Page 2 of 4

Cannelloni di Magro

cannelloni farciti di ricotta e spinaci al forno
Cannelloni di magro

Eccoci qui con un’altra ricetta, un primo piatto conosciutissimo amato al pari delle lasagne al forno. Di solito si preparano in due versioni, di magro quindi farciti con ricotta e spinaci oppure con il ragù. Io preferisco i cannelloni di magro perché sono più delicati e perché ci sono anche le verdure 🙂

E’ di facile realizzazione, potete anche preparare la farcia e la besciamella prima per esempio il pomeriggio per la sera e poi assemblare la ricetta e mettere in forno per la cottura.

Con questi ingredienti si ottengono 20 cannelloni, una porzione abbondante per 4 persone 🙂

Ingredienti:

1 kg. spinaci in foglie (freschi oppure congelati)

250 gr. ricotta vaccino

500 ml. besciamella preparata in precedenza

1 uovo

1 cucchiaio da tavolo di olio evo per la farcia

70 gr. Grana Padano grattugiato

10 sfoglie di pasta fresca (quella utilizzata per le lasagne)

q.b. sale fino

q.b. pepe

q.b. burro per la gratinatura e per la sigillatura dei cannoli

q.b. formaggio Gruviera grattugiato per la gratinatura

q.b. aromi misti (erbe di Provenza)

4/ 5 foglioline di salvia fresca

Preparazione:

Iniziate con mettere a bollire gli spinaci per circa 10 minuti se freschi oppure 15/20 minuti se surgelati. Per la besciamella potete vederne la preparazione nella ricetta delle lasagne ricche  https://nonsolocucinando.com/2015/01/29/lasagne-ricche/ oppure il video su You Tube 🙂 https://www.youtube.com/watch?v=tDx51Ni0x9Q

Quando gli spinaci saranno cotti, scolateli e fateli raffreddare.

Prendete un contenitore capiente e ponete gli spinaci strizzati, l’uovo sbattuto, la ricotta, il sale, il pepe (oppure una grattuggiata di noce moscata), il formaggio Grana Padano grattugiato, gli aromi misti e il cucchiaio di olo evo. Amalgamate bene il tutto e assaggiate per capirne la sapidità.

Accendete il forno funzione sopra e sotto (statico) a 180° e preparate i cannelloni:

Su un piano di lavoro stendete la prima sfoglia di pasta e con l’ausilio di un coltello oppure di una rotella tagliate la striscia a meta per l’altezza in modo da avere due rettangoli. Ponete più o meno al centro del primo rettangolo un po’ di farcia e rotolatelo su se stesso avendo cura di spennellare di burro l’ultimo pezzo di pasta per sigillare bene il cannellone. Ripetete l’operazione per tutte le sfoglie.

preparazione dei cannelloni

Glassate il fondo della teglia da forno con parte della besciamella. Adagiate i cannoli e copriteli con la besciamella. Cospargete con una dose generosa di formaggio Gruviera grattugiato, adagiate qualche ciuffetto di burro e le foglioline di salvia.

Infornate e cuocete per circa 20/25 minuti avendo cura di gratinare gli ultimi 5 minuti di cottura.

Servite ed accompagnate con buon vino rosato 🙂

 

 

 

 

Annunci

Cavatelli Iberici

Finalmente l’estate è arrivata e con essa anche la voglia di mare soprattutto in cucina ! 🙂

Quindi vi propongo una ricetta di pesce, semplice e gustosa che ricorda nei suoi aromi la penisola iberica 🙂 Le cozze sono volutamente congelate per poter ridurre i tempi ma     consiglio di comprarle fresche e già pulite e di farle aprire in un tegame con un goccio di olio. Dopodiché potete procedere come da ricetta.

Ingredienti per 4 pp.:

500 gr. Cavatelli Freschi

500 gr. Cozze sgusciate congelate

2 Peperoncini dolci gialli

2 Peperoncini dolci rossi

2 Cucchiai di olive taggiasche dop denocciolate sott’olio

6 pomodorini non troppo maturi

1 spicchio d’aglio in camicia

1 bicchiere di vino bianco secco

q.b. peperoncino essiccato

q.b. olio evo

q.b. prezzemolo fresco tritato

Procedimento:

Mettete l’acqua per la pasta a bollire. Nel frattempo in un largo tegame versate 2 cucchiai da tavola di olio evo, unite il peperoncino essiccato a piacere e lo spicchio d’aglio in camicia.

Quando sfrigola aggiungete le cozze ancora surgelate, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco secco e dopo aver fatto evaporare, abbassate la fiamma e cuocete per 10 minuti circa.

Nel frattempo pulite e tagliate a listarelle i peperoncini e i pomodorini a spicchi. Unite il tutto alle cozze aggiungendo anche le olive. Regolate di sale e portate a cottura per altri 10-12 minuti.

Quando i cavatelli sono cotti, scolateli e aggiungeteli nel tegame con le cozze.

Saltate per 2 minuti, poi spegnete il fuoco e spolverate con il prezzemolo fresco 🙂

 

 

 

 

 

 

Spaghettoni con tonno fresco al sentor di Tirreno

Ormai è primavera e le temperature finalmente si sono alzate, il sole ha fatto capolino e la voglia di mare aumenta 🙂 Quindi anche la cucina si veste di profumi estivi e con questa ricetta partiamo con il piede giusto, il tonno fresco è l’ingrediente magico per un primo piatto con i fiocchi ! 🙂 Bando alle ciance e andiamo a cucinare 🙂

Ingredienti per 4 pp:

200 gr. Tonno fresco

400 gr. spaghettoni di Gragnano

2 spicchi d’aglio spelati

1 manciata capperi toscani sotto sale sciacquati

6 pomodorini sardi

2 peperoncini secchi

1 manciata generosa di olive toscane

1 cucchiaino di triplo concentrato di pomodoro

q.b. olio evo

q.b. sale grosso

q.b. sale fino alle erbe

q.b. pepe

mezzo bicchiere di vino bianco secco

q.b. prezzemolo fresco

Procedimento:

Mettete a bollire l’acqua salata per gli spaghettoni. Tagliate quindi a dadini il tonno fresco e quando l’acqua bolle, buttate gli spaghettoni e portate a cottura per 14 minuti.

In un tegame unite abbondante olio evo, gli spicchi d’aglio, i capperi, i peperoncini spezzettati e rosolate. Aggiungete poi i cubetti di tonno e saltate. Sciogliete il concentrato nel vino bianco e, quando il tonno è rosolato, sfumate ben bene. Quando l’alcol del vino è evaporato, unite le olive toscane, il pizzico di sale e il pepe e fate amalgamare i sapori cuocendo per circa 10 minuti.

Nel frattempo tagliate i pomodorini sardi a spicchi e, a 3 minuti dalla cottura della pasta, uniteli al tonno. Scolate quindi gli spaghettoni e versateli nel tegame, fate saltare e spegnete.

Spolverizzate con un filo d’olio evo e il prezzemolo fresco tritato.

Accompagnate con un ottimo vino bianco o un rosato di Bolgheri 🙂

 

 

 

 

 

Mafaldine nordiche

mafaldine-nordiche

Una ricetta supergolosa … quella da gustare davanti alla partita in compagnia 🙂

Passiamo subito agli ingredienti e fatemi sapere i vostri commenti 🙂

Ingredienti per 4 pp.:

500 gr. Mafaldine Pasta di Gragnano IGP

4 salamelle fresche

300 gr. funghi Champignon freschi

1 cipolla bionda

1 sedano

1 carota

40 gr. burro

mezzo bicchiere vino bianco secco

q.b. olio evo

q.b. prezzemolo

q.b. sale fino

q.b. pepe

Per la salsa al Grana Padano:

150 gr. Grana Padano grattugiato

1 bicchiere latte fresco

mezzo cucchiaio di farina 00

q.b. pepe oppure noce moscata

Procedimento:

In una padella antiaderente preparate il soffritto con burro, un filo abbondante di olio evo, il trito di cipolla, carota e sedano. Unite le salamelle private della pelle e tagliate a tocchettini. Fate rosolare e sfumate con il vino bianco. Aggiungete i funghi già puliti e tagliati a lamelle e il prezzemolo. Abbassate la fiamma, mescolate e aggiustate di sale e pepe. Incoperchiate e fate cuocere per circa 15 minuti. Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata per la pasta e dedicatevi alla salsa al formaggio. In una casseruola antiaderente unite la farina e fate tostare per circa 2 minuti. Aggiungete mezzo bicchiere di latte e mescolate con la frusta in modo da eliminare i grumi. Unite quindi il restante latte.  Spolverizzate con pepe oppure con la noce moscata e incorporate pian piano il grana padano grattugiato. Tirate la salsa per circa 15 minuti fino a quando inizia il bollore e spegnete.

Buttate quindi le mafaldine nell’acqua bollente e fate cuocere per circa 8 minuti.

Scolatele e versatele in una zuppiera, unendo il condimento con i funghi e per ultimo la salsa al formaggio. Amalgamate bene e portate in tavola.  🙂

Se preferite la “famosa” crosticina, versate la pasta condita con i funghi e la salsa al formaggio in un tegame da forno, spolverizzate con un pochino di grana padano e qualche fiocchetto di burro. Fate dorare in forno a 200 ° per circa 10 minuti 🙂

 

 

 

 

Crespelle Natalizie di grano saraceno

crespelle-natalizie-di-grano-saraceno

Eccoci, ormai siamo agli sgoccioli, ultime corse per i regali e ultimi preparativi per il Natale ! 🙂

E se ancora non avete deciso cosa cucinare per Natale oppure per Santo Stefano, Vi propongo un primo piatto originale, molto delicato e ideale per tutti, grandi e piccini 🙂

E’ un po’ una rivisitazione dei famosi Pizzoccheri, con l’aggiunta di scamorza affumicata per dare quel quid in più!

Vi suggerisco di preparare le crespelle la sera prima per il pranzo del giorno dopo oppure la mattina per la sera perché l’impasto deve riposare in frigorifero almeno un’ora.

Bando alle ciance e “gustatevi” la ricetta !

Ingredienti per 12 crespelle:

Impasto per le crespelle:

2 uova

140 gr. farina di grano saraceno

140 gr. farina 00

250 ml. latte intero

250 ml. acqua naturale fredda

1 cucchiaio da tavola di olio evo

1 cucchiaino da caffè di sale fino

burro per ungere la padella delle crepes

Farcia per le crespelle:

2 patate bianche grosse

500 gr. tra erbette, indivia Scarola, spinaci e verza

100 gr. scamorza affumicata grattugiata

1 scalogno

q.b. sale fino

q.b. pepe

q.b. olio evo

Besciamella al Casera:

700 ml. latte intero

70 gr. burro

70 gr. farina

100 gr. formaggio Casera

1 pizzico sale fino

1 pizzico pepe

Per la fase di cottura:

q.b Parmigiano Reggiano grattugiato

q.b. fiocchetti di burro

Procedimento:

Iniziate con la preparazione della pastella per le crespelle.

In un recipiente unite le due farine setacciate, le due uova sbattute precedentemente, il sale fino, il cucchiaio d’olio e il latte. Iniziate a mescolare unendo a filo l’acqua. Quando l’impasto risulterà ben amalgamato coprite il recipiente con la pellicola e ponetelo in frigorifero per un’ora.

Nel frattempo dedicatevi alla farcia:

mettete sul fuoco le patate e fate cuocere per circa 30-40 minuti. Una volta cotte, scolatele e fatele raffreddare prima di pelarle.

Mettete sul fuoco anche le verdure dopo averle mondate e tagliate a tocchetti. Fatele cuocere per circa 15 minuti e poi scolatele, avendo cura di eliminare l’acqua in eccesso.

In una padella unite un filo d’olio e soffriggete lo scalogno con le verdure. Salate e pepate a vs. piacere. Fate saltare per circa 10 minuti e poi togliete dal fuoco. A questo punto pelate anche le patate. Unite quest’ultime e le verdure in un recipiente e amalgamate bene aggiungendo anche la scamorza affumicata.

A questo punto potete dedicarvi alla besciamella al Casera:

In un tegame antiaderente, fate sciogliere dolcemente il burro. Quando sfrigola, spostate il tegame dal fuoco e aggiungete la farina. Rimettete sul fuoco e mescolate con una frusta finché quest’ultima non avrà un colore leggermente dorato. Versate il latte e il Casera. Salate e pepate e, tenendo mescolato, portate a cottura (circa 15 minuti). Spostate la besciamella dal fuoco e fate raffreddare.

Ora potete preparare le crespelle ! 🙂

Ponete sul fuoco la padella da crepes avendo cura di ungerla ogni tanto con un tocchettino di burro ! Prendete la pastella dal frigorifero e mescolatela. Con un mestolo versate l’impasto nella padella avendo cura di ruotare la padella in modo che la pastella si distribuisca uniformemente sulla superficie. Come dimensione delle crespelle rimanete su un 10-12 cm di diametro max.

Cuocete la prima crespella per circa 2 minuti, poi rigiratela e cuocetela ancora per altri 2 minuti.

Procedete così finchè non terminate la pastella, avendo cura di adagiare le crespelle su un asse di legno.

Adesso potete passare alla farcia delle crespelle:

Stendete sulla superficie di ogni crespella la farcia e arrotolatela su se stessa, formando così un “rotolino”. Preparate tutte le crespelle alla stesso modo. Nel frattempo accendete il forno a 180° gr. funzione statico e munitevi di teglia da forno con bordi alti.

Glassate la superficie della teglia con un velo generoso di besciamella al Casera.

Disponete le crespelle accostate tra di loro e ricoprite con la besciamella.

Cospargete con Parmigiano Grattugiato e fiocchetti di burro.

Infornate e fate cuocere per circa 25 minuti.

Servite accompagnando con un ottimo vino della Valtellina, tipo “Inferno doc.” oppure un “Grumello doc.”

Non mi rimane che …. farvi gli auguri di buone feste !!! 🙂

 

 

 

 

 

Un’idea per il menù di Natale e Santo Stefano? Risotto taleggio e radicchio con dadini di Speck

risotto-taleggio-e-radicchio-con-dadini-di-speck

Natale si avvicina e anche l’ansia da prestazione culinaria !!

Eccovi quindi una ricetta semplice ma super buona 🙂 da gustare anche a Santo Stefano se a Natale non volete rinunciare ai classici tortellini in brodo 🙂 Infatti se avanzate un  po’ di brodo di Cappone, lo potete utilizzare per questo ottimo primo !

Non per niente in cucina non si butta via mai niente 🙂

Ingredienti per 6 pp:

360 gr. riso Carnaroli

1 lt. brodo di cappone

mezzo bicchierino di Grappa

80 gr. burro

1 cipolla bionda

80 gr. taleggio dop

70 gr. Speck Kofler tagliato a dadini

200 gr. Radicchio Trevisano

q.b. Parmigiano Reggiano

q.b. sale fino

q.b. pepe nero

Procedimento:

Sbucciate e tagliate finemente la cipolla. Mettete a scaldare il brodo di cappone filtrato.

Mondate e tagliate a listarelle il radicchio trevisano e il taleggio tagliato a tocchetti.

In una casseruola per risotto fate sciogliere 50 gr. di burro e appena sfrigola, unite la cipolla.

Fate imbiondire la cipolla e aggiungete il riso Carnaroli. Tostate a fiamma alta per 2 minuti e sfumate con la grappa, aggiungete una mestolata di brodo e abbassate la fiamma. Unite ora il radicchio e allungate pian piano con il restante brodo. Salate e pepate e portate a cottura (circa 18 minuti).

Nel frattempo che il riso cuoce, fate tostare in una padella antiaderente lo speck.

A 5 minuti dalla cottura, unite al riso lo speck. A cottura ultimata, togliete dal fuoco e amalgamate con il restante burro, il taleggio e due cucchiai di Parmigiano Reggiano.

Facile vero ? 🙂 E se volete, accompagnate con un ottimo Raboso Frizzante di Ornella Molon, Campo di Pietra 🙂

Pronti per Natale ??? 🙂 🙂

 

 

I miei Pizzoccheri :-)

pizzoccheri

Adoro i pizzoccheri ! Un ottimo piatto unico invernale della Valtellina che unisce verdure e un ottimo formaggio, il Casera DOP. Ho anche un bellissimo ricordo, di una stupenda giornata passata  in cucina a prepararli insieme alla brigata del hotel Bagni Nuovi a Bormio 🙂 🙂

Questa è la mia ricetta, per facilitarvi il compito ho inserito i pizzoccheri (la pasta) già pronti ma l’ideale sarebbe farli a mano con la farina di grano saraceno, la farina 00 e l’acqua fredda 🙂 Più avanti pubblicherò anche l’impasto, non perdetevelo ! 🙂

Ingredienti per 6 pp:

500 gr. Pizzoccheri già pronti

4 patate medie

1/2 verza

750 gr. erbette

750 gr. coste

400 gr. formaggio Casera DOP

300 gr. burro

1 mazzetto salvia fresca

3 spicchi d’aglio

q.b. formaggio Parmigiano Reggiano DOP

q.b. sale grosso

Procedimento:

Pulite la verza e tagliatela a listarelle.

Pulite sia le coste e le erbette e tagliatele grossolanamente.

Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti.

In una casseruola capiente, ponete tutte le verdure e portate a bollore con abbondante acqua salata. Nel frattempo affettate il formaggio a cubetti.

Quando l’acqua delle verdure bolle, fatele cuocere per altri 10 minuti e aggiungete quindi i pizzoccheri e fate cuocere per ulteriori 10 minuti. Contemporaneamente, in un tegame, sciogliete a fuoco lento il burro con la salvia e gli spicchi d’aglio sbucciati.

Scolate le verdure e i pizzoccheri in una grande zuppiera e incorporate i cubetti di formaggio, avendo cura di amalgamarli bene. Versate a questo punto il burro fuso insaporito con la salvia e l’aglio.

Cospargete con un’abbondante quantità di Parmigiano Reggiano e servite caldi con un grande vino della Valtellina (Grumello docg., Inferno docg., Sassella docg.).

 

 

 

 

Risotto al Pecorino trentino aromatizzato con erba cipollina

risotto-al-pecorino-trentino

Un primo piatto per eccellenza, il Signor Risotto !

Una ricetta per stupire ed ammaliare, ideale per cene romantiche ! 🙂

Ingredienti per 4pp.:

320 gr. riso Carnaroli

1 lt brodo vegetale

mezza cipolla bionda

30 gr. burro chiarificato per la tostatura

1 mazzetto erba cipollina fresca

80 gr. Formaggio Pecorino Trentino

20 gr. Formaggio Pecorino Trentino per la mantecatura

20 gr. burro chiarificato per la mantecatura

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe

Procedimento:

Preparate il brodo con acqua fredda, 1 carota, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, un tocchetto di burro e 1 filo d’olio evo.

Portate a bollore.

Nel frattempo tagliate a pezzetti l’erba cipollina e lasciate qualche filo per la decorazione finale.

In una risottiera unite il burro, la mezza cipolla tritata. Fate soffriggere e aggiungete il riso.

Tostate il riso per 2-3 minuti e sfumate con una mestolata di brodo. Ora aggiungete una parte di erba cipollina (tenetene un po’ da parte per la mantecatura). Salate e pepate a piacere.

Portate a cottura (circa 18 minuti) aggiungendo pian piano il brodo e mescolando con cura.

A fine cottura spegnete il fuoco e spostate la pentola.

Unite il burro, l’erba cipollina e una bella spolverata di formaggio Pecorino.

Mantecate e incoperchiate facendo riposare per tre minuti.

Impiattate utilizzando qualche filo di erba cipollina come decorazione 🙂

 

 

 

Ravioli di grano saraceno con zucca e scamorza affumicata

ravioli-di-grano-saraceno-con-zucca-e-scamorza-affumicata

Continuiamo con le ricette per Halloween ! 🙂

Oggi prepariamo un primo piatto particolare perché la farina utilizzata per i ravioli è la farina di grano saraceno, per intenderci quella utilizzata per i famosi Pizzoccheri 🙂 🙂

Mettiamoci subito al lavoro !!

Ingredienti per 4 pp.:

Per la farcia:

170 gr. zucca

120 gr. scamorza affumicata grattugiata

20 gr. formaggio Grana Padano grattugiato

Per la pasta:

200 gr. farina di grano saraceno

120 ml. acqua fredda

1 cucchiaio da tavola di olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero

Per il condimento:

q.b. Olio evo aromatizzato al basilico e rosmarino (vedi mia ricetta precedente)

q.b. formaggio Grana Padano grattugiato

Procedimento:

Accendete il forno funzione stastico a 200 ° ed infornate la zucca (dopo averla privata della scorza) adagiata in una teglia con carta da forno. Fate cuocere per circa 35 minuti.

Dopo la cottura estraete la zucca dal forno e fatela raffreddare.

Nel frattempo preparate la pasta dei ravioli:

In un contenitore disponete la farina setacciata, il sale, il pepe, il cucchiaio di olio evo e l’acqua.

Iniziate a mescolare con un mestolo, poi versate l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata con la farina di grano saraceno ed impastate a mano.

La pasta deve risultare morbida ma elastica. Formate la classica palla e lasciatela riposare coperta da un canovaccio pulito.

Preparate quindi la farcia dei ravioli:

In un contenitore versate la scamorza affumicata grattugiata e la zucca schiacciata con la forchetta e il formaggio Grana Padano. Mescolate e amalgamate bene il composto.

Ora mettete a bollire l’acqua in una casseruola capiente con un cucchiaio da tavola di olio evo e preparate i ravioli:

Stendete la pasta dei ravioli sulla spianatoia infarinata e, con un coppa pasta di 4 cm, formate dei cerchi.

Disponete al centro di ogni cerchio un pochino di farcia e chiudete sovrapponendo per ogni cerchio la sua metà, formando così dei ravioli a mezzaluna. Schiacciate bene i bordi e decorateli con l’ausilio di una forchetta. Calate lentamente i ravioli nell’acqua bollente salata e fateli cuocere per circa 3 minuti mescolando delicatamente.

Impiattate e servite i ravioli con un filo d’olio aromatizzato e una spolverata di formaggio Grana Padano.

Se non avete l’olio aromatizzato, potete, nel frattempo che i ravioli cuociono, far scaldare in una pentola dell’olio d’oliva evo con due rametti di rosmarino e qualche foglia di basilico e, a piacere, uno spicchio d’aglio in camicia 🙂

Che dire … Buon Halloween !!! 🙂

 

 

 

 

Vellutata di zucca di Halloween

vellutata-di-zucca

Halloween si avvicina e la zucca è la regina della cucina 🙂

Vi propongo quindi una ricetta semplice da preparare e anche molto gustosa !

Ingredienti per 4 pp:

170 gr. zucca

1 gambo di sedano

1 lt. acqua

q.b. sale grosso

q.b. pepe nero

1 cucchiaio da tavola di olio evo

2 cucchiai da tavola di panna da cucina

q.b. lemon gras

q.b. crostini

Procedimento:

Eliminate la buccia della zucca e tagliatela in pezzi grossolani.

Pulite e tagliate a pezzi anche il gambo di sedano.

In una casseruola aggiungete il cucchiaio di olio evo e unite la zucca e il sedano tagliati.

Rosolate per 2 minuti e aggiungete l’acqua.

Salate e pepate e portate a bollire.

Quando bolle, abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Spegnete quindi il fuoco e frullate bene con un minipimer.

Rimettete sul fuoco e aggiungete i due cucchiai di panna da cucina.

Mescolate delicatamente e fate cuocere per altri 3 minuti.

Spegnete e preparatevi ad impiattare 🙂

Condite con un filo d’olio evo, una spolverata di lemon gras ed infine con crostini a piacere 🙂

Adoro i crostini, solitamente li preparo tagliando a dadoni delle fette di pane con semi di lino e li faccio saltare in padella con un filo d’olio evo, un pizzico di sale e un rametto di rosmarino.

Che dire W Halloween !!!