Risotto al rosmarino

Risotto al Rosmarino
Risotto al rosmarino

Finalmente in autunno ! Oggi l’aria è più fresca e finalmente il caldo si è un po’ attenuato! E con l’autunno inizia la stagione dei risotti 🙂

Oggi vi presento un risotto molto delicato e indicato per una cenetta super abbinando a questo primo piatto un secondo più deciso, come un buon arrosto oppure degli involtini gustosi accompagnati da un contorno leggero.

Vediamo subito gli ingredienti del Risotto al rosmarino 🙂

Ingredienti per 44 pp.:

460 gr. Riso Carnaroli

200 ml brodo vegetale preparato in precedenza

2 rametti di rosmarino fresco

1 scalogno

q.b. burro

q.b. sale grosso

q.b. pepe rosa

q.b. Parmigiano Reggiano

q.b. olio evo

mezzo bicchiere di vino bianco secco

Preparazione:

Iniziate con scaldare il brodo vegetale preparato in precedenza.

Sminuzzate a coltello il rosmarino (tenete da parte le punte dei rametti per la decorazione) e affettate finemente lo scalogno.

In un tegame antiaderente o in una risottiera, ponete una grossa noce di burro e un filo d’olio evo. Accendete il fuoco e quando sfrigola, unite lo scalogno affettato. Fate imbiondire e aggiungete il riso.

Tostate per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco. Quando l’alcol sarà evaporato, versate il brodo fino a coprire totalmente il riso. Mescolate e aggiustate di sale e pepe rosa. Quando il riso si sarà asciugato, versate ancora una mestolata di brodo e il  rosmarino sminuzzato. Portate a cottura (in totale dal momento della tostatura sono 17/18 minuti) aggiungendo il brodo man mano che il riso si asciuga.

Quando il risotto è cotto, spegnete il fuoco e mantecate unendo una dose generosa di burro freddo e una manciata di Parmigiano Grattugiato.

Impiattate e decorate con le punte dei rametti di rosmarino 🙂

 

Risotto allo zafferano aromatizzato al rosmarino

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. riso Carnaroli

1 scalogno

50 grammi di burro

1 lt. brodo vegetale

5 gr. zafferano in pistilli

mezzo bicchiere vino bianco

4 rametti rosmarino fresco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe bianco

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

Per una serata all’insegna del romanticismo o semplicemente per gustarsi un ottimo risotto .. 🙂

Preparazione:

Iniziate affettando finemente lo scalogno. In un tegamino aggiungete una noce di burro e appena soffrigge, unite lo scalogno tritato.

Fate appassire dolcemente mescolando di tanto in tanto, quando lo scalogno sarà imbiondito, spegnete e lasciate raffreddare.

Mettete a bollire il brodo vegetale precedentemente preparato.

Disponete in una casseruola per risotti, 20 gr. di burro. Non appena il burro inizierà a sfrigolare, aggiungete il riso e gli aghetti di rosmarino fresco. (tenete qualche rametto intero di rosmarino per la decorazione dei piatti).

 Fate tostare per 2-3 minuti e mescolate. Unite ora lo scalogno imbiondito e mescolate.

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (Vi consiglio un ottimo Borgeri Bianco 2014 di Giorgio Meletti Cavallari ) e aggiungete una mescolata di brodo vegetale.

Salate e pepate un pochino e portate a cottura (circa 18 minuti) avendo cura di aggiungere il brodo per non farlo asciugare troppo. Verso fine cottura aggiungete i pistilli di zafferano insieme ad una mestolata di brodo. Quando il riso sarà cotto e avrà formato la tipica cremina (detto anche all’onda), spegnete. Unite il restante burro e il Parmigiano Reggiano e mantecate. Fate riposare per 3 minuti incoperchiato.

Servite con un mazzettino di rosmarino come decorazione.

Per l’abbinamento del vino, il Borgeri Bianco 2014 o in alternativa un ottimo Barbera del Monferrato 🙂

Borgeri bianco

 

 

 

Risotto al mandarino

Risotto al mandarino

Questo risotto l’ho assaggiato in un albergo ristorante in Val Formazza e l’ho trovato divino.

E’ particolare e ne vale proprio la pena, sicuramente adatto per una bella cena romantica 🙂

Ingredienti x 2 p.:

210 gr. riso Carnaroli

500 ml brodo vegetale

40 gr. burro

1 scalogno piccolo

succo di 1 mandarino bio

buccia grattugiata di 1 mandarino bio

sale q.b.

pepe bianco q.b.

formaggio grattugiato Parmigiano Reggiano q.b. per la mantecatura

burro q.b. per la mantecatura

Preparazione:

Mettete sul fuoco il brodo preparato precedentemente.

Intanto affettate finemente lo scalogno e mettete sul fuoco una casseruola con il burro. Appena il burro soffrigge, unite lo scalogno e fate imbiondire. Aggiungete quindi il riso e fate tostare bene, nel frattempo spremete il succo di un mandarino.

Unite una bella mescolata di brodo vegetale al riso e anche il succo del mandarino.

Coprite con il brodo tutto il riso e mescolate aggiungendo un pizzico di sale fino e di pepe. Abbiate cura di aggiungere il brodo al riso quando si asciuga, il tempo di cottura è di circa 18 minuti. Quando il riso avrà fatto la “cremina” vuol dire che è pronto. Spegnete il fuoco e aggiungete un pezzettino di burro e una bella manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolate per mantecare.

Grattugiate sopra il risotto la buccia del mandarino e impiattate aggiungendo 2 spicchi di mandarino come guarnizione.

Buon appetito 🙂

 

 

Zuppa di cipolle alla valtellinese

zuppa di cipolle 2Rieccoci dopo una pausa, con nuove e golose ricette.

Oggi vi propongo una ricetta in tema autunnale/invernale dato che ormai è arrivato il freddo.. si tratta della zuppa di cipolle rivisitata in stile valtellinese 🙂

Ingredienti x 4 p.:

6 cipolle bionde grandi

100 gr. burro

2 lt. brodo vegetale

8 fette di pane casereccio

300 gr. bitto

2 1/2  cucchiai da tavolo farina 00

q.b. sale e pepe

Tempo di cottura: 2h. circa

 Procedimento:

Armandovi di pazienza, tagliate  a rondelle sottili tutte le cipolle, raccogliendole in una grossa ciotola. Disponete il burro in una casseruola capiente e fatelo sciogliere.

Aggiungete le cipolle tagliate e fatele soffriggere, mescolando per bene, fino a quando non saranno belle dorate. A questo punto, unite il brodo vegetale fino a coprire tutte le cipolle.

Portate ad ebollizione e non appena raggiunto, abbassate il fuoco, salate e pepate, incoperchiate e fate cuocere per circa un’ora e mezza.

Nel frattempo tagliate il bitto a lamelle e fate tostare le fette di pane casareccio.

Trascorsa l’ora e mezza, usando un colino, spolverizzate due cucchiai e mezzo di farina 00 nella zuppa di cipolle in cottura, alzate la fiamma e mescolando, fate cuocere ancora per circa 20 minuti.

La zuppa dovrà addensarsi, il suo volume sarà circa la metà di quello iniziale e le cipolle saranno praticamente trasparenti.

Spegnete e preparatevi per l’impiattamento:

Usate fondi in terracotta e per ognuno di essi, disponete una fetta di pane casareccio sul fondo, ricoprite con una manciata di lamelle di bitto, versate la zuppa e completate con un altro pezzetto di pane e qualche scaglia di bitto.  Procedete così per tutti i vostri ospiti.

Accompagnate il tutto con una buona bottiglia di “Inferno” oppure di “Sassella”-