Maltagliati con crema di gorgonzola e noci

Maltagliati con crema di gorgonzola e noci
Maltagliati con crema di gorgonzola e noci

E’ vero per questioni di tempo e di praticità solitamente la pasta fatta in casa la prepariamo nelle grandi occasioni come a Natale oppure a Pasqua ma a volte basta veramente poco per creare un primo piatto ricco di sapori e di gran gusto. 🙂

Quindi se volete stupire con un primo piatto super “slurposo” armatevi di spianatoia, mattarello e rotellina oppure delle vostra macchina per stendere la pasta 🙂 Io solitamente la preparo a mano perché è un ottimo antistress ! 🙂

Passiamo agli ingredienti e alla preparazione:

Ingredienti per 4 pp.:

Per la pasta:

200 gr. Farina tipo 1 Molino Grassi

50 gr. Farina di semola rimacinata di grano duro La Molisana

150 ml. acqua

Un pizzico di sale grosso

Per la salsa di gorgonzola:

3 etti Gorgonzola Dop dolce

200 ml panna liquida

40 gr. burro

16 gherigli di noci + 8 gherigli di noci per la guarnitura

q.b. olio evo

q.b. sale

Preparazione:

In un contenitore setacciate le due farine insieme al pizzico di sale grosso.

Iniziate a versare pian piano l’acqua e impastate. Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e lavorate in modo da avere una pasta morbida. Fate la solita palla e lasciate riposare un 10 minuti. Nel frattempo mettete l’acqua a bollire per la pasta. Riprendete la palla di pasta e iniziate a stenderla con il mattarello, la pasta deve essere sottile, non spessa perché in cottura tenderà a crescere.

Prendete la rotellina e divertitevi a ritagliate i “maltagliati”. Con la rotella eseguite delle listarelle e poi tagliate in diagonale in modo da avere dei piccoli rombi. Lasciate riposare per un attimo i maltagliati e preparate la salsa al Gorgonzola.

In un saltapasta fate scaldare il burro, unite il Gorgonzola tagliato a tocchetti e sempre mescolando aggiungete la panna e i gherigli di noci. Aggiustate di sale e abbassate la fiamma. Versate un filo d’olio nell’acqua salata in ebollizione e versatevi i maltagliati. Ci vorranno 3 minuti, quando salgono a galla sono pronti. Scolate i maltagliati con una schiumarola e disponeteli con delicatezza nella crema di Gorgonzola. Fate saltare e spegnete.

Fate riposare 2/3 minuti e poi impiattate decorando ogni piatto con 2 gherigli di noci 🙂

 

 

 

 

 

Tagliatelle Paglia e Fieno con ragù di montagna

Tagliatelle Paglia e Fieno con ragù di montagna

Oggi parliamo di un primo piatto molto gustoso adatto a tutti, grandi e piccini perché al ragù, che sia alla bolognese oppure di montagna, nessuno resiste 😊

Questo ragù è ricco di funghi porcini e anche di speck e se vi avanza potete tranquillamente congelarlo e utilizzarlo magari per condire dei ravioli o anche delle semplici pennette.

Vediamo subito gli ingredienti:

Ingredienti per 4 pp.:

350 gr. Tagliatelle fresche Paglia e Fieno

200 gr macinato fresco di manzo

200 gr salsiccia fresca

1 gambo di sedano

2 carote

1 cipolla

q.b. concentrato di pomodoro Supercirio

680 gr passata di pomodoro La Rustica Cirio

1 etto Speck tagliato a listarelle

150 gr. Funghi Porcini essiccati o freschi

1 bicchiere di vino rosso

q.b. Brodo vegetale preparato in precedenza

q.b. Burro

q.b. Olio evo

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

q.b. Sale grosso

q.b. Pepe nero

Procedimento:

Incominciate con ammollare i funghi essiccati in una ciotolina con un po’ di acqua tiepida.

Nel frattempo tritate il sedano con le carote e la cipolla.

In un tegame antiaderente unite una noce abbondante di burro e due cucchiai da tavola di olio evo. Quando soffrigge, unite il trito di sedano, carote e cipolla. Quando il soffritto è imbiondito aggiungete la salsiccia, la carne trita e lo speck e fate rosolare. Dopo due minuti sfumate con il vino rosso e fate evaporare l’alcol poi aggiungete il concentrato di pomodoro (io ne metto all’incirca un cucchiaio da tavola).

Intanto sgocciolate i funghi, strizzateli e tagliateli a listarelle. (se avete i funghi freschi potete pulirli senza bagnarli ma utilizzando l’apposita spazzola e poi tagliarli a listarelle). Aggiungete quindi al soffritto la passata di pomodoro, i funghi e di tanto in tanto aggiungete il brodo vegetale.

Salate e pepate e dopo 10 minuti di cottura a fuoco medio, abbassate la fiamma e mettete il coperchio. Fate cuocere per circa un’ora, un’ora e mezza avendo cura di mescolare ogni tanto.

Una volta che il ragù si è ristretto, spegnete il fuoco e mettete a bollire l’acqua salata per le tagliatelle. Quando l’acqua bolle unite la pasta e fate cuocere come da indicazioni del prodotto.

A cottura ultimata, scolatele e servitele aggiungendo ad ogni piatto due bei mestoli di ragù e una spolverata di Parmigiano Reggiano 😊

E come sempre fatemi sapere se vi è piaciuta la ricetta ! 🙂

Dolce alla banana e gocce di cioccolato

Dolce alla banana e gocce di cioccolato

Oggi parliamo di un dolce che affonda le sue radici nella cucina americana.

Il Banana & chocolate cake è un dolce tipico americano simile al plum-cake che si può preparare con banane e noci oppure con gocce di cioccolato. Viene servito a colazione e a merenda e generalmente servito con burro oppure con della confettura. Io ho rivisitato questa tipica ricetta con l’aggiunta della fecola e l’ho ovviamente preparato con le gocce di cioccolato che a casa mia, per via di mio figlio, non mancano mai 🙂

Se preferite potete arricchirne il gusto con l’aggiunta di due cucchiaini di cannella in polvere 🙂

Il procedimento è molto semplice e la consistenza del dolce è compatta e leggermente umido al suo interno.

Ma passiamo subito agli ingredienti:

Ingredienti:

170 gr. farina di grano tenero 00 antigrumi Molino Chiavazza

30 gr. fecola

100 gr. zucchero semolato fine

40 ml latte intero

65 ml olio di semi

succo di 1 limone

2 banane

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

q.b. gocce di cioccolato fondente

1 pizzico di sale grosso

1 stampo rettangolare da plum-cake

q.b. burro e farina per lo stampo

Procedimento:

Iniziate con lo sbucciare le due banane, togliere i filamenti e a schiacciarle con una forchetta in una terrina. Irrorate le banane schiacciate con il succo del limone per non farle annerire.

Accendete ora il forno a 180° funzione statica.

In una planetaria oppure in un mixer unite le uova e lo zucchero. Montate in modo da ottenere un impasto spumoso. Aggiungete ora la farina e la fecola setacciate con il lievito e il pizzico di sale. Impastate unendo l’olio e il latte. Ora inserite le banane precedentemente schiacciate e le gocce di cioccolato. Mescolate e amalgamate a mano e versate il composto nello stampo già imburrato ed infarinato.

Infornate e fate cuocere  per circa 50-55 minuti e una volta cotto, lasciate riposare per altri 3 minuti con il forno spento e leggermente aperto. Sfornate e fate raffreddare su una gratella per dolci.

E voi l’avete già provato ? 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

Risotto pere e taleggio

Risotto pere e taleggio
Risotto pere e taleggio

Il risotto con pere e taleggio è ideale per una cena romantica oppure per una serata con ospiti ! L’effetto wow sarà assicurato basta abbinarci un vino di ottima qualità 🙂

Passiamo subito agli ingredienti, l’unico accorgimento da usare è utilizzare un taleggio Dop !

Ingredienti per 4 pp.:

250 gr. riso Carnaroli

2 pere Abate medie dimensioni

50 gr. formaggio Taleggio Dop

1 lt. brodo vegetale (preparato in precedenza)

1 bicchiere di vino bianco

1 cipolla bionda media

q.b. burro

q.b prezzemolo fresco

Preparazione:

Iniziate con il pulire e tagliare a dadini le pere e il taleggio e tenete da parte. Affettate anche la cipolla.

Mettete a scaldare il brodo vegetale preparato in precedenza e unite in una casseruola una noce abbondante di burro e soffriggete la cipolla a fuoco medio e quando sarà trasparente unite il riso.

Fate tostare e poi sfumate con il vino bianco.

Appena sarà evaporato l’alcol del vino, bagnate con una mestolata di brodo vegetale caldo e unite le pere tagliate a dadini. Tenete sempre mescolato e aggiungete man mano il brodo fino a cottura del riso (18 minuti).

A cottura ultimata togliete dal fuoco e mantecate il risotto con il taleggio.

Servite spolverizzando il risotto con una manciata di prezzemolo fresco e accompagnate con un ottimo Prosecco di Valdobbiadene 🙂

 

 

 

 

 

 

Cannelloni di Magro

cannelloni farciti di ricotta e spinaci al forno
Cannelloni di magro

Eccoci qui con un’altra ricetta, un primo piatto conosciutissimo amato al pari delle lasagne al forno. Di solito si preparano in due versioni, di magro quindi farciti con ricotta e spinaci oppure con il ragù. Io preferisco i cannelloni di magro perché sono più delicati e perché ci sono anche le verdure 🙂

E’ di facile realizzazione, potete anche preparare la farcia e la besciamella prima per esempio il pomeriggio per la sera e poi assemblare la ricetta e mettere in forno per la cottura.

Con questi ingredienti si ottengono 20 cannelloni, una porzione abbondante per 4 persone 🙂

Ingredienti:

1 kg. spinaci in foglie (freschi oppure congelati)

250 gr. ricotta vaccino

500 ml. besciamella preparata in precedenza

1 uovo

1 cucchiaio da tavolo di olio evo per la farcia

70 gr. Grana Padano grattugiato

10 sfoglie di pasta fresca (quella utilizzata per le lasagne)

q.b. sale fino

q.b. pepe

q.b. burro per la gratinatura e per la sigillatura dei cannoli

q.b. formaggio Gruviera grattugiato per la gratinatura

q.b. aromi misti (erbe di Provenza)

4/ 5 foglioline di salvia fresca

Preparazione:

Iniziate con mettere a bollire gli spinaci per circa 10 minuti se freschi oppure 15/20 minuti se surgelati. Per la besciamella potete vederne la preparazione nella ricetta delle lasagne ricche  https://nonsolocucinando.com/2015/01/29/lasagne-ricche/ oppure il video su You Tube 🙂 https://www.youtube.com/watch?v=tDx51Ni0x9Q

Quando gli spinaci saranno cotti, scolateli e fateli raffreddare.

Prendete un contenitore capiente e ponete gli spinaci strizzati, l’uovo sbattuto, la ricotta, il sale, il pepe (oppure una grattuggiata di noce moscata), il formaggio Grana Padano grattugiato, gli aromi misti e il cucchiaio di olo evo. Amalgamate bene il tutto e assaggiate per capirne la sapidità.

Accendete il forno funzione sopra e sotto (statico) a 180° e preparate i cannelloni:

Su un piano di lavoro stendete la prima sfoglia di pasta e con l’ausilio di un coltello oppure di una rotella tagliate la striscia a meta per l’altezza in modo da avere due rettangoli. Ponete più o meno al centro del primo rettangolo un po’ di farcia e rotolatelo su se stesso avendo cura di spennellare di burro l’ultimo pezzo di pasta per sigillare bene il cannellone. Ripetete l’operazione per tutte le sfoglie.

preparazione dei cannelloni

Glassate il fondo della teglia da forno con parte della besciamella. Adagiate i cannoli e copriteli con la besciamella. Cospargete con una dose generosa di formaggio Gruviera grattugiato, adagiate qualche ciuffetto di burro e le foglioline di salvia.

Infornate e cuocete per circa 20/25 minuti avendo cura di gratinare gli ultimi 5 minuti di cottura.

Servite ed accompagnate con buon vino rosato 🙂