Page 3 of 4

Vellutata di zucca di Halloween

vellutata-di-zucca

Halloween si avvicina e la zucca è la regina della cucina 🙂

Vi propongo quindi una ricetta semplice da preparare e anche molto gustosa !

Ingredienti per 4 pp:

170 gr. zucca

1 gambo di sedano

1 lt. acqua

q.b. sale grosso

q.b. pepe nero

1 cucchiaio da tavola di olio evo

2 cucchiai da tavola di panna da cucina

q.b. lemon gras

q.b. crostini

Procedimento:

Eliminate la buccia della zucca e tagliatela in pezzi grossolani.

Pulite e tagliate a pezzi anche il gambo di sedano.

In una casseruola aggiungete il cucchiaio di olio evo e unite la zucca e il sedano tagliati.

Rosolate per 2 minuti e aggiungete l’acqua.

Salate e pepate e portate a bollire.

Quando bolle, abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Spegnete quindi il fuoco e frullate bene con un minipimer.

Rimettete sul fuoco e aggiungete i due cucchiai di panna da cucina.

Mescolate delicatamente e fate cuocere per altri 3 minuti.

Spegnete e preparatevi ad impiattare 🙂

Condite con un filo d’olio evo, una spolverata di lemon gras ed infine con crostini a piacere 🙂

Adoro i crostini, solitamente li preparo tagliando a dadoni delle fette di pane con semi di lino e li faccio saltare in padella con un filo d’olio evo, un pizzico di sale e un rametto di rosmarino.

Che dire W Halloween !!!

 

 

Risotto cremoso al prosciutto crudo e rosmarino

Risotto al rosmarino
Risotto Cremoso al rosmarino

Oggi vi presento un risotto super gustoso da preparare anche in inverno perché prevede l’utilizzo della ricotta che renderà questo primo piatto cremoso e irresistibile 🙂

Ingredienti:

320 gr. riso Carnaroli

mezza cipolla bionda

200 gr. prosciutto crudo di Parma Dop a listarelle

1 rametto rosmarino

2 cucchiai da cucina di ricotta vaccino

1 lt brodo vegetale

1 bicchiere vino bianco secco

q.b. Parmigiano Reggiano Dop

q.b. burro

q.b. sale e pepe

Procedimento:

In una casseruola soffriggete la cipolla con il burro. Quando la cipolla è imbiondita, unite il riso e fate tostare per 2/3 minuti. Sfumate con il vino bianco e unite il brodo vegetale a copertura del riso. Aggiungete gli aghi sminuzzati del rosmarino e quando il riso si asciuga allungate man mano con il brodo. Il tempo di cottura è di circa 18 minuti.

Nel mentre che il riso cuoce, fate saltare in una padella antiaderente il prosciutto tagliato a listarelle finché diventa croccante.

A metà cottura del riso, unite il prosciutto croccante e provvedete a salare e pepare.

Fate attenzione a salare perché con il prosciutto il riso rimane già saporito.

A fine cottura, togliete il risotto dal fuoco e provvedete a mantecare con la ricotta.

Impiattate e aggiungete il Parmigiano Reggiano a gradimento.

 

 

Risotto allo zafferano aromatizzato al rosmarino

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. riso Carnaroli

1 scalogno

50 grammi di burro

1 lt. brodo vegetale

5 gr. zafferano in pistilli

mezzo bicchiere vino bianco

4 rametti rosmarino fresco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe bianco

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

Per una serata all’insegna del romanticismo o semplicemente per gustarsi un ottimo risotto .. 🙂

Preparazione:

Iniziate affettando finemente lo scalogno. In un tegamino aggiungete una noce di burro e appena soffrigge, unite lo scalogno tritato.

Fate appassire dolcemente mescolando di tanto in tanto, quando lo scalogno sarà imbiondito, spegnete e lasciate raffreddare.

Mettete a bollire il brodo vegetale precedentemente preparato.

Disponete in una casseruola per risotti, 20 gr. di burro. Non appena il burro inizierà a sfrigolare, aggiungete il riso e gli aghetti di rosmarino fresco. (tenete qualche rametto intero di rosmarino per la decorazione dei piatti).

 Fate tostare per 2-3 minuti e mescolate. Unite ora lo scalogno imbiondito e mescolate.

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (Vi consiglio un ottimo Borgeri Bianco 2014 di Giorgio Meletti Cavallari ) e aggiungete una mescolata di brodo vegetale.

Salate e pepate un pochino e portate a cottura (circa 18 minuti) avendo cura di aggiungere il brodo per non farlo asciugare troppo. Verso fine cottura aggiungete i pistilli di zafferano insieme ad una mestolata di brodo. Quando il riso sarà cotto e avrà formato la tipica cremina (detto anche all’onda), spegnete. Unite il restante burro e il Parmigiano Reggiano e mantecate. Fate riposare per 3 minuti incoperchiato.

Servite con un mazzettino di rosmarino come decorazione.

Per l’abbinamento del vino, il Borgeri Bianco 2014 o in alternativa un ottimo Barbera del Monferrato 🙂

Borgeri bianco

 

 

 

Lasagne ricche

Piatto tipico della festa, le lasagne sono un piatto unico molto versatile perché si possono preparare in mille varianti: classiche, con il pesto, vegetariane, al radicchio e taleggio…  Insomma da soddisfare tutti i palati.

Oggi Vi presento le lasagne della festa, quelle con il formaggio ed il prosciutto che, guarda caso, non avanzano mai perché mio marito e mio figlio le sbranano 🙂

Ingredienti per il ragù:

750 gr. macinata mista manzo/suino

250 gr. salsiccia fresca o pasta di salame

1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla bionda per il battuto

1 Lt di brodo di manzo

2 cucchiai da tavola di olio evo

1 bicchiere da tavola di vino bianco secco

1 cucchiaio di concentrato triplo di pomodoro

250 ml di passata di pomodoro

30 gr. burro

q.b. sale fino

q.b. pepe nero

Ingredienti per la besciamella:

500 gr. latte intero

50 gr. burro

50 gr. farina 00

q.b. sale fino

q.b. noce moscata e/o pepe

Per le lasagne:

250 gr. lasagne Sfogliavelo di Giovanni Rana

1 etto di Prosciutto di Praga a fette

250 gr. formaggio fontina o simile a fette

q.b. Parmigiano Reggiano dop

Procedimento:

Iniziate con il ragù anche perché il tempo di cottura è di un’ora e mezza:

Preparate il battuto e fate soffriggere nell’olio e burro.

Unite il macinato e la salsiccia sbriciolata, fate rosolare per bene. Sfumate quindi con un bicchiere da tavola di vino bianco secco. Quando la salsiccia sarà rosolata, aggiungete il brodo ed il concentrato di pomodoro, dopo qualche minuto unite anche la salsa di pomodoro. Mescolate bene, salate e pepate.

Abbassate la fiamma al minimo e fate sobbollire coperto per circa un’ora e mezzo.

Nel frattempo potete preparare la besciamella:

Disponete il burro in una pentola antiaderente e fate sciogliere a fiamma dolce.

Appena sciolto, unite la farina e prontamente mescolate e tenete sul fuoco per circa 4 minuti. La farina dovrà assumere un colore ambrato quasi nocciola. A questo punto unite a filo il latte tenendo mescolato con la frusta in modo da sciogliere eventuali grumi. Salate poco e unite un pizzico di noce moscata (io metto una macinata di pepe). Portate a bollore avendo cura di mescolare sempre. Appena bolle, fate cuocere ancora per 2 minuti, successivamente spegnete e toglietela dal fuoco e fate raffreddare.

Quando il ragù sarà cotto e, dopo averlo fatto riposare per circa 20-25 minuti, potete preparare le lasagne:

Accendete il forno a 190° statico e prendete la teglia con i bordi alti.

Sul fondo della teglia spalmate un poco di besciamella e ragù. Adagiate le sfoglie di pasta in modo da ricoprire tutta la superficie. Ricopritele di ragù, poi con le fette di prosciutto cotto e successivamente con le fette di formaggio. Coprite con altre sfoglie di pasta e spalmate la besciamella ed il ragù. Spolverizzate con abbondante Parmigiano Reggiano.

Fate un altro strato di pasta e di ragù e per finire aggiungete un’abbondante spolverizzata di Parmigiano Reggiano.

Disponete qualche fiocchetto di burro sulla superficie ed infornate per circa 30 minuti.

Passato il tempo di cottura, spegnete e fate riposare per circa 10 minuti.

Accompagnate con un buon Lambrusco 🙂

 

 

Risotto al mandarino

Risotto al mandarino

Questo risotto l’ho assaggiato in un albergo ristorante in Val Formazza e l’ho trovato divino.

E’ particolare e ne vale proprio la pena, sicuramente adatto per una bella cena romantica 🙂

Ingredienti x 2 p.:

210 gr. riso Carnaroli

500 ml brodo vegetale

40 gr. burro

1 scalogno piccolo

succo di 1 mandarino bio

buccia grattugiata di 1 mandarino bio

sale q.b.

pepe bianco q.b.

formaggio grattugiato Parmigiano Reggiano q.b. per la mantecatura

burro q.b. per la mantecatura

Preparazione:

Mettete sul fuoco il brodo preparato precedentemente.

Intanto affettate finemente lo scalogno e mettete sul fuoco una casseruola con il burro. Appena il burro soffrigge, unite lo scalogno e fate imbiondire. Aggiungete quindi il riso e fate tostare bene, nel frattempo spremete il succo di un mandarino.

Unite una bella mescolata di brodo vegetale al riso e anche il succo del mandarino.

Coprite con il brodo tutto il riso e mescolate aggiungendo un pizzico di sale fino e di pepe. Abbiate cura di aggiungere il brodo al riso quando si asciuga, il tempo di cottura è di circa 18 minuti. Quando il riso avrà fatto la “cremina” vuol dire che è pronto. Spegnete il fuoco e aggiungete un pezzettino di burro e una bella manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolate per mantecare.

Grattugiate sopra il risotto la buccia del mandarino e impiattate aggiungendo 2 spicchi di mandarino come guarnizione.

Buon appetito 🙂

 

 

Cannelloni di Natale

Cannelloni di NataleEcco una ricetta classica di Natale, ideale anche per i giorni di festa 🙂

Ingredienti:

1 kg. ragù già pronto

(preparato con 1kg. macinato di manzo, 500 gr. salsiccia fresca, 1 lt brodo di carne, soffritto di cipolla, sedano e carote), sale q.b. pepe q.b. q.b. bacche di ginepro)

500 ml di besciamella già pronta

(preparata con 500 ml latte intero, 50 burro, 50 farina, sale q.b., pepe nero q.b oppure noce moscata q.b.)

300 gr. pasta lasagne fresche sfogliavelo

400 gr. prosciutto cotto arrosto affettato

q.b. formaggio Grana Padano grattugiato

q.b. burro

Preparazione:

Iniziate accendendo il forno statico a 180°.

Imburrate una teglia rettangolare con i bordi alti e stendetevi uno/due mestolate di besciamella.

Prendete la prima sfoglia di pasta e poggiate sulla superficie una fettina di prosciutto cotto arrosto. Adagiatevi un cucchiaio di ragù e un cucchiaio di besciamella. Arrotolate la sfoglia formando così il primo cannellone.

Adagiatelo sul fianco nella teglia e continuate con la preparazione degli altri cannelloni, avendo cura di adagiarli fianco uno con l’altro nella teglia.

Quando avrete completato tutta la teglia, ricoprite la superficie dei cannelloni con la besciamella e con il ragù rimasto.

Completate con qualche fiocchetto di burro e una bella spolverata di formaggio Grana Padano grattugiato.

Infornate per circa 30 minuti e alla fine della cottura fate riposare per 5 minuti a forno spento 🙂

 

 

 

 

 

Zuppa di cipolle alla valtellinese

zuppa di cipolle 2Rieccoci dopo una pausa, con nuove e golose ricette.

Oggi vi propongo una ricetta in tema autunnale/invernale dato che ormai è arrivato il freddo.. si tratta della zuppa di cipolle rivisitata in stile valtellinese 🙂

Ingredienti x 4 p.:

6 cipolle bionde grandi

100 gr. burro

2 lt. brodo vegetale

8 fette di pane casereccio

300 gr. bitto

2 1/2  cucchiai da tavolo farina 00

q.b. sale e pepe

Tempo di cottura: 2h. circa

 Procedimento:

Armandovi di pazienza, tagliate  a rondelle sottili tutte le cipolle, raccogliendole in una grossa ciotola. Disponete il burro in una casseruola capiente e fatelo sciogliere.

Aggiungete le cipolle tagliate e fatele soffriggere, mescolando per bene, fino a quando non saranno belle dorate. A questo punto, unite il brodo vegetale fino a coprire tutte le cipolle.

Portate ad ebollizione e non appena raggiunto, abbassate il fuoco, salate e pepate, incoperchiate e fate cuocere per circa un’ora e mezza.

Nel frattempo tagliate il bitto a lamelle e fate tostare le fette di pane casareccio.

Trascorsa l’ora e mezza, usando un colino, spolverizzate due cucchiai e mezzo di farina 00 nella zuppa di cipolle in cottura, alzate la fiamma e mescolando, fate cuocere ancora per circa 20 minuti.

La zuppa dovrà addensarsi, il suo volume sarà circa la metà di quello iniziale e le cipolle saranno praticamente trasparenti.

Spegnete e preparatevi per l’impiattamento:

Usate fondi in terracotta e per ognuno di essi, disponete una fetta di pane casareccio sul fondo, ricoprite con una manciata di lamelle di bitto, versate la zuppa e completate con un altro pezzetto di pane e qualche scaglia di bitto.  Procedete così per tutti i vostri ospiti.

Accompagnate il tutto con una buona bottiglia di “Inferno” oppure di “Sassella”-

 

 

 

Spaghetti al pesto di Bagòss

E dopo una pausa, rieccomi con una nuova ricetta gustosa ma di facile realizzazione 🙂

L’ingrediente principale é il formaggio Bagòss che deve essere stagionato di tre anni.

Per informazioni su questo formaggio potete leggere la mia ricetta “Farfalle al Bagòss” nei primi piatti.

Pronti? 🙂 🙂

Ingredienti x 4 persone:

360 gr. spaghetti

90 gr. formaggio Bagòss stagionato di tre anni

60 gr. basilico fresco

50 gr. pinoli

1 spicchio d’aglio

1 pizzico di sale

q.b. olio evo

4/6 foglioline di basilico per la guarnitura

formaggio Bagòss gratuggiato per la guarnitura

Preparazione:

Mettete a bolliire l’acqua salata per gli spaghetti.

Nel frattempo raccogliete in un mixer (l’ideale sarebbe un mortaio in marmo) il basilico, il formaggio Bagòss, i pinoli, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale grosso e due cucchiai da tavola di olio evo.

Mixate il tutto, spegnendo ogni tanto per mescolare e raccogliere bene tutti gli ingredienti.

Se la salsa dovesse risultare troppo densa potete aggiungere ancora un poco di olio evo ma senza esagerare.

Quando la salsa é ben omogenea, tenete da parte.

Buttate gli spaghetti e portate a cottura.

Scolateli e conditeli con il pesto di Bagòss.

Impiattate spolverizzando con del Bagòss gratuggiato e una/due foglioline di basilico.

Gnocchetti di patate, bieta ed erbette con condimento primavera

Uno tira l’altro … eh si ! oggi vi propongo un primo piatto facile da preparare e con un risultato squisito 🙂

Si tratta di gnocchi di patate fatti in casa con bieta ed erbette con condimento primavera 🙂

Pronti ? 🙂

Ingredienti x 6 p. (per gli gnocchi):

700 gr. patate

400 gr. bieta ed erbette in foglia

250 gr. farina 0

1 cucchiaio da tavola di olio evo

q.b. sale

Ingredienti (per il condimento primavera):

250 gr. pomodori datterini

80 gr. olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

11 foglie di basilico

1 spicchio d’aglio in camicia

2 cucchiai da tavola di olio evo

1/2 bicchiere da tavola di vino bianco

Ricotta salata

q.b. sale

q.b. pepe

Preparazione:

Mettete a bollire le patate con la buccia in una casseruola per circa 30 minuti.

Fate la stessa operazione per la bieta e le erbette cuocendole per circa 20 minuti.

Quando le patate e le erbette saranno cotte, scolatele e fatele raffreddare.

Sbucciate poi le patate e schiacciatele nel passapatate.

Prendete la bieta e le erbette e tagliuzzatele con un coltello.

Riunite le patate e le erbette in un recipiente insieme alla farina, il cucchiaio di olio evo ed il pizzico di sale.

Iniziate ad impastare con un mestolo, poi trasferite tutto su una spianatoia ed impastate a mano.

L’impasto sarà molto morbido quindi tenete infarinata la spianatoia e formate una palla.

Avvolgete la palla con la pellicola e fatela riposare per 15 minuti in luogo fresco.

Nel frattempo iniziate a preparare il condimento primavera:

Tagliate a rondelline le olive nere e verdi e i datterini a metà.

In un saltapasta aggiungete due cucchiai di olio evo con l’aglio in camicia.

Appena l’aglio soffrigge unite le olive, i capperi e la manciata di pinoli.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata per la cottura dei gnocchetti.

Riprendete la pasta dei gnocchetti e formate con le mani dei cordoncini di 1 cm. circa di spessore.

Ricavate dei gnocchetti di 2 cm. circa di lunghezza e schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchettina.

Disponeteli man mano su un vassoio infarinato.

Tornate al condimento e sfumate con mezzo bicchiere da tavola di vino bianco.

Aggiungete quindi 5 foglie di basilico tagliuzzate, i pomodorini datterini e togliete lo spicchio d’aglio.

Le rimanenti foglie di basilico serviranno per la guarnizione.

Aggiustate di sale e pepe ed abbassate la fiamma.

Il condimento sarà pronto quando i datterini saranno morbidi.

Buttate i gnocchetti nell’acqua che bolle e appena salgono a galla, disponeteli man mano nel condimento.

Spegnete, mescolate con cura ed impiattate con un filo d’olio evo, una leggera spolverizzata di ricotta salata e qualche fogliolina di basilico.

Ravioli di kamut con farcia di tomino piemontese e robiola

Ravioli di Kamut con farcia al tomino piemontese e robiola

Eccovi una ricetta tipicamente casalinga 🙂

Eh si la pasta dei ravioli tirata a mano ed il ripieno gustoso …. Non potrà non piacervi ! 🙂

 Ingredienti per la pasta dei ravioli: (per 4 persone)

350 gr. farina bio kamut

3 uova

un pizzico di sale

1 cucchiaio da tavola di olio evo

40 gr. acqua tiepida

Ingredienti per la farcia:

2 tomini piemontesi da 100 gr. cad

200 gr. robiola

1 cucchiaio da tavola di olio evo

2 cucchiai da tavola di Parmigiano Reggiano gratuggiato

un pizzico di sale

un pizzico di pepe

un pizzico di dragoncello

Ingredienti per il condimento:

50 gr. burro

6-7 foglioline di salvia

1 pizzico di sale

Attrezzatura e tempi di cottura:

macchina per la pasta e/o spianatoia e mattarello

1 coppapasta diam. 8 cm

1 saltapasta

1 pentola per la cottura dei ravioli

Tempo di riposo della pasta: 30 minuti

Tempo di cottura: 2-3 minuti

Preparazione:

Versate in un contenitore la farina setacciata, il cucchiaio di olio evo, le tre uova intere, il pizzico di sale e l’acqua.

Impastate e formate una palla che farete riposare in luogo fresco per una mezzoretta.

Nel frattempo preparate la farcia:

Sempre in un contenitore disponete i tomini tagliati a dadini e senza la crosta, la robiola, il cucchiaio di olio evo, il Parmigiano Reggiano, il sale, il pizzico di pepe e il dragoncello.

Mescolate ed amalgamate bene gli ingredienti.

Riprendete la pasta dei ravioli e stendetela con l’ausilio di una macchina per la pasta oppure se preferite sfogarvi un pò come faccio io, stendete la pasta su una spianatoia con il mattarello 🙂

Lo spessore della pasta deve essere sottile.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per i ravioli.

Con il coppapasta ricavate tanti cerchi e disponete, aiutandovi con un cucchiaino da tè, la farcia al centro di ogni cerchio.

Chiudete ogni cerchio a mezzaluna schiacciando bene per far aderire i bordi e non far uscire il ripieno. Con i rebbi di una forchetta decorate i bordi.

Quando l’acqua bolle, salatela ed aggiungete un cucchiaio di olio evo per non far attaccare i ravioli.

Nel frattempo mettere a scaldare in un saltapasta il burro e la salvia con il pizzico di sale.

Tuffate delicatamente i ravioli e fateli cuocere per circa 2-3 minuti.

Scolate direttamente i ravioli nel saltapasta e mescolateli delicatamente nel burro e salvia spumeggiante.

Servite con una bella spolverizzata di Parmigiano Reggiano ed abbinate con un buon Sassella 🙂