Page 2 of 2

Il polpettone goloso

Il Polpettone Goloso
Il Polpettone Goloso

Eccolo, il Polpettone Goloso, un piatto super gustoso, ottimo sia d’inverno che d’estate e un’ottima idea per il picnic della famosa gita di Pasquetta 🙂

Facile da preparare, piacerà anche ai vostri bimbi ! Io lo preparo dandogli la forma di un rotolo e ricoprendolo di fette di Speck.

Con gli ingredienti indicati sotto potete prepararne due ma se ne volete cucinare solo uno potete dimezzare le quantità degli ingredienti:

Ingredienti:

1 kg. gr. trita fresca di polpa di vitellone

700 gr. salsiccia fresca di suino

100 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato

100 gr. Pecorino romano grattugiato

100 gr. Formaggio tipo fontina

2 uova intere grosse

12 fette di speck (per ricoprire i due rotoli)

1 spicchio d’aglio

1 mazzetto di prezzemolo fresco

q.b. sale grosso

q.b. pepe nero

q.b. spezie (rosmarino, timo, salvia)

q.b. olio evo

Cottura: 1 ora e mezza in forno statico

1 teglia da forno con bordi alti

Procedimento:

In un recipiente grande unite la carne trita, l’aglio tritato, la salsiccia priva di pelle e spezzettata grossolanamente, il parmigiano, il pecorino e il formaggio tagliato a dadini.  Unite le uova e iniziate ad amalgamare il composto aggiungendo anche il prezzemolo tritato, le spezie tritate e ovviamente il sale e pepe.

Nel frattempo accendete il forno statico a 220°.

Ora adagiate metà del composto su un foglio di carta da forno o di alluminio. Date al composto la forma di un rotolo o salsicciotto aiutandovi anche con il foglio di carta da forno/alluminio. Procedete quindi a foderate tutti i lati del rotolo con le fette di speck.

Procedete alla stesso modo con l’altra metà di impasto.

Oliate la teglia e adagiatevi delicatamente i due rotoli e infornate per i primi 30 minuti a 220° e per la restante ora a 200°.

A cottura ultimata fate riposare per 5 minuti e poi tagliate i rotoli a fette e disponeteli sul piatto di portata. Se volete potete accompagnare con verdure a piacimento (spinaci, carotine e patate) oppure con un’insalatina mista.

Il vino che vi consiglio è un ottimo Refosco dal Peduncolo Rosso, il mio preferito è della   Vigna Traverso di Ornella Molon che ho avuto il piacere di degustare ad Autochtona a Bolzano.

E come sempre fatemi sapere i vostri commenti 🙂

 

 

 

 

Orate al cartoccio

Finalmente è arrivata la bella stagione e la voglia di mare aumenta 🙂 Così eccoci con una ricetta di pesce facile e gustosa ! L’orata è un pesce delicato con poche lische adatto anche ai più piccini e poi bisogna anche pensare alla prova costume quindi un po’ di cucina leggera e gustosa come questa ricetta è un’ottima idea 🙂

Ingredienti per 4 pp.:

4 orate freschissime già eviscerate e pulite

300 gr. pomodorini siciliani

4 rametti di rosmarino

4 rametti timo

2 limoni bio

q.b. olio evo

q.b. sale grosso

q.b. carta da forno

1 teglia da forno

Procedimento:

Iniziate accendendo il forno funzione statico a 210°. Nel frattempo sciacquate le orate sotto l’acqua corrente e con una forbice tagliate le pinne laterali e squamate con un coltellino. Prendete la prima orata e adagiatela al centro di un foglio di carta da forno. Nella pancia inserite una fetta di limone e un piccolo pezzo di rosmarino. Salate l’esterno con un pizzico di sale grosso ed unite i pomodorini tagliati a meta. Condite con un filo d’olio evo e un pochino di timo. Ora chiudete il foglio di carta da forno in modo da sigillare bene l’orata. Procedete alla stessa maniera con le altre orate. Disponetele nella teglia ed infornate per circa 25 minuti.

A cottura ultimata estraete la teglia e molto delicatamente aprite uno ad uno i cartocci, estraendo le orate e servendole sui piatti di portata unendo il succo e gli aromi con i pomodorini rimasti nel cartoccio.

Accompagnate con un ottimo vino rosato 🙂

 

Spaghettoni con tonno fresco al sentor di Tirreno

Ormai è primavera e le temperature finalmente si sono alzate, il sole ha fatto capolino e la voglia di mare aumenta 🙂 Quindi anche la cucina si veste di profumi estivi e con questa ricetta partiamo con il piede giusto, il tonno fresco è l’ingrediente magico per un primo piatto con i fiocchi ! 🙂 Bando alle ciance e andiamo a cucinare 🙂

Ingredienti per 4 pp:

200 gr. Tonno fresco

400 gr. spaghettoni di Gragnano

2 spicchi d’aglio spelati

1 manciata capperi toscani sotto sale sciacquati

6 pomodorini sardi

2 peperoncini secchi

1 manciata generosa di olive toscane

1 cucchiaino di triplo concentrato di pomodoro

q.b. olio evo

q.b. sale grosso

q.b. sale fino alle erbe

q.b. pepe

mezzo bicchiere di vino bianco secco

q.b. prezzemolo fresco

Procedimento:

Mettete a bollire l’acqua salata per gli spaghettoni. Tagliate quindi a dadini il tonno fresco e quando l’acqua bolle, buttate gli spaghettoni e portate a cottura per 14 minuti.

In un tegame unite abbondante olio evo, gli spicchi d’aglio, i capperi, i peperoncini spezzettati e rosolate. Aggiungete poi i cubetti di tonno e saltate. Sciogliete il concentrato nel vino bianco e, quando il tonno è rosolato, sfumate ben bene. Quando l’alcol del vino è evaporato, unite le olive toscane, il pizzico di sale e il pepe e fate amalgamare i sapori cuocendo per circa 10 minuti.

Nel frattempo tagliate i pomodorini sardi a spicchi e, a 3 minuti dalla cottura della pasta, uniteli al tonno. Scolate quindi gli spaghettoni e versateli nel tegame, fate saltare e spegnete.

Spolverizzate con un filo d’olio evo e il prezzemolo fresco tritato.

Accompagnate con un ottimo vino bianco o un rosato di Bolgheri 🙂

 

 

 

 

 

Polpo con le patate

polpo-con-le-patate

Eccoci con un’ottima ricetta leggera e salutare 🙂

Il famoso Polpo con le patate, un must quando si parla di cucina di mare !

Facilissimo da preparare e consigliato anche come antipasto per un’ottima cena a base di pesce.

Ma, bando alle ciance e diamoci da fare 🙂

Ingredienti per 4 pp:

1.3 kg. di polpo freschissimo e già pulito

1 carota

1 gambo di sedano

1 pizzico di sale grosso

4 patate grosse

1 mazzetto di prezzemolo fresco

q.b. olio evo

Procedimento:

Iniziate con lo sciacquare sotto acqua corrente il polpo o i due polpi (io ne ho comprati due).

Sbattete con forza il polpo su un tagliere in modo da ammorbidire le fibre.

In una pentola molto capiente, aggiungete il polpo, la carota già pulita, il gambo di sedano tagliato in due e un pizzichino di sale grosso e coprite il tutto con acqua fredda.

Mettete a bollire e quando giunge a bollore, abbassate la fiamma al minimo e incoperchiate. Fate cuocere per circa 1h e 20 minuti, avendo cura di mescolare ogni tanto il polpo.

Nel frattempo mettete le patate a bollire in una casseruola con acqua fredda. Anche qui portate a bollore, poi abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 40 minuti.

Bene adesso che tutto cuoce, potete anche rilassarvi, magari leggendo qualche bel libro oppure semplicemente gustandovi un ottimo tea inglese 🙂

A qualche minuto di cottura delle patate, mondate il prezzemolo e tagliatelo finemente.

Scolate le patate e fatele raffreddare per circa 10 minuti abbondanti. Pelate le patate e tagliatele a tocchetti irregolari ponendole in un recipiente da portata.

Quando il polpo è cotto, spegnete il fuoco e estraetelo dalla pentola con delle pinze. Poggiatelo nello scolapasta e passatelo sotto l’acqua fredda in modo da togliere la pelle.

Su un’asse da lavoro, tagliate a pezzi grossolani il polpo e uniteli alle patate già tagliate.

Insaporite con prezzemolo, un pizzico di sale fino e abbondante olio evo.

Potete portare direttamente in tavola e servire a piacere oppure potete sbizzarrirvi e creare una composizione per ogni piatto di portata 🙂 Accompagnate con una buona bottiglia di Chiaretto classico del lago di Garda 🙂

Semplice vero ? 🙂

 

 

 

 

Dolce di San Valentino :-) Tiramisù all’Armagnac

tiramisu-allarmagnac

Se state pensando ad una cenetta intima di San Valentino, sicuramente non potete non preparare il dolce ! Diciamo che è l’ingrediente “speciale” ed indispensabile della serata 🙂 Ma cosa cucinare ?

E poi quest’anno San Valentino cade di martedì quindi per qualcuna il tempo di mettersi a preparare il dolce al rientro del lavoro proprio non c’è… e quindi cosa fare? Io vi consiglio questo ottimo Tiramisù all’Armagnac che potete preparare la sera prima ed “estrarlo” dal frigorifero” la sera di San Valentino, giusto 10 minuti prima di gustarlo ! 🙂

L’Armagnac è l’ingrediente “speciale” di questo Tiramisù, il tocco in più per una deliziosa serata. E’ un distillato di buona fattura e lo trovate tranquillamente in vendita nelle enoteche oppure nelle corsie dei supermercati più forniti…

Io lo preparo in un contenitore da conserve (come quelli usati per le marmellate fatte in casa) ma potete servirlo come più vi piace magari anche in piccole cocotte..

Pronte?:-)

Ingredienti per 2 pp (abbondante):

250 gr. mascarpone fresco

10/12  savoiardi

75 gr. zucchero di canna

3 uova freschissime

1 tazzina di caffè amaro ristretto

1 tazzina da caffè di acqua naturale

2 cucchiai da tavola di Armagnac

q.b. cacao amaro in polvere

Procedimento:

Per prima cosa separate in due recipienti diversi i tuorli dagli albumi.

In un contenitore sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema quasi bianca e spumosa. Unite quindi poco alla volta il mascarpone e amalgamate ben bene.

Nel frattempo preparate una tazzina di caffè amaro ristretto. Versatelo in un piatto fondo insieme ad una tazzina di acqua naturale e i due cucchiai di Armagnac. Stemperate bene e fate raffreddare.

Montate quindi a neve fermissima gli albumi e incorporateli pian piano al composto di mascarpone.

Ora prendete i savoiardi e tagliandoli per adattarli al recipiente, immergeteli prima da un lato e poi dall’altro nella bagna di caffè e Armagnac. Adagiateli quindi sulla superficie del contenitore formando quindi una base. Versatevi la crema di mascarpone creando così il primo strato. Quindi ricoprite con altri savoiardi imbevuti e con la crema di mascarpone. Se riuscite fate un altro strato e subito dopo la crema di mascarpone, cospargete con abbondante cacao amaro in polvere.

Ponete in frigorifero e … tranquille, il dolce per la serata di San Valentino sarà squisito ! 🙂

 

 

 

La ricetta di San Valentino: Scaloppine di pollo al lime e anice stellato

scaloppine-di-pollo-al-lime-e-anice-stellato

Eccoci oggi con una ricetta originale 🙂

Non il solito pollo arrosto oppure impanato ma delle semplici e gustose scaloppine di fesa di pollo al lime e anice stellato ! Una ricetta originale per una serata speciale di San Valentino 🙂

Ingredienti per 2 pp:

6 fettine di fesa di pollo

60 gr. burro

2 lime

mezzo bicchiere da tavola di vino bianco secco

3/4 frutti di anice stellato

2 cucchiai da tavolo di olio evo

q.b. farina 00

q.b. sale e pepe

Procedimento:

Infarinate leggermente le fettine di petto di pollo.

Fate soffriggere il burro e l’olio in una padella antiaderente dai bordi alti ed unite le fettine di pollo.

Fate rosolare da entrambi i lati e sfumate con il vino bianco. Fate evaporare e subito dopo unite il succo dei lime spremuti.  Abbassate la fiamma e aggiungete i frutti di anice stellato salando e pepando a vostro piacere.  Coprite con il coperchio e fate cuocere a fiamma dolce per circa 15 minuti, girando di tanto in tanto le fettine.

A cottura ultimata spegnete e fate riposare per un minuto.

Servite con un contorno a piacere ed accompagnate con un ottimo vino rosato… 🙂

Provate e fatemi sapere ! 🙂

Trote salmonate all’arancia su gratin di patate e salsa kiwi

trota-salmonata-allarancia-su-gratin-di-patate-e-salsa-di-kiwi

Oggi vi propongo una ricetta di pesce, non la solita sogliola, ma la trota salmonata che è comunque apprezzata anche dai più piccini 🙂 e poi, diciamocelo, un po’ di pesce ogni tanto fa bene !

Io ho preparato i filetti con delle patate tagliate a spicchi (giusto per ingolosire un po’ di più mio figlio) ma se volete potete cucinare il contorno che amate di più 🙂

Ingredienti per 4 pp.:

Per i filetti di pesce:

4 filetti freschi di trota salmonata

2 arance rosse

70 gr. burro

1 filo d’olio evo

q.b. farina 00

q.b. prezzemolo fresco

q.b. sale fino

q.b. latte

Per le patate:

4 patate medie

30 gr. burro

1 filo d’olio evo

q.b. sale fino

Per la Salsa al kiwi:

1 kiwi maturo

4 cucchiai da tavola di olio evo

1 cucchiaio di yogurt bianco magro

1 pizzico di sale fino

Procedimento:

Se i filetti non sono già stati spinati, con una pinzetta strappate con cura le lische nella parte centrale di ogni filetto lasciando però la pelle.

Immergete velocemente i filetti nel latte precedentemente versato in una terrina e passateli successivamente nella farina avendo cura di infarinarli per bene. Infine adagiateli su un’ asse di lavoro.

Lavate, pelate e tagliate le patate a spicchi non troppo grandi.

Fate soffriggere in un tegame dai bordi alti il burro e il filo d’olio evo e unite le patate. Fatele rosolare da tutti i lati e dopo averle salate, abbassate la fiamma avendo cura di incoperchiare. Fate cuocere, mescolando ogni tanto, per circa 25-30 minuti.

Nel frattempo mettete sul fuoco un grande tegame con bordi alti e fate soffriggere il burro con l’olio. Appena sfrigola, unite delicatamente i filetti di trota dalla parte della pelle e fate rosolare per 2 minuti. Sfumate quindi con il succo d’arancia e, dopo 2 minuti, abbassate la fiamma, salate e coprite con un coperchio.  Fate cuocere per circa 20-25 minuti.

Nel frattempo mondate il prezzemolo e tritatelo finemente.

In un contenitore da mixer, unite il kiwi pelato e tagliato a tocchetti, l’olio evo, lo yogurt e un pizzico di sale. Frullate il tutto con cura, incorporando l’aria in modo da rendere la salsa spumosa.

Togliete dal fuoco i filetti ormai cotti e con delicatezza eliminate da ciascuno la pelle.

Su ogni piatto disponete un letto di patate, un filetto di trota salmonata sul quale cospargerete un pizzico di prezzemolo e a fianco due/tre cucchiaini da tea di salsa al Kiwi 🙂

Che dire, provate e fatemi sapere 🙂

 

 

Risotto cremoso al prosciutto crudo e rosmarino

Risotto al rosmarino
Risotto Cremoso al rosmarino

Oggi vi presento un risotto super gustoso da preparare anche in inverno perché prevede l’utilizzo della ricotta che renderà questo primo piatto cremoso e irresistibile 🙂

Ingredienti:

320 gr. riso Carnaroli

mezza cipolla bionda

200 gr. prosciutto crudo di Parma Dop a listarelle

1 rametto rosmarino

2 cucchiai da cucina di ricotta vaccino

1 lt brodo vegetale

1 bicchiere vino bianco secco

q.b. Parmigiano Reggiano Dop

q.b. burro

q.b. sale e pepe

Procedimento:

In una casseruola soffriggete la cipolla con il burro. Quando la cipolla è imbiondita, unite il riso e fate tostare per 2/3 minuti. Sfumate con il vino bianco e unite il brodo vegetale a copertura del riso. Aggiungete gli aghi sminuzzati del rosmarino e quando il riso si asciuga allungate man mano con il brodo. Il tempo di cottura è di circa 18 minuti.

Nel mentre che il riso cuoce, fate saltare in una padella antiaderente il prosciutto tagliato a listarelle finché diventa croccante.

A metà cottura del riso, unite il prosciutto croccante e provvedete a salare e pepare.

Fate attenzione a salare perché con il prosciutto il riso rimane già saporito.

A fine cottura, togliete il risotto dal fuoco e provvedete a mantecare con la ricotta.

Impiattate e aggiungete il Parmigiano Reggiano a gradimento.