoni,  che chiuderà la manifestazione con la consegna degli ‘Autochtona Award’:        I vini saranno degustati da una giuria composta da esperti italiani e stranieri, che assegnerà gli awards ai migliori per ciascuna categoria oltre alla consegna del più importante riconoscimento “Premio Speciale Terroir”.

Mi fermo qui … altrimenti vi svelo tutto 🙂
Nel frattempo date un’occhiata alla web page della Fiera: http://www.autochtona.it e alla pagina facebook: http://www.facebook.com/Autochtona
Colgo l’occasione per ringraziare vivamente Autochtona per avermi invitato a questo evento che si prospetta ricco di emozioni ! 🙂

Curiosi ? 🙂 🙂
Non perdetevi il reportage del dopo fiera !!!
naturalmente su questo blog e su Facebook :  https://www.facebook.com/nonsolocucinando/