L’intramontabile Pasta e Fagioli

 

Pasta e Fagioli ricetta cucina regionale italiana
Pasta e Fagioli

La Pasta e Fagioli è un primo piatto della cucina regionale italiana e ne esistono una moltitudine di varianti, con l’aglio, con il rosmarino, con la pancetta … Io la preferisco senza aglio e non frullo una parte di fagioli come alcuni preferiscono fare ma una cosa è certa, questa pasta e fagioli farà felici grandi e piccini 🙂

Potete usare i fagioli già cotti in precedenza  oppure potete usare questa ricetta che prevede l’utilizzo di fagioli in scatola (preferibilmente in vetro) sciacquati e scolati prima dell’uso.

Vediamo gli ingredienti e la preparazione:

Note:

Difficoltà bassa

preparazione semplice

cottura 35 minuti

Ingredienti per 4 pp.:

200 ml. brodo vegetale preparato in precedenza

280 gr. pasta Ditalini Rigati

350 gr. Fagioli Borlotti in scatola

1 gambo di sedano

1 cipolla bianca piccola

1 carota

1 rametto di rosmarino

1 cucchiaio da tavola di concentrato di pomodoro

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe nero

Preparazione: 

Scolate e sciacquate i fagioli sotto acqua corrente. Tritate finemente la carota, il sedano e la cipolla e fate rosolare in una casseruola con un filo di olio extravergine di oliva e il rametto di rosmarino. Aggiungete il concentrato di pomodoro e successivamente versate tutto il brodo e aggiustate di sale e pepe. Quando il brodo bolle, versate i ditalini rigati e i fagioli. Fate cuocere secondo il tempo di cottura della pasta, spegnete il fuoco e fate riposare per 2 minuti.

Impiattate aggiungendo ad ogni piatto un filo d’olio evo e accompagnate con un ottimo Bonarda.

E voi come la preparate la Pasta e Fagioli? Aspetto i vostri commenti ! 🙂

 

 

Annunci

Maltagliati con crema di gorgonzola e noci

Maltagliati con crema di gorgonzola e noci
Maltagliati con crema di gorgonzola e noci

E’ vero per questioni di tempo e di praticità solitamente la pasta fatta in casa la prepariamo nelle grandi occasioni come a Natale oppure a Pasqua ma a volte basta veramente poco per creare un primo piatto ricco di sapori e di gran gusto. 🙂

Quindi se volete stupire con un primo piatto super “slurposo” armatevi di spianatoia, mattarello e rotellina oppure delle vostra macchina per stendere la pasta 🙂 Io solitamente la preparo a mano perché è un ottimo antistress ! 🙂

Passiamo agli ingredienti e alla preparazione:

Ingredienti per 4 pp.:

Per la pasta:

200 gr. Farina tipo 1 Molino Grassi

50 gr. Farina di semola rimacinata di grano duro La Molisana

150 ml. acqua

Un pizzico di sale grosso

Per la salsa di gorgonzola:

3 etti Gorgonzola Dop dolce

200 ml panna liquida

40 gr. burro

16 gherigli di noci + 8 gherigli di noci per la guarnitura

q.b. olio evo

q.b. sale

Preparazione:

In un contenitore setacciate le due farine insieme al pizzico di sale grosso.

Iniziate a versare pian piano l’acqua e impastate. Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e lavorate in modo da avere una pasta morbida. Fate la solita palla e lasciate riposare un 10 minuti. Nel frattempo mettete l’acqua a bollire per la pasta. Riprendete la palla di pasta e iniziate a stenderla con il mattarello, la pasta deve essere sottile, non spessa perché in cottura tenderà a crescere.

Prendete la rotellina e divertitevi a ritagliate i “maltagliati”. Con la rotella eseguite delle listarelle e poi tagliate in diagonale in modo da avere dei piccoli rombi. Lasciate riposare per un attimo i maltagliati e preparate la salsa al Gorgonzola.

In un saltapasta fate scaldare il burro, unite il Gorgonzola tagliato a tocchetti e sempre mescolando aggiungete la panna e i gherigli di noci. Aggiustate di sale e abbassate la fiamma. Versate un filo d’olio nell’acqua salata in ebollizione e versatevi i maltagliati. Ci vorranno 3 minuti, quando salgono a galla sono pronti. Scolate i maltagliati con una schiumarola e disponeteli con delicatezza nella crema di Gorgonzola. Fate saltare e spegnete.

Fate riposare 2/3 minuti e poi impiattate decorando ogni piatto con 2 gherigli di noci 🙂

 

 

 

 

 

Risotto al rosmarino

Risotto al Rosmarino
Risotto al rosmarino

Finalmente in autunno ! Oggi l’aria è più fresca e finalmente il caldo si è un po’ attenuato! E con l’autunno inizia la stagione dei risotti 🙂

Oggi vi presento un risotto molto delicato e indicato per una cenetta super abbinando a questo primo piatto un secondo più deciso, come un buon arrosto oppure degli involtini gustosi accompagnati da un contorno leggero.

Vediamo subito gli ingredienti del Risotto al rosmarino 🙂

Ingredienti per 44 pp.:

460 gr. Riso Carnaroli

200 ml brodo vegetale preparato in precedenza

2 rametti di rosmarino fresco

1 scalogno

q.b. burro

q.b. sale grosso

q.b. pepe rosa

q.b. Parmigiano Reggiano

q.b. olio evo

mezzo bicchiere di vino bianco secco

Preparazione:

Iniziate con scaldare il brodo vegetale preparato in precedenza.

Sminuzzate a coltello il rosmarino (tenete da parte le punte dei rametti per la decorazione) e affettate finemente lo scalogno.

In un tegame antiaderente o in una risottiera, ponete una grossa noce di burro e un filo d’olio evo. Accendete il fuoco e quando sfrigola, unite lo scalogno affettato. Fate imbiondire e aggiungete il riso.

Tostate per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco. Quando l’alcol sarà evaporato, versate il brodo fino a coprire totalmente il riso. Mescolate e aggiustate di sale e pepe rosa. Quando il riso si sarà asciugato, versate ancora una mestolata di brodo e il  rosmarino sminuzzato. Portate a cottura (in totale dal momento della tostatura sono 17/18 minuti) aggiungendo il brodo man mano che il riso si asciuga.

Quando il risotto è cotto, spegnete il fuoco e mantecate unendo una dose generosa di burro freddo e una manciata di Parmigiano Grattugiato.

Impiattate e decorate con le punte dei rametti di rosmarino 🙂

 

Gnocchetti di patate, bieta ed erbette con condimento primavera

Uno tira l’altro … eh si ! oggi vi propongo un primo piatto facile da preparare e con un risultato squisito 🙂

Si tratta di gnocchi di patate fatti in casa con bieta ed erbette con condimento primavera 🙂

Pronti ? 🙂

Ingredienti x 6 p. (per gli gnocchi):

700 gr. patate

400 gr. bieta ed erbette in foglia

250 gr. farina 0

1 cucchiaio da tavola di olio evo

q.b. sale

Ingredienti (per il condimento primavera):

250 gr. pomodori datterini

80 gr. olive nere e verdi denocciolate

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di pinoli

11 foglie di basilico

1 spicchio d’aglio in camicia

2 cucchiai da tavola di olio evo

1/2 bicchiere da tavola di vino bianco

Ricotta salata

q.b. sale

q.b. pepe

Preparazione:

Mettete a bollire le patate con la buccia in una casseruola per circa 30 minuti.

Fate la stessa operazione per la bieta e le erbette cuocendole per circa 20 minuti.

Quando le patate e le erbette saranno cotte, scolatele e fatele raffreddare.

Sbucciate poi le patate e schiacciatele nel passapatate.

Prendete la bieta e le erbette e tagliuzzatele con un coltello.

Riunite le patate e le erbette in un recipiente insieme alla farina, il cucchiaio di olio evo ed il pizzico di sale.

Iniziate ad impastare con un mestolo, poi trasferite tutto su una spianatoia ed impastate a mano.

L’impasto sarà molto morbido quindi tenete infarinata la spianatoia e formate una palla.

Avvolgete la palla con la pellicola e fatela riposare per 15 minuti in luogo fresco.

Nel frattempo iniziate a preparare il condimento primavera:

Tagliate a rondelline le olive nere e verdi e i datterini a metà.

In un saltapasta aggiungete due cucchiai di olio evo con l’aglio in camicia.

Appena l’aglio soffrigge unite le olive, i capperi e la manciata di pinoli.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua salata per la cottura dei gnocchetti.

Riprendete la pasta dei gnocchetti e formate con le mani dei cordoncini di 1 cm. circa di spessore.

Ricavate dei gnocchetti di 2 cm. circa di lunghezza e schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchettina.

Disponeteli man mano su un vassoio infarinato.

Tornate al condimento e sfumate con mezzo bicchiere da tavola di vino bianco.

Aggiungete quindi 5 foglie di basilico tagliuzzate, i pomodorini datterini e togliete lo spicchio d’aglio.

Le rimanenti foglie di basilico serviranno per la guarnizione.

Aggiustate di sale e pepe ed abbassate la fiamma.

Il condimento sarà pronto quando i datterini saranno morbidi.

Buttate i gnocchetti nell’acqua che bolle e appena salgono a galla, disponeteli man mano nel condimento.

Spegnete, mescolate con cura ed impiattate con un filo d’olio evo, una leggera spolverizzata di ricotta salata e qualche fogliolina di basilico.

Farfalle al Bagòss

farfalleIngredienti x 4 commensali:

400 gr farfalle rigate

350 gr polpa di pomodoro

400 gr piselli medi

200 gr speck tagliato a dadini

1 scalogno

q.b. olio – formaggio Bagòss stagionato

Preparazione:

Innanzitutto mettete la pentola dell’acqua per la pasta sul fuoco.

In una padella antiaderente (meglio un saltapasta) scaldate l’olio ed aggiungetevi lo scalogno affettato finemente.

Appena lo scalogno inizia ad imbiondire aggiungete i piselli e dopo due minuti unitevi lo speck. Nel mentre buttate la pasta nell’acqua salata e portate a cottura.

Fate rosolare per circa 5 minuti e poi aggiungete la salsa di pomodoro e due cucchiai d’acqua della pasta.

Salate (poco) e pepate.

Incoperchiate e fate cuocere a fiamma bassa.

Quando le farfalle saranno cotte, scolatele e versatele nel saltapasta.

Saltate per un minuto, spegnete ed impiattate.

Spolverizzate quindi su ogni piatto una generosa dose di Bagòss e servite insieme ad un buon Bardolino.

Informazioni sul Bagòss:

Il Bagòss è un formaggio tipico bresciano prodotto nella valle del Caffaro a Bagolino.

Gli abitanti si chiamano Bagossi, da quì il nome del formaggio.

Questo formaggio viene anche chiamato il Grana bresciano, ha un sapore tipico perchè in fase di preparazione viene aggiunto lo zafferano e se utilizzato in cucina quando é ben stagionato, conferisce ed esalta i sapori degli ingredienti.

Se volete assaggiare il Bagòss e gli altri prodotti tipici bresciani, visitate il sito del caseificio “Cooperativa Val Palot” : www.promofranciacorta.it  🙂