Page 4 of 4

I miei Pizzoccheri :-)

pizzoccheri

Adoro i pizzoccheri ! Un ottimo piatto unico invernale della Valtellina che unisce verdure e un ottimo formaggio, il Casera DOP. Ho anche un bellissimo ricordo, di una stupenda giornata passata  in cucina a prepararli insieme alla brigata del hotel Bagni Nuovi a Bormio ūüôā ūüôā

Questa √® la mia ricetta, per facilitarvi il compito ho inserito i pizzoccheri (la pasta) gi√† pronti ma l’ideale sarebbe farli a mano con la farina di grano saraceno, la farina 00 e l’acqua fredda ūüôā Pi√Ļ avanti pubblicher√≤ anche l’impasto, non perdetevelo ! ūüôā

Ingredienti per 6 pp:

500 gr. Pizzoccheri già pronti

4 patate medie

1/2 verza

750 gr. erbette

750 gr. coste

400 gr. formaggio Casera DOP

300 gr. burro

1 mazzetto salvia fresca

3 spicchi d’aglio

q.b. formaggio Parmigiano Reggiano DOP

q.b. sale grosso

Procedimento:

Pulite la verza e tagliatela a listarelle.

Pulite sia le coste e le erbette e tagliatele grossolanamente.

Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti.

In una casseruola capiente, ponete tutte le verdure e portate a bollore con abbondante acqua salata. Nel frattempo affettate il formaggio a cubetti.

Quando l’acqua delle verdure bolle, fatele cuocere per altri 10 minuti e aggiungete quindi i pizzoccheri e fate cuocere per ulteriori 10 minuti. Contemporaneamente, in un tegame, sciogliete a fuoco lento il burro con la salvia e gli spicchi d’aglio sbucciati.

Scolate le verdure e i pizzoccheri in una grande zuppiera e incorporate i cubetti di formaggio, avendo cura di amalgamarli bene. Versate a questo punto il burro fuso insaporito con la salvia e l’aglio.

Cospargete con un’abbondante quantit√† di Parmigiano Reggiano e servite caldi con un grande vino della Valtellina (Grumello docg., Inferno docg., Sassella docg.).

 

 

 

 

Autochtona arrivo :-)

autochtona

Ci siamo quasi !!! ūüôā

Nonsolocucinando sarà presente alla Fiera Autocthona che si svolgerà da lunedì 24 a martedì 25 ottobre a Bolzano.

Oltre 1.000 presenze e 100 produttori vinicoli provenienti da ben 16 differenti regioni d‚ÄôItalia, paese primo al mondo per biodiversit√†. Tra le moltissime variet√† sconosciute al pubblico come il “Semidano”, proveniente dalla Sardegna, oppure “Invernenga”, antica variet√† bresciana o ancora tanti rarissimi vini.

Da non perdere assolutamente il concorso ‚ÄúAutoctoni che passione!‚ÄĚ, coordinato dal giornalista Pierluigi Gorgoni,¬† che chiuder√† la manifestazione con la consegna degli ‚ÄėAutochtona Award‚Äô:¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† I vini saranno degustati da una giuria composta da esperti italiani e stranieri, che assegner√† gli awards ai migliori per ciascuna categoria oltre alla consegna del pi√Ļ importante riconoscimento ‚ÄúPremio Speciale Terroir‚ÄĚ.

Mi fermo qui … altrimenti vi svelo tutto ūüôā
Nel frattempo date un’occhiata alla web page della Fiera: http://www.autochtona.it e alla pagina facebook: http://www.facebook.com/Autochtona
Colgo l‚Äôoccasione per ringraziare vivamente Autochtona per avermi invitato a questo evento che si prospetta ricco di emozioni ! ūüôā

Curiosi ? ūüôā ūüôā
Non perdetevi il reportage del dopo fiera !!!
naturalmente su questo blog e su Facebook :  https://www.facebook.com/nonsolocucinando/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Girovagando nel borgo medievale: Grazzano Visconti

grazzano-visconti-1

Per gli amanti delle gite fuori-porta o solo per una passeggiata in famiglia, oggi vi suggerisco un grazioso borgo medievale non troppo distante da Milano: Grazzano Visconti in provincia di Piacenza. L’ho scoperto grazie al “Festival dei Gatti” che¬†si √® svolto proprio a Grazzano Visconti il 24 e 25 settembre.

Devo dire che il festival era veramente ben organizzato, il mondo dei gatti a 360¬į con mercatini, laboratori didattici e ovviamente gatti di tutte le razze presentati dagli innumerevoli allevatori. Tralasciando questo evento, che consiglio vivamente di visitare l’anno prossimo, la vera chicca √® stata proprio il borgo di Grazzano Visconti. Un piccolo borgo medievale in tutto il suo plendore, risalente al lontano 1300 ma sapientemente ricostruito dal Duca Giuseppe Visconti che ha ridato luce all’imponente castello, al borgo e al parco. Potete quindi ammirare alberi secolari, statue, fontane,¬† fontanelle.. non solo, potrete anche gustarvi la cucina tradizionale piacentina nelle osterie presenti nel borgo e acquistarne i prodotti nelle botteghe ! Salame, coppa e pancetta¬†ma anche dolci come la torta Sbrisolona e i biscotti. Vi consiglio di visitare la bottega “Matildica” dove potrete degustare ed acquistare birre artigianali varie tra cui la birra Francigena e l’idromele, a dir poco fantastici !!! ūüėĄ

Quindi cosa aspettate, prendetevi una giornata di relax, cultura e cucina !!!

Ah dimenticavo… al link trovate gli eventi in programma in questo piccolo paradiso ūüôā http://www.grazzano.it/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Luzi: Fusilli Farro e Fave

fusilli-farro-e-fave

Ormai il bio è di moda, basta andare  al supermercato per trovare ormai un buon assortimento di prodotti bio/macrobiotici/integrali mentre in passato, si potevano acquistare solo in farmacia e nei negozi specializzati.

Senza nulla togliere ai prodotti veramente naturali e adatti alle varie patologie (senza glutine, integrali …) venduti nei punti vendita specializzati, al supermercato sembra di essere in una giungla di marchi che sventolano titoloni di prodotti¬†del tipo “senza zuccheri aggiunti”, “al 100% integrale”, “senza glutine” etc e poi, quando, malauguratamente, ti prende il piglio di leggere gli ingredienti, ti cadono veramente le braccia !! La realt√† √® un’altra… la percentuale di prodotto naturale (esempio farro)¬†√® veramente esigua, tipo un 10% sulla percentuale totale … Questo¬†perch√© la maggior parte di queste etichette, per vendere, punta¬†solamente sui fantomatici¬†ingredienti naturali¬†ma non sulla effettiva¬†presenza di quest’ultimi… che in effetti risulta essere alquanto minima…

Quindi nella rubrica recensioni, troverete d’ora in poi, qualche “dritta” su prodotti veramente naturali e bio !¬†Diciamo che mi piace¬†provare ingredienti naturali e¬†variare nelle marche, complice anche mio marito che si diverte al supermercato a scovare sempre marche nuove.. ūüôā

Oggi parliamo di questi fusilli¬†farro e fave prodotti dalla Luzi Srl di San Lorenzo¬†in Campo¬†(PU)¬†¬†http://www.luzifood.it/ ,che produce oltre a pasta, anche cereali, legumi e¬†farine varie (farro, orzo, fave, segale e mais). La Luzi √® stata anche fornitore ufficiale dei giochi olimpici a Londra del 2012 ! e presenta tutte le certificazioni nel campo dell’alimentazione biologica. Mio marito l’ha comprata al supermercato Tigros, al costo di 2,99 euro. Certo non a buon mercato per 500 gr. di prodotto ma sicuramente meglio in fatto di qualit√† e gusto !

Date un’occhiata al catalogo, √® veramente molto ampio e dettagliato !:-)http://www.luzifood.it/pdf/LUZI-CATALOGO_it.pdf ūüôā

I fusilli farro e fave hanno una percentuale di farina integrale di farro biologico del¬†66,6%, di farina integrale di fava biologica del 33,3% e acqua. Quindi niente prese in giro … La confezione √® di 500 gr, dettagliata negli ingredienti e nei valori nutrizionali. La cottura √® di 8-10 minuti, io l’ho scolata ai 9 minuti ed era perfetta. Fate attenzione per√≤ ! Contiene glutine quindi non √® adatta agli intolleranti al glutine e alle persone celiache !!

Devo dire che √® stata una sorpresa ! Buona e facile da preparare con qualsiasi condimento (io l’ho preferita al pesto ma potete condirla come pi√Ļ vi piace, al pomodoro, in “bianco”, con datterini, basilico, olive nere e un filo d’olio extravergine spremuto a freddo).

Insomma, sbizzarritevi sul condimento ma anche sui vari formati presentati dalla Luzi e postatemi i vs. commenti ! ūüôā ūüôā

luzi