Pennette in crema di carciofi e olive

pennette rigate carciofi e olive

Oggi vi presento un primo piatto veramente saporito  🙂

L’ingrediente principale Ă© un ortaggio molto amato in Italia dove viene coltivato largamente ed il primato per la maggiore produzione spetta alla Puglia, Sicilia e alla Sardegna.

I carciofi contengono molti sali minerali (sodio, potassio, calcio, fosforo) e vitamine (C, B e K) ma anche ferro e rame.

Grazie ai flavonoidi in essi contenuti possiamo dire che i carciofi sono utili contro i disturbi del fegato e contribuiscono all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo.

E’ un ottimo diuretico ed aiuta a favorire la digestione.

Il carciofo Ă© quindi utilizzato in medicina naturale ma in cucina la sua presenza Ă© ampia, tant’Ă© che moltissimi sono i piatti regionali realizzati con questo ortaggio !

Il piatto di oggi vede i carciofi in abbinamento alle olive e, vedrete, non ve ne pentirete !

Ingredienti: (per 4 persone)

370 gr. pennette rigate

4 carciofi medi

90 gr. robiola

1 lime

60 gr. olive nere e verdi denocciolate

1 spicchio d’aglio in camicia

1/2 bicchiere da tavola di vino bianco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. coriandolo

q.b. Parmigiano Reggiano

Preparazione:

Iniziate pulendo i carciofi e privandoli delle prime foglie dure e della barba interna.

Tagliateli a julienne sottili ed immergeteli in una scodella contenente acqua ed il succo di un lime (compresa la buccia).

Nel frattempo tagliate a rondelle anche le olive.

Mettete a bollire l’acqua per le pennette e preparate un salta pasta con un filo d’olio evo e uno spicchio d’aglio in camicia.

Quando l’olio del salta pasta soffrigge, unitevi i carciofi scolati e saltateli per qualche minuto a fuoco alto.

Sfumate i carciofi con il vino bianco e poi abbassate la fiamma a fuoco medio.

Unitevi un mestolino d’acqua della pasta ed aggiustate di sale, pepe e un pizzico di coriandolo.

Incoperchiate e fate cuocere per circa 10-12 minuti.

Eliminate l’aglio e quando i carciofi saranno ammorbiditi, versatene piĂą della metĂ  in un mixer insieme alla robiola ed un goccio d’olio.

Mixate il tutto e riversate nuovamente il composto nel salta pasta insieme al resto dei carciofi.

Scolate le pennette ed unitele alla crema di carciofi mescolando per amalgamare il tutto.

Impiattate con una generosa spolverizzata di Parmigiano Reggiano.

Potete accompagnare con un buon vino rosso leggero oppure con un buon Barbera  🙂

Annunci

Farfalle Tricolore

farfalle tricolore

Ingredienti per 4 persone:

380 gr. farfalle

zucchine gr. 400

gamberetti giĂ  sgusciati e puliti gr. 400

pomodori ciliegino gr. 300

1 manciata di pinoli

1 spolverata di drangocello

vino bianco per sfumare

1 spicchio d’aglio in camicia

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. olio evo

q.b. pecorino toscano gratuggiato

Preparazione:

Mettete l’acqua per la pasta a bollire e in un’altra pentola l’acqua per i gamberetti.

Nel frattempo tagliate le zucchine a rondelle e i pomodorini a metĂ  e mettete da parte.

Non appena l’acqua salata bolle, buttate i gamberetti a bollire per circa 4 minuti.

Nel frattempo buttate anche le farfalle.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio d’olio evo e uno spicchio d’aglio in camicia.

Appena soffrigge, unite le zucchine e fate saltare per due minuti a fuoco vivo.

Nel frattempo scolate i gamberetti e teneteli da parte.

Sfumate le zucchine con mezzo bicchiere di vino bianco ed aggiungete la manciata di pinoli.

Abbassate la fiamma a fuoco medio basso ed aggiungete un mestolino dell’acqua di cottura delle farfalle.

Togliete l’aglio in camicia, salate, pepate ed unite un poco di dragoncello.

Unite a questo punto i pomodorini e fate cuocere.

Due minuti prima di scolare le farfalle aggiungete i gamberetti alle zucchine e pomodorini.

Scolate le farfalle e fatele saltare insieme alle zucchine, i gamberetti ed i pomodorini a fuoco vivo per un minuto circa, unendo un cucchiaio da tavola di olio evo.

Spegnete e  servite con una buona dose di pecorino toscano 🙂

Farfalle cavolini di Bruxelles e Speck

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. pasta tipo farfalle

300 gr. cavolini di Bruxelles tagliati a dadini

200 gr. pomodorini ciliegini

160 gr. speck tagliato a dadini o listarelle

1/2 cipolla

1 bustina di zafferano

1 manciata di pinoli

2 cucchiai da tavola di vino bianco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. Parmigiano Reggiano grattuggiato

Preparazione:

Questo Ă© un primo piatto un pò particolare per via dell’utilizzo dei cavolini di Bruxelles che solitamente sono comsumati come contorno.

Iniziate mettendo a bollire l’acqua salata per le farfalle.

Nel frattempo lavate i cavolini, togliete le prime foglie e tagliate a dadini.

Lavate anche i pomodorini ciliegini e tagliateli in quattro spicchi ognuno.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio di olio evo e fate soffriggere la cipolla.

Appena la cipolla Ă© dorata, unite i cavolini di Bruxelles e fate saltare per 2/3 minuti.

Sfumate con due cucchiai di vino bianco ed aggiungete lo speck e la manciata di pinoli.

Nel frattempo buttate le farfalle.

Prendete un mestolino d’acqua della pasta ed aggiungetela ai cavolini e speck che stanno cuocendo  nel saltapasta.

Aggiungete subito lo zafferano e, mescolando, unite i pomodorini.

Salate poco per via dello speck e pepate.

Incoperchiate ed abbassate la fiamma.

Scolate le farfalle nel saltapasta e saltate per un minuto.

Impiattate spolverizzando con il Parmigiano Reggiano 🙂

Passato di piselli e patate con cuore di ricotta e pinoli croccanti

Ingredienti:

400 gr. patate tagliate a dadini

400 gr. piselli medi

1 scalogno

2 cucchiai da tavola di vino bianco per sfumare

1 lt. acqua fredda

1 manciata di pinoli

q.b. ricotta fresca

q.b. olio evo

q.b. sale grosso e fine

q.b. pepe

q.b. prezzemolo

q.b. erbe provenzali

2 rametti rosmarino

mezza baguette per i crostini

Preparazione:

In una casseruola fate soffriggere lo scalogno affettato con un cucchiaio da tavola di olio evo.

Unite quindi i piselli e le patate.

Fate rosolare e sfumate con due cucchiai da tavola di vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda ed unite un rametto di rosmarino, una macinata di erbe provenzali, il sale grosso ed il pepe.

Cuocete a fiamma alta senza coperchio finchè non raggiunge il bollore.

Quando bolle, incoperchiate ed abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 35-40 minuti, fino a quando le patate non saranno belle morbide.

Nel frattempo preparate i pinoli ed i crostini di baguette.

In una padella antiaderente fate scaldare a fuoco basso una manciata di pinoli e quando saranno dorati spegnete e mettete da parte.

Tagliate la mezza baguette a dadoni e fateli rosolare in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio evo, una presina di sale e l’altro rametto di rosmarino.

Quando i crostini di baguette saranno dorati e croccanti, spegnete il fuoco e metteteli da parte.

Spegnete la casseruola con le patate e i piselli.

Con un minipimer frullate bene e rimettete sul fuoco per altri cinque minuti.

Nel frattempo prendete la ricotta fresca per preparare i cuori.

Dopo aver spento il passato, impiattate e disponete al centro una quenelle di ricotta per piatto.

Aggiungete alcuni pinoli, due/tre crostini di baguette e un filo di olio evo 🙂

Zuppa di lenticchie rosse e patate

Ingredienti:

250 gr. lenticchie rosse piccole

150 gr. guanciale a cubetti

5 patate medie

1 scalogno

1 rametto rosmarino

2 foglie salvia

1 bicchiere da tavola di vino bianco

1 lt acqua fredda

q.b. olio evo toscano

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. focaccia toscana

Tempo ammollo lenticchie minimo 2 ore

Tempo di cottura: 35/40 minuti

Preparazione:

Circa due ore prima della preparazione, sciacquate le lenticchie e mettetele a bagno in un recipiente.

Pelate e tagliate le patate a cubetti e mettetele in un contenitore con dell’acqua fredda.

Nel frattempo  versate 2/3 cucchiai da tavolo di olio evo e un pezzettino di burro in una casseruola alta.

Scaldate e fate soffriggere lo scalogno affettato finemente.

Quando lo scalogno ha preso colore, unitevi il guanciale tagliato a cubetti, la salvia ed il rosmarino.

Fate rosolare ed aggiungete le lenticchie.

Mescolate e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda (arrivate con l’acqua fin poco sotto il bordo della pentola) e le patate scolate.

Mescolando, salate (sale grosso) e pepate.

Portate ad ebollizione.

Fate bollire per circa 5 minuti senza coperchio, poi abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Prima di servire la zuppa, scaldate la focaccia toscana e tagliatela in piccoli quadrotti (come se fossero dei crostini).

Impiattate la zuppa, aggiungete un filo di olio evo toscano e guarnite con i crostini di focaccia.

Accompagnate con un Chianti giovane.

Merluzzo mediterraneo alla birra

Merluzzo

Ingredienti:

600 gr merluzzo in tranci

300 gr pomodorini cherry

150 gr olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

2 bicchieri da tavola di birra (belgian strong ale)

q.b. fumetto di pesce

q.b. farina

q.b. olio evo

q.b. sale

1 pizzico di origano

1 pizzico di dragocello

Preparazione:

Per prima cosa sfilettate i tranci togliendone la pelle e tagliandoli in quadrotti di circa 3/4 cm.

Usate questi “scarti” per preparare il fumetto di pesce (in un pentolino mettete gli scarti di pesce, l’acqua, una carota, prezzemolo fresco, un goccio di olio evo e portate a bollore. Filtrate il tutto e rimettete sul fuoco).

Nel frattempo infarinate i quadrotti di merluzzo e lasciateli un momento da parte.

Prendete i pomodorini lavateli e tagliateli in quattro.

Versate in un tegame 2/3 cucchiai di olio evo e quando Ă© caldo versatevi i pomodorini, i capperi, la manciata di pinoli, le olive, il pizzico di origano e di dragoncello. Salate e fate cuocere a fiamma media.

Nel frattempo scaldate in un tegame l’olio evo e aggiungetevi il merluzzo infarinato.

Fate dorare bene i quadrotti di merluzzo e poi sfumate con i due bicchieri di birra.

Non appena la birra sarĂ  evaporata, versate i pomodorini che stanno cuocendo nella padella.

Abbassate il fuoco, correggete di sale se necessario e aggiungete un poco di fumetto di pesce.

Incoperchiate e fate cuocere per circa quindici minuti facendo attenzione ad aggiungere il fumetto per non far bruciare il merluzzo.

Potete servire disponendo nei piatti di portata una/due fette di pane toscano appena abbrustolito e adagiandovi sopra il merluzzo.

Da accompagnare con la stessa birra usata per sfumare.

Farfalle al Bagòss

farfalleIngredienti x 4 commensali:

400 gr farfalle rigate

350 gr polpa di pomodoro

400 gr piselli medi

200 gr speck tagliato a dadini

1 scalogno

q.b. olio – formaggio Bagòss stagionato

Preparazione:

Innanzitutto mettete la pentola dell’acqua per la pasta sul fuoco.

In una padella antiaderente (meglio un saltapasta) scaldate l’olio ed aggiungetevi lo scalogno affettato finemente.

Appena lo scalogno inizia ad imbiondire aggiungete i piselli e dopo due minuti unitevi lo speck. Nel mentre buttate la pasta nell’acqua salata e portate a cottura.

Fate rosolare per circa 5 minuti e poi aggiungete la salsa di pomodoro e due cucchiai d’acqua della pasta.

Salate (poco) e pepate.

Incoperchiate e fate cuocere a fiamma bassa.

Quando le farfalle saranno cotte, scolatele e versatele nel saltapasta.

Saltate per un minuto, spegnete ed impiattate.

Spolverizzate quindi su ogni piatto una generosa dose di Bagòss e servite insieme ad un buon Bardolino.

Informazioni sul Bagòss:

Il Bagòss è un formaggio tipico bresciano prodotto nella valle del Caffaro a Bagolino.

Gli abitanti si chiamano Bagossi, da quì il nome del formaggio.

Questo formaggio viene anche chiamato il Grana bresciano, ha un sapore tipico perchè in fase di preparazione viene aggiunto lo zafferano e se utilizzato in cucina quando Ă© ben stagionato, conferisce ed esalta i sapori degli ingredienti.

Se volete assaggiare il Bagòss e gli altri prodotti tipici bresciani, visitate il sito del caseificio “Cooperativa Val Palot” : www.promofranciacorta.it  🙂