Risotto al rosmarino

Risotto al Rosmarino
Risotto al rosmarino

Finalmente in autunno ! Oggi l’aria è più fresca e finalmente il caldo si è un po’ attenuato! E con l’autunno inizia la stagione dei risotti 🙂

Oggi vi presento un risotto molto delicato e indicato per una cenetta super abbinando a questo primo piatto un secondo più deciso, come un buon arrosto oppure degli involtini gustosi accompagnati da un contorno leggero.

Vediamo subito gli ingredienti del Risotto al rosmarino 🙂

Ingredienti per 44 pp.:

460 gr. Riso Carnaroli

200 ml brodo vegetale preparato in precedenza

2 rametti di rosmarino fresco

1 scalogno

q.b. burro

q.b. sale grosso

q.b. pepe rosa

q.b. Parmigiano Reggiano

q.b. olio evo

mezzo bicchiere di vino bianco secco

Preparazione:

Iniziate con scaldare il brodo vegetale preparato in precedenza.

Sminuzzate a coltello il rosmarino (tenete da parte le punte dei rametti per la decorazione) e affettate finemente lo scalogno.

In un tegame antiaderente o in una risottiera, ponete una grossa noce di burro e un filo d’olio evo. Accendete il fuoco e quando sfrigola, unite lo scalogno affettato. Fate imbiondire e aggiungete il riso.

Tostate per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco. Quando l’alcol sarà evaporato, versate il brodo fino a coprire totalmente il riso. Mescolate e aggiustate di sale e pepe rosa. Quando il riso si sarà asciugato, versate ancora una mestolata di brodo e il  rosmarino sminuzzato. Portate a cottura (in totale dal momento della tostatura sono 17/18 minuti) aggiungendo il brodo man mano che il riso si asciuga.

Quando il risotto è cotto, spegnete il fuoco e mantecate unendo una dose generosa di burro freddo e una manciata di Parmigiano Grattugiato.

Impiattate e decorate con le punte dei rametti di rosmarino 🙂

 

fantasia in cucina: gli olii aromatizzati

 

olio-aromatizzato2

Vi sarà sicuramente capitato di acquistare qualche bottiglietta di olio aromatizzato, magari al peperoncino .. ma se ci pensate bene potete farvelo da voi, dando spazio alla creatività e al divertimento 🙂 e poi è anche un’occasione per fare dei “regali” originali e utili ! 🙂

Il procedimento è molto facile, dovete però essere molto rigorosi nella sterilizzazione dei contenitori per far riposare l’olio e dei contenitori “finali”. Questa fase deve essere sempre fatta, mi raccomando !I

In questa ricetta trovate due idee di olio aromatizzato, uno al rosmarino, menta e timo e l’altro al pepe rosa e aneto, ottimo per il pesce. Però date spazio alla Vs. creatività e gusto e cimentatevi anche con altre spezie, esempio bacche di ginepro, peperoncini …

Occorrente:

vasetti in vetro per il riposo dell’olio (come quelli della marmellata con i relativi coperchi)

1 pentolone

2 canovacci puliti

bottigliette in vetro dove sarà imbottigliato l’olio

1 imbuto con griglietta

Ingredienti:

Olio extra vergine d’oliva possibilmente spremuto a freddo

Rosmarino in rametti

foglie di timo fresco

foglie di menta fresca

rametti di aneto fresco

pepe rosa in grani

Procedimento olio menta, timo e rosmarino:

Iniziate subito con la sterilizzazione dei vasetti. Disponete in una casseruola capiente i vasetti (2-3 barattoli) con i relativi coperchi. Coprite il tutto con acqua fredda e ponete sul fuoco. Portate a bollore e abbassate la fiamma. Fate bollire per circa 20 minuti.

Nel frattempo sciacquate i rametti di rosmarino, di timo e le foglie di menta. Tamponate delicatamente con un canovaccio pulito. Dopo i 20 minuti, scolate con una pinza i vasetti, facendo attenzione a non scottarvi e adagiateli su un canovaccio pulito.

Prendete il primo vasetto e iniziate a disporre sul fondo i rametti di rosmarino e di timo, tagliandoli in pezzi di 3 cm, e le foglie di menta (tenetele intere, non spezzettatele). Arrivate circa a metà vasetto e versate quindi l’olio cercando di schiacciare le spezie con una forchettina. Versate l’olio fino al bordo superiore, cercando di non far uscire dal livello dell’olio nessuna spezia. Battete leggermente il fondo del vasetto per far uscire eventuali bolle d’aria e chiudete molto bene con il coperchio. Procedete nella stessa maniera con gli altri vasetti.

Disponete i vasetti con l’olio in una credenza fresca e al buio. Fate riposare per 28 giorni senza mai aprirli. Trascorso il periodo di riposo, potete passare alla fase due ovvero la sterilizzazione dei contenitori finali e la preparazione dell’olio aromatizzato.

Fate bollire come nella fase sopra i contenitori con il loro coperchio per i 20 minuti. Scolateli con delicatezza e disponeteli su un canovaccio pulito.

Prendete ora i vasetti che hanno riposato e armatevi di imbuto con la griglietta. Inserite l’imbuto nella prima bottiglietta e versatevi l’olio schiacciando man mano con una forchetta le spezie. Arrivate fino all’orlo e poi chiudete con il coperchio. Passate quindi alla seconda bottiglietta e così via.  Avete così preparato il vostro olio aromatizzato 🙂 sbizzarritevi su come creare la targhetta con la descrizione e la decorazione 🙂

Procedimento olio aneto e pepe rosa:

Prendete i vasetti sterilizzati e disponetevi i rametti di aneto (tagliati in pezzi da 3 cm) e i grani di pepe rosa. Anche qui coprite interamente con l’olio e chiudete molto bene con il coperchio. Fateli riposare sempre per 28 giorni. Trascorsi i giorni, filtrate con l’imbuto ma ricordatevi di lasciare nelle bottigliette qualche granello di pepe come decorazione. Questo olio è ottimo come condimento sul pesce, ideale sul salmone oppure sui ravioli di gamberi, provatelo 🙂

Adesso ho un vasetto di olio di rosmarino e menta che mi aspetta !

E voi quale olio preparerete ? 🙂

olio-aromatizzato1

 

 

Risotto cremoso al prosciutto crudo e rosmarino

Risotto al rosmarino
Risotto Cremoso al rosmarino

Oggi vi presento un risotto super gustoso da preparare anche in inverno perché prevede l’utilizzo della ricotta che renderà questo primo piatto cremoso e irresistibile 🙂

Ingredienti:

320 gr. riso Carnaroli

mezza cipolla bionda

200 gr. prosciutto crudo di Parma Dop a listarelle

1 rametto rosmarino

2 cucchiai da cucina di ricotta vaccino

1 lt brodo vegetale

1 bicchiere vino bianco secco

q.b. Parmigiano Reggiano Dop

q.b. burro

q.b. sale e pepe

Procedimento:

In una casseruola soffriggete la cipolla con il burro. Quando la cipolla è imbiondita, unite il riso e fate tostare per 2/3 minuti. Sfumate con il vino bianco e unite il brodo vegetale a copertura del riso. Aggiungete gli aghi sminuzzati del rosmarino e quando il riso si asciuga allungate man mano con il brodo. Il tempo di cottura è di circa 18 minuti.

Nel mentre che il riso cuoce, fate saltare in una padella antiaderente il prosciutto tagliato a listarelle finché diventa croccante.

A metà cottura del riso, unite il prosciutto croccante e provvedete a salare e pepare.

Fate attenzione a salare perché con il prosciutto il riso rimane già saporito.

A fine cottura, togliete il risotto dal fuoco e provvedete a mantecare con la ricotta.

Impiattate e aggiungete il Parmigiano Reggiano a gradimento.

 

 

Coniglio ai peperoni aromatizzato all’arancia

Oggi vi propongo una ricetta semplice dai sapori mediterranei, ideale per una cena romantica …

Ingredienti per 4 persone:

1 coniglio già tagliato in parti

4 peperoni medi (2 rossi e 2 gialli)

50 ml succo di arancia bio

mezzo bicchiere di vino bianco secco

6 pomodori ramati

500 gr. polpa di pomodoro

1 spicchio d’aglio in camicia

500 ml brodo vegetale

5 rametti di rosmarino fresco

8 fette di pane “Cuor di lino” Mulino Bianco

q.b. olio evo

q.b. burro

q.b. sale grosso

q.b. pepe nero

q.b. lemon grass

Preparazione:

Iniziate con lavare bene i peperoni e, dopo averli asciugati, disponeteli su una griglia già calda.

Fate “arrostire” i peperoni su tutti i lati per circa 30 minuti. Una volta che i peperoni saranno arrostiti” poneteli in un recipiente con acqua fredda e lasciateli raffreddare.

Nel frattempo ponete sul fuoco una casseruola con un filo d’olio evo, una noce di burro, l’aglio in camicia ed un rametto di rosmarino.

Appena l’olio ed i burro iniziano a sfrigolare, unite il coniglio tagliato in parti e fate rosolare bene per circa 10 minuti abbondanti.

Sfumate con il succo di arancia ed il vino bianco e, una volta fatto evaporare, unite i pomodori ramati tagliati a spicchi, la polpa di pomodoro ed il brodo vegetale in modo da ricoprire tutto il coniglio.

Togliete lo spicchio in camicia, abbassate la fiamma, salate, pepate e spolverizzate con un poco di lemon grass in foglie.

Incoperchiate e procedete con la cottura.

Nel frattempo scolatele i peperoni e  puliteli tagliandoli a meta, eliminado i semini e il picciolo avendo cura di togliere anche la pelle. Tagliateli a listarelle ed uniteli al coniglio.

Fate cuocere per circa 1 ora avendo cura di mescolare. Se si dovesse asciugare troppo, aggiungete man mano il rimanente brodo vegetale.

Nel frattempo tostate le fette di pane su una griglia e tenetele da parte.

Una volta cotto il coniglio, servite in ciotole di terracotta con due fette di pane tostato e un rametto di rosmarino per persona.

Accompagnate con un buon Barbera del Monferrato 🙂

 

 

 

Risotto allo zafferano aromatizzato al rosmarino

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. riso Carnaroli

1 scalogno

50 grammi di burro

1 lt. brodo vegetale

5 gr. zafferano in pistilli

mezzo bicchiere vino bianco

4 rametti rosmarino fresco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe bianco

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

Per una serata all’insegna del romanticismo o semplicemente per gustarsi un ottimo risotto .. 🙂

Preparazione:

Iniziate affettando finemente lo scalogno. In un tegamino aggiungete una noce di burro e appena soffrigge, unite lo scalogno tritato.

Fate appassire dolcemente mescolando di tanto in tanto, quando lo scalogno sarà imbiondito, spegnete e lasciate raffreddare.

Mettete a bollire il brodo vegetale precedentemente preparato.

Disponete in una casseruola per risotti, 20 gr. di burro. Non appena il burro inizierà a sfrigolare, aggiungete il riso e gli aghetti di rosmarino fresco. (tenete qualche rametto intero di rosmarino per la decorazione dei piatti).

 Fate tostare per 2-3 minuti e mescolate. Unite ora lo scalogno imbiondito e mescolate.

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (Vi consiglio un ottimo Borgeri Bianco 2014 di Giorgio Meletti Cavallari ) e aggiungete una mescolata di brodo vegetale.

Salate e pepate un pochino e portate a cottura (circa 18 minuti) avendo cura di aggiungere il brodo per non farlo asciugare troppo. Verso fine cottura aggiungete i pistilli di zafferano insieme ad una mestolata di brodo. Quando il riso sarà cotto e avrà formato la tipica cremina (detto anche all’onda), spegnete. Unite il restante burro e il Parmigiano Reggiano e mantecate. Fate riposare per 3 minuti incoperchiato.

Servite con un mazzettino di rosmarino come decorazione.

Per l’abbinamento del vino, il Borgeri Bianco 2014 o in alternativa un ottimo Barbera del Monferrato 🙂

Borgeri bianco

 

 

 

Tranci di tonno aromatizzati

Oggi prepariamo una ricetta a base di pesce 🙂

Ottimo per i regimi dietetici, salutare e gustoso.

E non solo, facile da preparare 🙂

Tranci di tonno aromatizzati

Ingredienti per 4 persone:

4 tranci di tonno freschissimo spessore 2 cm. circa

spezie/erbe miste:

rosmarino

erbe di Provenza

origano

coriandolo

q.b. olio evo

q.b. sale grosso

Preparazione:

Oliate con un filo d’olio evo la griglia e mettetela sul fuoco per farla scaldare bene.

Nel frattempo tritate tutti gli aromi e disponeteli su un piatto.

Prendete i tranci di tonno e passateli da entrambe le parti negli aromi.

Disponete i tranci di tonno sulla griglia e fate cuocere per 1 minuto circa per parte.

Impiattate ed aggiungete un pizzico di sale grosso e un filo d’olio evo su ogni trancio.

Servite con una bella insalatina di lattughino e pomodori sardi 🙂

 

 

Zuppa di lenticchie rosse e patate

Ingredienti:

250 gr. lenticchie rosse piccole

150 gr. guanciale a cubetti

5 patate medie

1 scalogno

1 rametto rosmarino

2 foglie salvia

1 bicchiere da tavola di vino bianco

1 lt acqua fredda

q.b. olio evo toscano

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. focaccia toscana

Tempo ammollo lenticchie minimo 2 ore

Tempo di cottura: 35/40 minuti

Preparazione:

Circa due ore prima della preparazione, sciacquate le lenticchie e mettetele a bagno in un recipiente.

Pelate e tagliate le patate a cubetti e mettetele in un contenitore con dell’acqua fredda.

Nel frattempo  versate 2/3 cucchiai da tavolo di olio evo e un pezzettino di burro in una casseruola alta.

Scaldate e fate soffriggere lo scalogno affettato finemente.

Quando lo scalogno ha preso colore, unitevi il guanciale tagliato a cubetti, la salvia ed il rosmarino.

Fate rosolare ed aggiungete le lenticchie.

Mescolate e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda (arrivate con l’acqua fin poco sotto il bordo della pentola) e le patate scolate.

Mescolando, salate (sale grosso) e pepate.

Portate ad ebollizione.

Fate bollire per circa 5 minuti senza coperchio, poi abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Prima di servire la zuppa, scaldate la focaccia toscana e tagliatela in piccoli quadrotti (come se fossero dei crostini).

Impiattate la zuppa, aggiungete un filo di olio evo toscano e guarnite con i crostini di focaccia.

Accompagnate con un Chianti giovane.