Page 4 of 4

Il mio risotto alla milanese

risotto milanese

Ingredienti per 4 persone:

370 gr. riso Carnaroli

2 Giretti di manzo medi

2 cipolle medie

30 gr. zafferano in pistilli

q.b. brodo di carne e verdure (da preparare insieme ai giretti)

due carote

q.b. sedano

q.b. Parmigiano Reggiano gratuggiato

q.b. olio evo

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

Preparazione:

Questa ricetta é la mia variante del classico risotto alla milanese, invece del midollo si utilizza il giretto di manzo che dovrà essere tagliato medio/alto.

Se volete preparare il risotto per la sera, Vi consiglio di preparare il brodo la mattina oppure la sera prima per il pranzo.

Per il brodo:

In una pentola capiente mettete acqua fredda (fino quasi al limite dei bordi), due carote, 1 cipolla, 2 sedani, i due giretti, sale grosso, un poco di burro e due cucchiai da tavola di olio evo.

Portate a bollore e schiumate.

Poi abbassate la fiamma al minimo e fate sobbollire per almeno due ore.

Per il risotto:

Filtrate e rimettete a scaldare il brodo preparato in precedenza.

Tagliate una cipolla molto sottile e fatela imbiondire in una casseruola con due noci di burro.

Sfumatela con un pochino di brodo e fatela appassire.

A questo punto aggiungete il riso, fate tostare e sfumate con un mestolino di brodo.

Assaggiate ed aggiustate di sale e pepe.

Continuate la cottura sempre mescolando ed aggiungendo il brodo poco per volta per circa 17 minuti (cottura del riso).

Cinque minuti prima della cottura del riso, unite lo zafferano in pistilli insieme ad un mestolo di brodo.

Quando il riso inizierà a fare la cremina e sarà cotto, spegnete e mantecate con un tocco di burro e due/tre manciate di Parmigiano Reggiano.

Incoperchiate per tre minuti circa e poi servite (magari tenendo qualche pistillo per la decorazione finale 🙂

Annunci

Farfalle Tricolore

farfalle tricolore

Ingredienti per 4 persone:

380 gr. farfalle

zucchine gr. 400

gamberetti già sgusciati e puliti gr. 400

pomodori ciliegino gr. 300

1 manciata di pinoli

1 spolverata di drangocello

vino bianco per sfumare

1 spicchio d’aglio in camicia

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. olio evo

q.b. pecorino toscano gratuggiato

Preparazione:

Mettete l’acqua per la pasta a bollire e in un’altra pentola l’acqua per i gamberetti.

Nel frattempo tagliate le zucchine a rondelle e i pomodorini a metà e mettete da parte.

Non appena l’acqua salata bolle, buttate i gamberetti a bollire per circa 4 minuti.

Nel frattempo buttate anche le farfalle.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio d’olio evo e uno spicchio d’aglio in camicia.

Appena soffrigge, unite le zucchine e fate saltare per due minuti a fuoco vivo.

Nel frattempo scolate i gamberetti e teneteli da parte.

Sfumate le zucchine con mezzo bicchiere di vino bianco ed aggiungete la manciata di pinoli.

Abbassate la fiamma a fuoco medio basso ed aggiungete un mestolino dell’acqua di cottura delle farfalle.

Togliete l’aglio in camicia, salate, pepate ed unite un poco di dragoncello.

Unite a questo punto i pomodorini e fate cuocere.

Due minuti prima di scolare le farfalle aggiungete i gamberetti alle zucchine e pomodorini.

Scolate le farfalle e fatele saltare insieme alle zucchine, i gamberetti ed i pomodorini a fuoco vivo per un minuto circa, unendo un cucchiaio da tavola di olio evo.

Spegnete e  servite con una buona dose di pecorino toscano 🙂

Farfalle cavolini di Bruxelles e Speck

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. pasta tipo farfalle

300 gr. cavolini di Bruxelles tagliati a dadini

200 gr. pomodorini ciliegini

160 gr. speck tagliato a dadini o listarelle

1/2 cipolla

1 bustina di zafferano

1 manciata di pinoli

2 cucchiai da tavola di vino bianco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. Parmigiano Reggiano grattuggiato

Preparazione:

Questo é un primo piatto un pò particolare per via dell’utilizzo dei cavolini di Bruxelles che solitamente sono comsumati come contorno.

Iniziate mettendo a bollire l’acqua salata per le farfalle.

Nel frattempo lavate i cavolini, togliete le prime foglie e tagliate a dadini.

Lavate anche i pomodorini ciliegini e tagliateli in quattro spicchi ognuno.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio di olio evo e fate soffriggere la cipolla.

Appena la cipolla é dorata, unite i cavolini di Bruxelles e fate saltare per 2/3 minuti.

Sfumate con due cucchiai di vino bianco ed aggiungete lo speck e la manciata di pinoli.

Nel frattempo buttate le farfalle.

Prendete un mestolino d’acqua della pasta ed aggiungetela ai cavolini e speck che stanno cuocendo  nel saltapasta.

Aggiungete subito lo zafferano e, mescolando, unite i pomodorini.

Salate poco per via dello speck e pepate.

Incoperchiate ed abbassate la fiamma.

Scolate le farfalle nel saltapasta e saltate per un minuto.

Impiattate spolverizzando con il Parmigiano Reggiano 🙂

Passato di piselli e patate con cuore di ricotta e pinoli croccanti

Ingredienti:

400 gr. patate tagliate a dadini

400 gr. piselli medi

1 scalogno

2 cucchiai da tavola di vino bianco per sfumare

1 lt. acqua fredda

1 manciata di pinoli

q.b. ricotta fresca

q.b. olio evo

q.b. sale grosso e fine

q.b. pepe

q.b. prezzemolo

q.b. erbe provenzali

2 rametti rosmarino

mezza baguette per i crostini

Preparazione:

In una casseruola fate soffriggere lo scalogno affettato con un cucchiaio da tavola di olio evo.

Unite quindi i piselli e le patate.

Fate rosolare e sfumate con due cucchiai da tavola di vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda ed unite un rametto di rosmarino, una macinata di erbe provenzali, il sale grosso ed il pepe.

Cuocete a fiamma alta senza coperchio finchè non raggiunge il bollore.

Quando bolle, incoperchiate ed abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 35-40 minuti, fino a quando le patate non saranno belle morbide.

Nel frattempo preparate i pinoli ed i crostini di baguette.

In una padella antiaderente fate scaldare a fuoco basso una manciata di pinoli e quando saranno dorati spegnete e mettete da parte.

Tagliate la mezza baguette a dadoni e fateli rosolare in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio evo, una presina di sale e l’altro rametto di rosmarino.

Quando i crostini di baguette saranno dorati e croccanti, spegnete il fuoco e metteteli da parte.

Spegnete la casseruola con le patate e i piselli.

Con un minipimer frullate bene e rimettete sul fuoco per altri cinque minuti.

Nel frattempo prendete la ricotta fresca per preparare i cuori.

Dopo aver spento il passato, impiattate e disponete al centro una quenelle di ricotta per piatto.

Aggiungete alcuni pinoli, due/tre crostini di baguette e un filo di olio evo 🙂

SPAGHETTI DELICATI ALL’EMILIANA

spaghettiIngredienti per 4 persone:

360 gr. spaghetti

200 gr. prosciutto cotto a dadini

q.b. sale grosso

Per la salsa:

150 gr. Parmigiano Reggiano grattuggiato

150 ml. latte intero

60 gr. burro

q.b. pepe

Preparazione:

Questo é un piatto delicato e molto veloce da preparare.

Se volete dare quel tocco in più a questa ricetta, potete aggiungere dello zafferano quando unite il latte nella preparazione della salsa.

Incominciate mettendo a bollire l’acqua per gli spaghetti.

Nel frattempo preparate la salsa:

In un saltapasta sciogliete a fuoco basso il burro.

Aggiungete pian piano il latte ed emulsionate sempre a fuoco basso.

Nel frattempo appena l’acqua già salata bolle, buttate gli spaghetti.

Continuate facendo saltare  i cubetti di prosciutto cotto in una padellina antiaderente.

Appena il prosciutto risulterà colorato, spegnete e lasciate da parte.

Aggiungete mescolando, poco per volta, il parmigiano grattuggiato.

Quando la salsa é ben amalgamata, aggiustate di pepe e spegnete.

Appena prima di scolare gli spaghetti, riaccendete il fuoco sotto il saltapasta.

Scolate gli spaghetti e disponeteli nel saltapasta insieme ai cubetti di prosciutto cotto.

Fate saltare per amalgamare bene gli ingredienti.

Impiattate ed accompagnate con un buon Lambrusco.

Zuppa di lenticchie rosse e patate

Ingredienti:

250 gr. lenticchie rosse piccole

150 gr. guanciale a cubetti

5 patate medie

1 scalogno

1 rametto rosmarino

2 foglie salvia

1 bicchiere da tavola di vino bianco

1 lt acqua fredda

q.b. olio evo toscano

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. focaccia toscana

Tempo ammollo lenticchie minimo 2 ore

Tempo di cottura: 35/40 minuti

Preparazione:

Circa due ore prima della preparazione, sciacquate le lenticchie e mettetele a bagno in un recipiente.

Pelate e tagliate le patate a cubetti e mettetele in un contenitore con dell’acqua fredda.

Nel frattempo  versate 2/3 cucchiai da tavolo di olio evo e un pezzettino di burro in una casseruola alta.

Scaldate e fate soffriggere lo scalogno affettato finemente.

Quando lo scalogno ha preso colore, unitevi il guanciale tagliato a cubetti, la salvia ed il rosmarino.

Fate rosolare ed aggiungete le lenticchie.

Mescolate e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda (arrivate con l’acqua fin poco sotto il bordo della pentola) e le patate scolate.

Mescolando, salate (sale grosso) e pepate.

Portate ad ebollizione.

Fate bollire per circa 5 minuti senza coperchio, poi abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Prima di servire la zuppa, scaldate la focaccia toscana e tagliatela in piccoli quadrotti (come se fossero dei crostini).

Impiattate la zuppa, aggiungete un filo di olio evo toscano e guarnite con i crostini di focaccia.

Accompagnate con un Chianti giovane.

Risotto mirtilli e gorgonzola

risotto mirtilli e gorgonzola

Ingredienti (x 4 persone)

160 gr mirtilli freschi

180 gr gorgonzola cremoso

390 gr riso Carnaroli

1 scalogno medio

2/3 cucchiai da tavola di latte intero

q.b. brodo vegetale

q.b. burro

q.b. olio evo

q.b. vino bianco

q.b. sale e pepe

Preparazione:

Iniziate con il brodo vegetale (acqua fredda, 2 carote, 1 cipolla intera sbucciata, 1 cucchiaio olio evo, 1 tocchetto di burro, 1 gambo di sedano, 2 foglie di salvia, una manciatina di sale grosso) e portate a bollore.

Nel frattempo prendete i mirtilli lavati e frullateli con due/tre cucchiai da tavola di latte. Tenetene alcuni da parte per la guarnizione finale.

In una risottiera ponete un tocco di burro e 2 cucchiai da tavola di olio evo e fate scaldare. Aggiungete lo scalogno tagliato finemente ed un mestolino di brodo per farlo appassire lentamente senza bruciarlo.

Non appena lo scalogno é trasparente aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino bianco, salate e pepate ed unite una mestolata di brodo.

Dopo circa cinque minuti unite al riso il frullato di mirtilli.

Portate a cottura il riso aggiungendo sempre il brodo e mescolando, ci vorranno in totale circa 16-17 minuti.

Nel frattempo che il risotto cuoce prendete il gorgonzola e tagliatelo a tocchetti.

Appena il riso é pronto, toglietelo dal fuoco e mantecate con il gorgonzola.

Incoperchiate e fate riposare per tre minuti.

Disponete nei piatti il risotto guarnito con alcuni mirtilli.

Accompagnate con un buon Bardolino.

Farfalle al Bagòss

farfalleIngredienti x 4 commensali:

400 gr farfalle rigate

350 gr polpa di pomodoro

400 gr piselli medi

200 gr speck tagliato a dadini

1 scalogno

q.b. olio – formaggio Bagòss stagionato

Preparazione:

Innanzitutto mettete la pentola dell’acqua per la pasta sul fuoco.

In una padella antiaderente (meglio un saltapasta) scaldate l’olio ed aggiungetevi lo scalogno affettato finemente.

Appena lo scalogno inizia ad imbiondire aggiungete i piselli e dopo due minuti unitevi lo speck. Nel mentre buttate la pasta nell’acqua salata e portate a cottura.

Fate rosolare per circa 5 minuti e poi aggiungete la salsa di pomodoro e due cucchiai d’acqua della pasta.

Salate (poco) e pepate.

Incoperchiate e fate cuocere a fiamma bassa.

Quando le farfalle saranno cotte, scolatele e versatele nel saltapasta.

Saltate per un minuto, spegnete ed impiattate.

Spolverizzate quindi su ogni piatto una generosa dose di Bagòss e servite insieme ad un buon Bardolino.

Informazioni sul Bagòss:

Il Bagòss è un formaggio tipico bresciano prodotto nella valle del Caffaro a Bagolino.

Gli abitanti si chiamano Bagossi, da quì il nome del formaggio.

Questo formaggio viene anche chiamato il Grana bresciano, ha un sapore tipico perchè in fase di preparazione viene aggiunto lo zafferano e se utilizzato in cucina quando é ben stagionato, conferisce ed esalta i sapori degli ingredienti.

Se volete assaggiare il Bagòss e gli altri prodotti tipici bresciani, visitate il sito del caseificio “Cooperativa Val Palot” : www.promofranciacorta.it  🙂

Tagliatelle “porchettate”

20131003-175735.jpg

Tagliatelle “Porchettate”

Ingredienti:
X 4 persone

450 g tagliatelle fresche
1 scalogno medio
3 cucchiai olio evo
4 fette di porchetta
400 g polpa di pomodoro
1 bicchiere di vino bianco
Sale qb
Pepe qb
Grana padano grattugiato
1 rametto di rosmarino

Per prima cosa saltate a fuoco medio le fette di porchetta in una padella antiaderente per 5 minuti, senza aggiungere olio.
Fate poi raffreddare le fette di porchetta. Nel frattempo mettete l’ acqua per le tagliatelle a bollire. Tagliate le fette di porchetta in pezzi e mettetele in un mixer in modo da ridurre il tutto in un composto omogeneo.
Mettete sul fuoco una padella antiaderente modello salta pasta e aggiungete i cucchiai di olio extravergine e quando è caldo, fate soffriggere lo scalogno affettato.
Unite allo scalogno il composto di porchetta. Fate saltare a fuoco alto per 3/4 minuti. Sfumate con il bicchiere di vino bianco e fate evaporare. Aggiungete la salsa di pomodoro, il rametto di rosmarino. Salate e pepate quanto basta.
Abbassate il fuoco e fate sobbollire, nel frattempo buttate le tagliatelle nella pentola dell’ acqua che bolle dopo averla salata.
Quando le tagliatelle sono cotte, scolatele e unitele nel salta pasta della salsa di pomodoro e porchetta, alzando il fuoco e amalgamando il tutto per 2/3 minuti. spegnete e servite cospargendo con il grana padano grattugiato.

Bon appetit 😄😄