Polpo con le patate

polpo-con-le-patate

Eccoci con un’ottima ricetta leggera e salutare 🙂

Il famoso Polpo con le patate, un must quando si parla di cucina di mare !

Facilissimo da preparare e consigliato anche come antipasto per un’ottima cena a base di pesce.

Ma, bando alle ciance e diamoci da fare 🙂

Ingredienti per 4 pp:

1.3 kg. di polpo freschissimo e già pulito

1 carota

1 gambo di sedano

1 pizzico di sale grosso

4 patate grosse

1 mazzetto di prezzemolo fresco

q.b. olio evo

Procedimento:

Iniziate con lo sciacquare sotto acqua corrente il polpo o i due polpi (io ne ho comprati due).

Sbattete con forza il polpo su un tagliere in modo da ammorbidire le fibre.

In una pentola molto capiente, aggiungete il polpo, la carota già pulita, il gambo di sedano tagliato in due e un pizzichino di sale grosso e coprite il tutto con acqua fredda.

Mettete a bollire e quando giunge a bollore, abbassate la fiamma al minimo e incoperchiate. Fate cuocere per circa 1h e 20 minuti, avendo cura di mescolare ogni tanto il polpo.

Nel frattempo mettete le patate a bollire in una casseruola con acqua fredda. Anche qui portate a bollore, poi abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 40 minuti.

Bene adesso che tutto cuoce, potete anche rilassarvi, magari leggendo qualche bel libro oppure semplicemente gustandovi un ottimo tea inglese 🙂

A qualche minuto di cottura delle patate, mondate il prezzemolo e tagliatelo finemente.

Scolate le patate e fatele raffreddare per circa 10 minuti abbondanti. Pelate le patate e tagliatele a tocchetti irregolari ponendole in un recipiente da portata.

Quando il polpo è cotto, spegnete il fuoco e estraetelo dalla pentola con delle pinze. Poggiatelo nello scolapasta e passatelo sotto l’acqua fredda in modo da togliere la pelle.

Su un’asse da lavoro, tagliate a pezzi grossolani il polpo e uniteli alle patate già tagliate.

Insaporite con prezzemolo, un pizzico di sale fino e abbondante olio evo.

Potete portare direttamente in tavola e servire a piacere oppure potete sbizzarrirvi e creare una composizione per ogni piatto di portata 🙂 Accompagnate con una buona bottiglia di Chiaretto classico del lago di Garda 🙂

Semplice vero ? 🙂

 

 

 

 

Crespelle Natalizie di grano saraceno

crespelle-natalizie-di-grano-saraceno

Eccoci, ormai siamo agli sgoccioli, ultime corse per i regali e ultimi preparativi per il Natale ! 🙂

E se ancora non avete deciso cosa cucinare per Natale oppure per Santo Stefano, Vi propongo un primo piatto originale, molto delicato e ideale per tutti, grandi e piccini 🙂

E’ un po’ una rivisitazione dei famosi Pizzoccheri, con l’aggiunta di scamorza affumicata per dare quel quid in più!

Vi suggerisco di preparare le crespelle la sera prima per il pranzo del giorno dopo oppure la mattina per la sera perché l’impasto deve riposare in frigorifero almeno un’ora.

Bando alle ciance e “gustatevi” la ricetta !

Ingredienti per 12 crespelle:

Impasto per le crespelle:

2 uova

140 gr. farina di grano saraceno

140 gr. farina 00

250 ml. latte intero

250 ml. acqua naturale fredda

1 cucchiaio da tavola di olio evo

1 cucchiaino da caffè di sale fino

burro per ungere la padella delle crepes

Farcia per le crespelle:

2 patate bianche grosse

500 gr. tra erbette, indivia Scarola, spinaci e verza

100 gr. scamorza affumicata grattugiata

1 scalogno

q.b. sale fino

q.b. pepe

q.b. olio evo

Besciamella al Casera:

700 ml. latte intero

70 gr. burro

70 gr. farina

100 gr. formaggio Casera

1 pizzico sale fino

1 pizzico pepe

Per la fase di cottura:

q.b Parmigiano Reggiano grattugiato

q.b. fiocchetti di burro

Procedimento:

Iniziate con la preparazione della pastella per le crespelle.

In un recipiente unite le due farine setacciate, le due uova sbattute precedentemente, il sale fino, il cucchiaio d’olio e il latte. Iniziate a mescolare unendo a filo l’acqua. Quando l’impasto risulterà ben amalgamato coprite il recipiente con la pellicola e ponetelo in frigorifero per un’ora.

Nel frattempo dedicatevi alla farcia:

mettete sul fuoco le patate e fate cuocere per circa 30-40 minuti. Una volta cotte, scolatele e fatele raffreddare prima di pelarle.

Mettete sul fuoco anche le verdure dopo averle mondate e tagliate a tocchetti. Fatele cuocere per circa 15 minuti e poi scolatele, avendo cura di eliminare l’acqua in eccesso.

In una padella unite un filo d’olio e soffriggete lo scalogno con le verdure. Salate e pepate a vs. piacere. Fate saltare per circa 10 minuti e poi togliete dal fuoco. A questo punto pelate anche le patate. Unite quest’ultime e le verdure in un recipiente e amalgamate bene aggiungendo anche la scamorza affumicata.

A questo punto potete dedicarvi alla besciamella al Casera:

In un tegame antiaderente, fate sciogliere dolcemente il burro. Quando sfrigola, spostate il tegame dal fuoco e aggiungete la farina. Rimettete sul fuoco e mescolate con una frusta finché quest’ultima non avrà un colore leggermente dorato. Versate il latte e il Casera. Salate e pepate e, tenendo mescolato, portate a cottura (circa 15 minuti). Spostate la besciamella dal fuoco e fate raffreddare.

Ora potete preparare le crespelle ! 🙂

Ponete sul fuoco la padella da crepes avendo cura di ungerla ogni tanto con un tocchettino di burro ! Prendete la pastella dal frigorifero e mescolatela. Con un mestolo versate l’impasto nella padella avendo cura di ruotare la padella in modo che la pastella si distribuisca uniformemente sulla superficie. Come dimensione delle crespelle rimanete su un 10-12 cm di diametro max.

Cuocete la prima crespella per circa 2 minuti, poi rigiratela e cuocetela ancora per altri 2 minuti.

Procedete così finchè non terminate la pastella, avendo cura di adagiare le crespelle su un asse di legno.

Adesso potete passare alla farcia delle crespelle:

Stendete sulla superficie di ogni crespella la farcia e arrotolatela su se stessa, formando così un “rotolino”. Preparate tutte le crespelle alla stesso modo. Nel frattempo accendete il forno a 180° gr. funzione statico e munitevi di teglia da forno con bordi alti.

Glassate la superficie della teglia con un velo generoso di besciamella al Casera.

Disponete le crespelle accostate tra di loro e ricoprite con la besciamella.

Cospargete con Parmigiano Grattugiato e fiocchetti di burro.

Infornate e fate cuocere per circa 25 minuti.

Servite accompagnando con un ottimo vino della Valtellina, tipo “Inferno doc.” oppure un “Grumello doc.”

Non mi rimane che …. farvi gli auguri di buone feste !!! 🙂

 

 

 

 

 

I miei Pizzoccheri :-)

pizzoccheri

Adoro i pizzoccheri ! Un ottimo piatto unico invernale della Valtellina che unisce verdure e un ottimo formaggio, il Casera DOP. Ho anche un bellissimo ricordo, di una stupenda giornata passata  in cucina a prepararli insieme alla brigata del hotel Bagni Nuovi a Bormio 🙂 🙂

Questa è la mia ricetta, per facilitarvi il compito ho inserito i pizzoccheri (la pasta) già pronti ma l’ideale sarebbe farli a mano con la farina di grano saraceno, la farina 00 e l’acqua fredda 🙂 Più avanti pubblicherò anche l’impasto, non perdetevelo ! 🙂

Ingredienti per 6 pp:

500 gr. Pizzoccheri già pronti

4 patate medie

1/2 verza

750 gr. erbette

750 gr. coste

400 gr. formaggio Casera DOP

300 gr. burro

1 mazzetto salvia fresca

3 spicchi d’aglio

q.b. formaggio Parmigiano Reggiano DOP

q.b. sale grosso

Procedimento:

Pulite la verza e tagliatela a listarelle.

Pulite sia le coste e le erbette e tagliatele grossolanamente.

Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti.

In una casseruola capiente, ponete tutte le verdure e portate a bollore con abbondante acqua salata. Nel frattempo affettate il formaggio a cubetti.

Quando l’acqua delle verdure bolle, fatele cuocere per altri 10 minuti e aggiungete quindi i pizzoccheri e fate cuocere per ulteriori 10 minuti. Contemporaneamente, in un tegame, sciogliete a fuoco lento il burro con la salvia e gli spicchi d’aglio sbucciati.

Scolate le verdure e i pizzoccheri in una grande zuppiera e incorporate i cubetti di formaggio, avendo cura di amalgamarli bene. Versate a questo punto il burro fuso insaporito con la salvia e l’aglio.

Cospargete con un’abbondante quantità di Parmigiano Reggiano e servite caldi con un grande vino della Valtellina (Grumello docg., Inferno docg., Sassella docg.).

 

 

 

 

Gnocchetti di patate, bieta ed erbette con condimento primavera

Uno tira l’altro … eh si ! oggi vi propongo un primo piatto facile da preparare e con un risultato squisito 🙂

Si tratta di gnocchi di patate fatti in casa con bieta ed erbette con condimento primavera 🙂

Pronti ? 🙂

Ingredienti x 6 p. (per gli gnocchi):

700 gr. patate

400 gr. bieta ed erbette in foglia

250 gr. farina 0

1 cucchiaio da tavola di olio evo

q.b. sale

Ingredienti (per il condimento primavera):

250 gr. pomodori datterini

80 gr. olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

11 foglie di basilico

1 spicchio d’aglio in camicia

2 cucchiai da tavola di olio evo

1/2 bicchiere da tavola di vino bianco

Ricotta salata

q.b. sale

q.b. pepe

Preparazione:

Mettete a bollire le patate con la buccia in una casseruola per circa 30 minuti.

Fate la stessa operazione per la bieta e le erbette cuocendole per circa 20 minuti.

Quando le patate e le erbette saranno cotte, scolatele e fatele raffreddare.

Sbucciate poi le patate e schiacciatele nel passapatate.

Prendete la bieta e le erbette e tagliuzzatele con un coltello.

Riunite le patate e le erbette in un recipiente insieme alla farina, il cucchiaio di olio evo ed il pizzico di sale.

Iniziate ad impastare con un mestolo, poi trasferite tutto su una spianatoia ed impastate a mano.

L’impasto sarà molto morbido quindi tenete infarinata la spianatoia e formate una palla.

Avvolgete la palla con la pellicola e fatela riposare per 15 minuti in luogo fresco.

Nel frattempo iniziate a preparare il condimento primavera:

Tagliate a rondelline le olive nere e verdi e i datterini a metà.

In un saltapasta aggiungete due cucchiai di olio evo con l’aglio in camicia.

Appena l’aglio soffrigge unite le olive, i capperi e la manciata di pinoli.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata per la cottura dei gnocchetti.

Riprendete la pasta dei gnocchetti e formate con le mani dei cordoncini di 1 cm. circa di spessore.

Ricavate dei gnocchetti di 2 cm. circa di lunghezza e schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchettina.

Disponeteli man mano su un vassoio infarinato.

Tornate al condimento e sfumate con mezzo bicchiere da tavola di vino bianco.

Aggiungete quindi 5 foglie di basilico tagliuzzate, i pomodorini datterini e togliete lo spicchio d’aglio.

Le rimanenti foglie di basilico serviranno per la guarnizione.

Aggiustate di sale e pepe ed abbassate la fiamma.

Il condimento sarà pronto quando i datterini saranno morbidi.

Buttate i gnocchetti nell’acqua che bolle e appena salgono a galla, disponeteli man mano nel condimento.

Spegnete, mescolate con cura ed impiattate con un filo d’olio evo, una leggera spolverizzata di ricotta salata e qualche fogliolina di basilico.

Passato di piselli e patate con cuore di ricotta e pinoli croccanti

Ingredienti:

400 gr. patate tagliate a dadini

400 gr. piselli medi

1 scalogno

2 cucchiai da tavola di vino bianco per sfumare

1 lt. acqua fredda

1 manciata di pinoli

q.b. ricotta fresca

q.b. olio evo

q.b. sale grosso e fine

q.b. pepe

q.b. prezzemolo

q.b. erbe provenzali

2 rametti rosmarino

mezza baguette per i crostini

Preparazione:

In una casseruola fate soffriggere lo scalogno affettato con un cucchiaio da tavola di olio evo.

Unite quindi i piselli e le patate.

Fate rosolare e sfumate con due cucchiai da tavola di vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda ed unite un rametto di rosmarino, una macinata di erbe provenzali, il sale grosso ed il pepe.

Cuocete a fiamma alta senza coperchio finchè non raggiunge il bollore.

Quando bolle, incoperchiate ed abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 35-40 minuti, fino a quando le patate non saranno belle morbide.

Nel frattempo preparate i pinoli ed i crostini di baguette.

In una padella antiaderente fate scaldare a fuoco basso una manciata di pinoli e quando saranno dorati spegnete e mettete da parte.

Tagliate la mezza baguette a dadoni e fateli rosolare in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio evo, una presina di sale e l’altro rametto di rosmarino.

Quando i crostini di baguette saranno dorati e croccanti, spegnete il fuoco e metteteli da parte.

Spegnete la casseruola con le patate e i piselli.

Con un minipimer frullate bene e rimettete sul fuoco per altri cinque minuti.

Nel frattempo prendete la ricotta fresca per preparare i cuori.

Dopo aver spento il passato, impiattate e disponete al centro una quenelle di ricotta per piatto.

Aggiungete alcuni pinoli, due/tre crostini di baguette e un filo di olio evo 🙂

Zuppa di lenticchie rosse e patate

Ingredienti:

250 gr. lenticchie rosse piccole

150 gr. guanciale a cubetti

5 patate medie

1 scalogno

1 rametto rosmarino

2 foglie salvia

1 bicchiere da tavola di vino bianco

1 lt acqua fredda

q.b. olio evo toscano

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. focaccia toscana

Tempo ammollo lenticchie minimo 2 ore

Tempo di cottura: 35/40 minuti

Preparazione:

Circa due ore prima della preparazione, sciacquate le lenticchie e mettetele a bagno in un recipiente.

Pelate e tagliate le patate a cubetti e mettetele in un contenitore con dell’acqua fredda.

Nel frattempo  versate 2/3 cucchiai da tavolo di olio evo e un pezzettino di burro in una casseruola alta.

Scaldate e fate soffriggere lo scalogno affettato finemente.

Quando lo scalogno ha preso colore, unitevi il guanciale tagliato a cubetti, la salvia ed il rosmarino.

Fate rosolare ed aggiungete le lenticchie.

Mescolate e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda (arrivate con l’acqua fin poco sotto il bordo della pentola) e le patate scolate.

Mescolando, salate (sale grosso) e pepate.

Portate ad ebollizione.

Fate bollire per circa 5 minuti senza coperchio, poi abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Prima di servire la zuppa, scaldate la focaccia toscana e tagliatela in piccoli quadrotti (come se fossero dei crostini).

Impiattate la zuppa, aggiungete un filo di olio evo toscano e guarnite con i crostini di focaccia.

Accompagnate con un Chianti giovane.