Un’idea per il menù di Natale e Santo Stefano? Risotto taleggio e radicchio con dadini di Speck

risotto-taleggio-e-radicchio-con-dadini-di-speck

Natale si avvicina e anche l’ansia da prestazione culinaria !!

Eccovi quindi una ricetta semplice ma super buona 🙂 da gustare anche a Santo Stefano se a Natale non volete rinunciare ai classici tortellini in brodo 🙂 Infatti se avanzate un  po’ di brodo di Cappone, lo potete utilizzare per questo ottimo primo !

Non per niente in cucina non si butta via mai niente 🙂

Ingredienti per 6 pp:

360 gr. riso Carnaroli

1 lt. brodo di cappone

mezzo bicchierino di Grappa

80 gr. burro

1 cipolla bionda

80 gr. taleggio dop

70 gr. Speck Kofler tagliato a dadini

200 gr. Radicchio Trevisano

q.b. Parmigiano Reggiano

q.b. sale fino

q.b. pepe nero

Procedimento:

Sbucciate e tagliate finemente la cipolla. Mettete a scaldare il brodo di cappone filtrato.

Mondate e tagliate a listarelle il radicchio trevisano e il taleggio tagliato a tocchetti.

In una casseruola per risotto fate sciogliere 50 gr. di burro e appena sfrigola, unite la cipolla.

Fate imbiondire la cipolla e aggiungete il riso Carnaroli. Tostate a fiamma alta per 2 minuti e sfumate con la grappa, aggiungete una mestolata di brodo e abbassate la fiamma. Unite ora il radicchio e allungate pian piano con il restante brodo. Salate e pepate e portate a cottura (circa 18 minuti).

Nel frattempo che il riso cuoce, fate tostare in una padella antiaderente lo speck.

A 5 minuti dalla cottura, unite al riso lo speck. A cottura ultimata, togliete dal fuoco e amalgamate con il restante burro, il taleggio e due cucchiai di Parmigiano Reggiano.

Facile vero ? 🙂 E se volete, accompagnate con un ottimo Raboso Frizzante di Ornella Molon, Campo di Pietra 🙂

Pronti per Natale ??? 🙂 🙂

 

 

Girovagando nel borgo medievale: Grazzano Visconti

grazzano-visconti-1

Per gli amanti delle gite fuori-porta o solo per una passeggiata in famiglia, oggi vi suggerisco un grazioso borgo medievale non troppo distante da Milano: Grazzano Visconti in provincia di Piacenza. L’ho scoperto grazie al “Festival dei Gatti” che si è svolto proprio a Grazzano Visconti il 24 e 25 settembre.

Devo dire che il festival era veramente ben organizzato, il mondo dei gatti a 360° con mercatini, laboratori didattici e ovviamente gatti di tutte le razze presentati dagli innumerevoli allevatori. Tralasciando questo evento, che consiglio vivamente di visitare l’anno prossimo, la vera chicca è stata proprio il borgo di Grazzano Visconti. Un piccolo borgo medievale in tutto il suo plendore, risalente al lontano 1300 ma sapientemente ricostruito dal Duca Giuseppe Visconti che ha ridato luce all’imponente castello, al borgo e al parco. Potete quindi ammirare alberi secolari, statue, fontane,  fontanelle.. non solo, potrete anche gustarvi la cucina tradizionale piacentina nelle osterie presenti nel borgo e acquistarne i prodotti nelle botteghe ! Salame, coppa e pancetta ma anche dolci come la torta Sbrisolona e i biscotti. Vi consiglio di visitare la bottega “Matildica” dove potrete degustare ed acquistare birre artigianali varie tra cui la birra Francigena e l’idromele, a dir poco fantastici !!! 😄

Quindi cosa aspettate, prendetevi una giornata di relax, cultura e cucina !!!

Ah dimenticavo… al link trovate gli eventi in programma in questo piccolo paradiso 🙂 http://www.grazzano.it/

Questo slideshow richiede JavaScript.