Risotto radicchio e robiola

Risotto con radicchio e robiola
Risotto radicchio e robiola

Oggi parliamo di una ricetta squisita, il risotto con radicchio e robiola 🙂 Ideale per una cena tra amici oppure per un pranzo con le amiche 🙂 Il radicchio rosso è anche indicato nelle diete perché ha pochissime calorie ed ha proprietà depurative e digestive.

Passiamo subito alla ricetta:

Ingredienti:

250 gr. Radicchio rosso di Treviso

300 gr. Riso Carnaroli

100 gr. Robiola

20 gr. burro

1 lt. brodo vegetale preparato in precedenza

1 scalogno

mezzo bicchiere di vino bianco per sfumare

q.b. sale

q.b. pepe nero

Note:

Ricetta facile

Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparazione:

Iniziate con lavare e asciugare il radicchio e infine tagliatelo finemente. Fate quindi scaldare il burro nella risottiera e aggiungete lo scalogno, precedentemente tagliato anch’esso fine. Fate appassire lo scalogno e versatevi il riso.

Fate tostare ben bene sempre mescolando con un mestolo di legno ed in seguito sfumate con il vino bianco. Unite man mano il brodo caldo per non farlo asciugare e, a circa 10 minuti di cottura, aggiungete  il radicchio. Portate quindi a termine la cottura del riso per i restanti 8 minuti circa e poi togliete dal fuoco.

Procedete quindi con la mantecatura, unite la robiola avendo cura di amalgamare bene il tutto, il pizzico di sale e una macinata di pepe:-)

E come sempre per degustare al meglio questo risotto, vi consiglio un ottimo  Bonarda Azienda Calvi   in esclusiva sul sito di Galleria Alcolica

 

 

 

 

 

 

 

Asparagi con uova

Asparagi con uova
Asparagi con uova

Eccoci con un classico della cucina lombarda, piatto tipicamente milanese, molto apprezzato per la sua bontĂ . Come anticipato nel mio articolo precedente Consigli in pentola, questo piatto è perfettamente in linea con il piano alimentare perchĂ© comprende sia proteine (uova)  che verdure (asparagi) al quale vanno però ad aggiungersi i condimenti ovvero il burro e anche il formaggio (Parmigiano Reggiano).  Gli asparagi sono ricchi di vitamine e sono indicati nel consumo alimentare come prevenzione per il diabete di tipo 2 e favoriscono la depurazione dell’organismo con l’eliminazione delle sostanze dannose e dei radicali liberi. Vi consiglio di pulirli bene perchĂ© possono avere ancora della terra sui gambi e di preparare le uova due per volta. A vostro piacere se aggiungere il Parmigiano Reggiano grattugiato o se gustarli al naturale come faccio io 🙂

Ingredienti per 4 p.p.:

1.5 kg. Asparagi

8 uova medie

50 gr. burro possibilmente biologico e a km. 0

4 cucchiai da tavolo di Parmigiano Reggiano grattugiato

q.b. sale grosso

Preparazione:

Pulite sotto l’acqua corrente gli asparagi e tamponateli con delicatezza con un canovaccio per asciugarli. Tagliate con un coltellino le parti bianche e piĂą dure dei gambi. Con un pelapatate pulite la parte esterna dei gambi così risulteranno piĂą morbidi.

Legateli  con lo spago da cucina  in modo da ottenere tanti mazzetti e disponeteli in una pentola alta e stretta con acqua salata abbondante, in nodo da avere le punte che “spuntano” dall’acqua che si cuoceranno con il vapore. Se non avete la pentola per la cottura degli asparagi potete utilizzare una casseruola lunga cosicchĂ© da poter stendere gli asparagi per la loro lunghezza.

Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere per circa 15 minuti finché gli asparagi non risulteranno morbidi.

Nel frattempo cuocete le uova all’occhio di bue: in una padella antiaderente fate sciogliere il burro e adagiatevi due uova per volta senza romperle e quando saranno cotte, toglietele dalla padella e tenetele da parte. Procedete con le restanti uova. Scolate quindi gli asparagi, tagliate lo spago e impiattate una porzione a testa, adagiandovi sopra le due uova e un pochino di burro fuso rimanente dalla cottura delle uova. Procedete così per ogni piatto e spolverizzate di Parmigiano Reggiano.

Potete abbinare a questo piatto tipico un ottimo Pinot Nero, io vi consiglio il Pinot Nero IGT prodotto dall’Azienda agricola Calvi di Canneto Pavese: eccovi il link per la scheda tecnica, per acquistarlo e degustarlo:-)  Pinot Nero Calvi