Spaghetti al pesto di Bagòss

E dopo una pausa, rieccomi con una nuova ricetta gustosa ma di facile realizzazione 🙂

L’ingrediente principale é il formaggio Bagòss che deve essere stagionato di tre anni.

Per informazioni su questo formaggio potete leggere la mia ricetta “Farfalle al Bagòss” nei primi piatti.

Pronti? 🙂 🙂

Ingredienti x 4 persone:

360 gr. spaghetti

90 gr. formaggio Bagòss stagionato di tre anni

60 gr. basilico fresco

50 gr. pinoli

1 spicchio d’aglio

1 pizzico di sale

q.b. olio evo

4/6 foglioline di basilico per la guarnitura

formaggio Bagòss gratuggiato per la guarnitura

Preparazione:

Mettete a bolliire l’acqua salata per gli spaghetti.

Nel frattempo raccogliete in un mixer (l’ideale sarebbe un mortaio in marmo) il basilico, il formaggio Bagòss, i pinoli, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale grosso e due cucchiai da tavola di olio evo.

Mixate il tutto, spegnendo ogni tanto per mescolare e raccogliere bene tutti gli ingredienti.

Se la salsa dovesse risultare troppo densa potete aggiungere ancora un poco di olio evo ma senza esagerare.

Quando la salsa é ben omogenea, tenete da parte.

Buttate gli spaghetti e portate a cottura.

Scolateli e conditeli con il pesto di Bagòss.

Impiattate spolverizzando con del Bagòss gratuggiato e una/due foglioline di basilico.

Gnocchetti di patate, bieta ed erbette con condimento primavera

Uno tira l’altro … eh si ! oggi vi propongo un primo piatto facile da preparare e con un risultato squisito 🙂

Si tratta di gnocchi di patate fatti in casa con bieta ed erbette con condimento primavera 🙂

Pronti ? 🙂

Ingredienti x 6 p. (per gli gnocchi):

700 gr. patate

400 gr. bieta ed erbette in foglia

250 gr. farina 0

1 cucchiaio da tavola di olio evo

q.b. sale

Ingredienti (per il condimento primavera):

250 gr. pomodori datterini

80 gr. olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

11 foglie di basilico

1 spicchio d’aglio in camicia

2 cucchiai da tavola di olio evo

1/2 bicchiere da tavola di vino bianco

Ricotta salata

q.b. sale

q.b. pepe

Preparazione:

Mettete a bollire le patate con la buccia in una casseruola per circa 30 minuti.

Fate la stessa operazione per la bieta e le erbette cuocendole per circa 20 minuti.

Quando le patate e le erbette saranno cotte, scolatele e fatele raffreddare.

Sbucciate poi le patate e schiacciatele nel passapatate.

Prendete la bieta e le erbette e tagliuzzatele con un coltello.

Riunite le patate e le erbette in un recipiente insieme alla farina, il cucchiaio di olio evo ed il pizzico di sale.

Iniziate ad impastare con un mestolo, poi trasferite tutto su una spianatoia ed impastate a mano.

L’impasto sarà molto morbido quindi tenete infarinata la spianatoia e formate una palla.

Avvolgete la palla con la pellicola e fatela riposare per 15 minuti in luogo fresco.

Nel frattempo iniziate a preparare il condimento primavera:

Tagliate a rondelline le olive nere e verdi e i datterini a metà.

In un saltapasta aggiungete due cucchiai di olio evo con l’aglio in camicia.

Appena l’aglio soffrigge unite le olive, i capperi e la manciata di pinoli.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata per la cottura dei gnocchetti.

Riprendete la pasta dei gnocchetti e formate con le mani dei cordoncini di 1 cm. circa di spessore.

Ricavate dei gnocchetti di 2 cm. circa di lunghezza e schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchettina.

Disponeteli man mano su un vassoio infarinato.

Tornate al condimento e sfumate con mezzo bicchiere da tavola di vino bianco.

Aggiungete quindi 5 foglie di basilico tagliuzzate, i pomodorini datterini e togliete lo spicchio d’aglio.

Le rimanenti foglie di basilico serviranno per la guarnizione.

Aggiustate di sale e pepe ed abbassate la fiamma.

Il condimento sarà pronto quando i datterini saranno morbidi.

Buttate i gnocchetti nell’acqua che bolle e appena salgono a galla, disponeteli man mano nel condimento.

Spegnete, mescolate con cura ed impiattate con un filo d’olio evo, una leggera spolverizzata di ricotta salata e qualche fogliolina di basilico.

Mini soufflé di lenticchie con salsa all’aceto balsamico, zucchine e basilico

La ricetta di oggi é molto appetitosa e delicata e, oltre ad usare le lenticchie in maniera diversa dal solito, é indicata anche per bimbi 🙂

Tutti sanno che le lenticchie sono legumi ricchi di fibre, vitamine e sali minerali e forniscono all’organismo proteine contribuendo al benessere e alla resistenza alle malattie.

E quindi cosa aspettate ! Pronti per cucinare ? 🙂

Vi consiglio di mettere a bagno le lenticchie la sera prima della preparazione oppure la mattina per la cena:

Ingredienti:

350 gr. lenticchie piccole

150 gr. formaggio Grana Padano gratuggiato

200 gr. panna da cucina

2 albumi

2 tuorli

2 scalogni piccoli

1 cucchiaio da tavola di latte

q.b. vino bianco per sfumare

q.b. erbe di provenza macinate

q.b. coriandolo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. olio evo

q.b. burro

q.b. brodo di verdure

Per la salsa:

1 zucchina grande

5 foglie medie di basilico fresco

1 cucchiaino di aceto balsamico

1 manciata di pinoli

1 cucchiaio da tavola di yogurt bianco magro

1 cucchiaino di zucchero semolato

q.b. olio evo

q.b. sale

Teglia con bordi alti

10 stampini da soufflé

Tempo di cottura in forno: 20 minuti

Preparazione:

Sciacquate bene le lenticchie dopo averle tenute in ammollo.

In un tegame aggiungete una noce di burro ed un cucchiaio di olio evo.

Affettate gli scalogni e fate soffriggere, poi unitevi le lenticchie.

Fate rosolare poi sfumate con il vino bianco.

Unite una manciata di coriandolo e una spolverata di erbe di provenza.

Aggiustate di sale e pepe, abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 15 minuti aggiungendo il brodo di verdure quando tenderanno ad asciugarsi troppo.

Nel frattempo tagliate la zucchina, privatela di parte della polpa centrale e bollitela nell’acqua salata  per circa 10 minuti.

Quando le lenticchie saranno pronte, spegnete e fate raffreddare.

Scolate anche la zucchina e fate raffreddare.

Versate le lenticchie in un contenitore e, con l’aiuto di un minipimer, riducetele in una morbida crema.

Nel frattempo accendete il forno a 200° ventilato.

Versate quindi la crema di lenticchie in un contenitore, aggiungete il formaggio Grana Padano gratuggiato, i tuorli, la panna da cucina ed il cucchiaio di latte.

Mescolate con cura e nel caso aggiustate di sale.

Montate a neve gli albumi e, molto delicatamente, uniteli al composto di lenticchie, mescolando dal basso verso l’alto.

Imburrate ora gli stampini con del burro fuso e sempre con cura, versatevi in ognuno il composto.

Posizionate gli stampini in una teglia con i bordi alti e versate piano dell’acqua fredda in modo da arrivare a circa metà livello degli stampini.

Posizionate la teglia in forno per circa 20 minuti.

Negli ultimi due minuti di cottura, spegnete il forno e lasciate riposare.

Passati i due minuti, aprite di poco lo sportello del forno e fate riposare altri due minuti.

Sfornate i mini soufflé e fateli freddare mentre preparate la salsa:

Versate in un contenitore la zucchina precedentemente cotta, il basilico, la manciata di pinoli, il cucchiaino di aceto balsamico, il cucchiaino di zucchero e un pizzico di sale ed olio evo in quantità per ottenere una salsa più o meno liquida.

Frullate il tutto e nel caso regolate di sale.

Unitevi lo yogurt e mescolate per amalgamare bene.

Velate i piatti di portata con la salsina e delicatamente, rovesciate gli stampini nel piatto.

Versate qualche goccia di olio evo sui mini soufflé ed accompagnate con delle verdure croccanti e un buon vino rosso.

 

 

 

 

 

 

Farfalle Tricolore

farfalle tricolore

Ingredienti per 4 persone:

380 gr. farfalle

zucchine gr. 400

gamberetti già sgusciati e puliti gr. 400

pomodori ciliegino gr. 300

1 manciata di pinoli

1 spolverata di drangocello

vino bianco per sfumare

1 spicchio d’aglio in camicia

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. olio evo

q.b. pecorino toscano gratuggiato

Preparazione:

Mettete l’acqua per la pasta a bollire e in un’altra pentola l’acqua per i gamberetti.

Nel frattempo tagliate le zucchine a rondelle e i pomodorini a metà e mettete da parte.

Non appena l’acqua salata bolle, buttate i gamberetti a bollire per circa 4 minuti.

Nel frattempo buttate anche le farfalle.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio d’olio evo e uno spicchio d’aglio in camicia.

Appena soffrigge, unite le zucchine e fate saltare per due minuti a fuoco vivo.

Nel frattempo scolate i gamberetti e teneteli da parte.

Sfumate le zucchine con mezzo bicchiere di vino bianco ed aggiungete la manciata di pinoli.

Abbassate la fiamma a fuoco medio basso ed aggiungete un mestolino dell’acqua di cottura delle farfalle.

Togliete l’aglio in camicia, salate, pepate ed unite un poco di dragoncello.

Unite a questo punto i pomodorini e fate cuocere.

Due minuti prima di scolare le farfalle aggiungete i gamberetti alle zucchine e pomodorini.

Scolate le farfalle e fatele saltare insieme alle zucchine, i gamberetti ed i pomodorini a fuoco vivo per un minuto circa, unendo un cucchiaio da tavola di olio evo.

Spegnete e  servite con una buona dose di pecorino toscano 🙂

nonsolocucinando partecipa al Contest “Cuciniamo Naturale” di Valfrutta

Cari amici 🙂

nonsolocucinando partecipa al contest “Cuciniamo Naturale” di Valfrutta 🙂 🙂

La ricetta in gara é:

Passato di piselli e patate con cuore di ricotta e pinoli croccanti 🙂

Votate al link sotto e la ricetta concorrerà per la pubblicazione settimanale sui canali di Valfrutta su Facebook, Twitter e Pinterest !! e se sarà tra le 80 ricette più votate, entrerà a far parte del ricettario Valfrutta !!

http://www.valfrutta.it/ricette/cuciniamo-naturale/passato-di-piselli-patate-ricotta-pinoli-croccanti

Votate 🙂 Votate 🙂

e incrociamo le presine 🙂 !!!

Farfalle cavolini di Bruxelles e Speck

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. pasta tipo farfalle

300 gr. cavolini di Bruxelles tagliati a dadini

200 gr. pomodorini ciliegini

160 gr. speck tagliato a dadini o listarelle

1/2 cipolla

1 bustina di zafferano

1 manciata di pinoli

2 cucchiai da tavola di vino bianco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. Parmigiano Reggiano grattuggiato

Preparazione:

Questo é un primo piatto un pò particolare per via dell’utilizzo dei cavolini di Bruxelles che solitamente sono comsumati come contorno.

Iniziate mettendo a bollire l’acqua salata per le farfalle.

Nel frattempo lavate i cavolini, togliete le prime foglie e tagliate a dadini.

Lavate anche i pomodorini ciliegini e tagliateli in quattro spicchi ognuno.

In un saltapasta aggiungete un cucchiaio di olio evo e fate soffriggere la cipolla.

Appena la cipolla é dorata, unite i cavolini di Bruxelles e fate saltare per 2/3 minuti.

Sfumate con due cucchiai di vino bianco ed aggiungete lo speck e la manciata di pinoli.

Nel frattempo buttate le farfalle.

Prendete un mestolino d’acqua della pasta ed aggiungetela ai cavolini e speck che stanno cuocendo  nel saltapasta.

Aggiungete subito lo zafferano e, mescolando, unite i pomodorini.

Salate poco per via dello speck e pepate.

Incoperchiate ed abbassate la fiamma.

Scolate le farfalle nel saltapasta e saltate per un minuto.

Impiattate spolverizzando con il Parmigiano Reggiano 🙂

Passato di piselli e patate con cuore di ricotta e pinoli croccanti

Ingredienti:

400 gr. patate tagliate a dadini

400 gr. piselli medi

1 scalogno

2 cucchiai da tavola di vino bianco per sfumare

1 lt. acqua fredda

1 manciata di pinoli

q.b. ricotta fresca

q.b. olio evo

q.b. sale grosso e fine

q.b. pepe

q.b. prezzemolo

q.b. erbe provenzali

2 rametti rosmarino

mezza baguette per i crostini

Preparazione:

In una casseruola fate soffriggere lo scalogno affettato con un cucchiaio da tavola di olio evo.

Unite quindi i piselli e le patate.

Fate rosolare e sfumate con due cucchiai da tavola di vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda ed unite un rametto di rosmarino, una macinata di erbe provenzali, il sale grosso ed il pepe.

Cuocete a fiamma alta senza coperchio finchè non raggiunge il bollore.

Quando bolle, incoperchiate ed abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 35-40 minuti, fino a quando le patate non saranno belle morbide.

Nel frattempo preparate i pinoli ed i crostini di baguette.

In una padella antiaderente fate scaldare a fuoco basso una manciata di pinoli e quando saranno dorati spegnete e mettete da parte.

Tagliate la mezza baguette a dadoni e fateli rosolare in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio evo, una presina di sale e l’altro rametto di rosmarino.

Quando i crostini di baguette saranno dorati e croccanti, spegnete il fuoco e metteteli da parte.

Spegnete la casseruola con le patate e i piselli.

Con un minipimer frullate bene e rimettete sul fuoco per altri cinque minuti.

Nel frattempo prendete la ricotta fresca per preparare i cuori.

Dopo aver spento il passato, impiattate e disponete al centro una quenelle di ricotta per piatto.

Aggiungete alcuni pinoli, due/tre crostini di baguette e un filo di olio evo 🙂

Merluzzo mediterraneo alla birra

Merluzzo

Ingredienti:

600 gr merluzzo in tranci

300 gr pomodorini cherry

150 gr olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

2 bicchieri da tavola di birra (belgian strong ale)

q.b. fumetto di pesce

q.b. farina

q.b. olio evo

q.b. sale

1 pizzico di origano

1 pizzico di dragocello

Preparazione:

Per prima cosa sfilettate i tranci togliendone la pelle e tagliandoli in quadrotti di circa 3/4 cm.

Usate questi “scarti” per preparare il fumetto di pesce (in un pentolino mettete gli scarti di pesce, l’acqua, una carota, prezzemolo fresco, un goccio di olio evo e portate a bollore. Filtrate il tutto e rimettete sul fuoco).

Nel frattempo infarinate i quadrotti di merluzzo e lasciateli un momento da parte.

Prendete i pomodorini lavateli e tagliateli in quattro.

Versate in un tegame 2/3 cucchiai di olio evo e quando é caldo versatevi i pomodorini, i capperi, la manciata di pinoli, le olive, il pizzico di origano e di dragoncello. Salate e fate cuocere a fiamma media.

Nel frattempo scaldate in un tegame l’olio evo e aggiungetevi il merluzzo infarinato.

Fate dorare bene i quadrotti di merluzzo e poi sfumate con i due bicchieri di birra.

Non appena la birra sarà evaporata, versate i pomodorini che stanno cuocendo nella padella.

Abbassate il fuoco, correggete di sale se necessario e aggiungete un poco di fumetto di pesce.

Incoperchiate e fate cuocere per circa quindici minuti facendo attenzione ad aggiungere il fumetto per non far bruciare il merluzzo.

Potete servire disponendo nei piatti di portata una/due fette di pane toscano appena abbrustolito e adagiandovi sopra il merluzzo.

Da accompagnare con la stessa birra usata per sfumare.