Risotto allo zafferano aromatizzato al rosmarino

Ingredienti per 4 persone:

360 gr. riso Carnaroli

1 scalogno

50 grammi di burro

1 lt. brodo vegetale

5 gr. zafferano in pistilli

mezzo bicchiere vino bianco

4 rametti rosmarino fresco

q.b. olio evo

q.b. sale

q.b. pepe bianco

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

Per una serata all’insegna del romanticismo o semplicemente per gustarsi un ottimo risotto .. 🙂

Preparazione:

Iniziate affettando finemente lo scalogno. In un tegamino aggiungete una noce di burro e appena soffrigge, unite lo scalogno tritato.

Fate appassire dolcemente mescolando di tanto in tanto, quando lo scalogno sarĂ  imbiondito, spegnete e lasciate raffreddare.

Mettete a bollire il brodo vegetale precedentemente preparato.

Disponete in una casseruola per risotti, 20 gr. di burro. Non appena il burro inizierĂ  a sfrigolare, aggiungete il riso e gli aghetti di rosmarino fresco. (tenete qualche rametto intero di rosmarino per la decorazione dei piatti).

 Fate tostare per 2-3 minuti e mescolate. Unite ora lo scalogno imbiondito e mescolate.

Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (Vi consiglio un ottimo Borgeri Bianco 2014 di Giorgio Meletti Cavallari ) e aggiungete una mescolata di brodo vegetale.

Salate e pepate un pochino e portate a cottura (circa 18 minuti) avendo cura di aggiungere il brodo per non farlo asciugare troppo. Verso fine cottura aggiungete i pistilli di zafferano insieme ad una mestolata di brodo. Quando il riso sarĂ  cotto e avrĂ  formato la tipica cremina (detto anche all’onda), spegnete. Unite il restante burro e il Parmigiano Reggiano e mantecate. Fate riposare per 3 minuti incoperchiato.

Servite con un mazzettino di rosmarino come decorazione.

Per l’abbinamento del vino, il Borgeri Bianco 2014 o in alternativa un ottimo Barbera del Monferrato 🙂

Borgeri bianco

 

 

 

Annunci

Risotto al mandarino

Risotto al mandarino

Questo risotto l’ho assaggiato in un albergo ristorante in Val Formazza e l’ho trovato divino.

E’ particolare e ne vale proprio la pena, sicuramente adatto per una bella cena romantica 🙂

Ingredienti x 2 p.:

210 gr. riso Carnaroli

500 ml brodo vegetale

40 gr. burro

1 scalogno piccolo

succo di 1 mandarino bio

buccia grattugiata di 1 mandarino bio

sale q.b.

pepe bianco q.b.

formaggio grattugiato Parmigiano Reggiano q.b. per la mantecatura

burro q.b. per la mantecatura

Preparazione:

Mettete sul fuoco il brodo preparato precedentemente.

Intanto affettate finemente lo scalogno e mettete sul fuoco una casseruola con il burro. Appena il burro soffrigge, unite lo scalogno e fate imbiondire. Aggiungete quindi il riso e fate tostare bene, nel frattempo spremete il succo di un mandarino.

Unite una bella mescolata di brodo vegetale al riso e anche il succo del mandarino.

Coprite con il brodo tutto il riso e mescolate aggiungendo un pizzico di sale fino e di pepe. Abbiate cura di aggiungere il brodo al riso quando si asciuga, il tempo di cottura è di circa 18 minuti. Quando il riso avrĂ  fatto la “cremina” vuol dire che è pronto. Spegnete il fuoco e aggiungete un pezzettino di burro e una bella manciata di Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolate per mantecare.

Grattugiate sopra il risotto la buccia del mandarino e impiattate aggiungendo 2 spicchi di mandarino come guarnizione.

Buon appetito 🙂

 

 

Mini soufflĂ© di lenticchie con salsa all’aceto balsamico, zucchine e basilico

La ricetta di oggi é molto appetitosa e delicata e, oltre ad usare le lenticchie in maniera diversa dal solito, é indicata anche per bimbi 🙂

Tutti sanno che le lenticchie sono legumi ricchi di fibre, vitamine e sali minerali e forniscono all’organismo proteine contribuendo al benessere e alla resistenza alle malattie.

E quindi cosa aspettate ! Pronti per cucinare ? 🙂

Vi consiglio di mettere a bagno le lenticchie la sera prima della preparazione oppure la mattina per la cena:

Ingredienti:

350 gr. lenticchie piccole

150 gr. formaggio Grana Padano gratuggiato

200 gr. panna da cucina

2 albumi

2 tuorli

2 scalogni piccoli

1 cucchiaio da tavola di latte

q.b. vino bianco per sfumare

q.b. erbe di provenza macinate

q.b. coriandolo

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. olio evo

q.b. burro

q.b. brodo di verdure

Per la salsa:

1 zucchina grande

5 foglie medie di basilico fresco

1 cucchiaino di aceto balsamico

1 manciata di pinoli

1 cucchiaio da tavola di yogurt bianco magro

1 cucchiaino di zucchero semolato

q.b. olio evo

q.b. sale

Teglia con bordi alti

10 stampini da soufflé

Tempo di cottura in forno: 20 minuti

Preparazione:

Sciacquate bene le lenticchie dopo averle tenute in ammollo.

In un tegame aggiungete una noce di burro ed un cucchiaio di olio evo.

Affettate gli scalogni e fate soffriggere, poi unitevi le lenticchie.

Fate rosolare poi sfumate con il vino bianco.

Unite una manciata di coriandolo e una spolverata di erbe di provenza.

Aggiustate di sale e pepe, abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 15 minuti aggiungendo il brodo di verdure quando tenderanno ad asciugarsi troppo.

Nel frattempo tagliate la zucchina, privatela di parte della polpa centrale e bollitela nell’acqua salata  per circa 10 minuti.

Quando le lenticchie saranno pronte, spegnete e fate raffreddare.

Scolate anche la zucchina e fate raffreddare.

Versate le lenticchie in un contenitore e, con l’aiuto di un minipimer, riducetele in una morbida crema.

Nel frattempo accendete il forno a 200° ventilato.

Versate quindi la crema di lenticchie in un contenitore, aggiungete il formaggio Grana Padano gratuggiato, i tuorli, la panna da cucina ed il cucchiaio di latte.

Mescolate con cura e nel caso aggiustate di sale.

Montate a neve gli albumi e, molto delicatamente, uniteli al composto di lenticchie, mescolando dal basso verso l’alto.

Imburrate ora gli stampini con del burro fuso e sempre con cura, versatevi in ognuno il composto.

Posizionate gli stampini in una teglia con i bordi alti e versate piano dell’acqua fredda in modo da arrivare a circa metĂ  livello degli stampini.

Posizionate la teglia in forno per circa 20 minuti.

Negli ultimi due minuti di cottura, spegnete il forno e lasciate riposare.

Passati i due minuti, aprite di poco lo sportello del forno e fate riposare altri due minuti.

Sfornate i mini soufflĂ© e fateli freddare mentre preparate la salsa:

Versate in un contenitore la zucchina precedentemente cotta, il basilico, la manciata di pinoli, il cucchiaino di aceto balsamico, il cucchiaino di zucchero e un pizzico di sale ed olio evo in quantitĂ  per ottenere una salsa piĂą o meno liquida.

Frullate il tutto e nel caso regolate di sale.

Unitevi lo yogurt e mescolate per amalgamare bene.

Velate i piatti di portata con la salsina e delicatamente, rovesciate gli stampini nel piatto.

Versate qualche goccia di olio evo sui mini soufflé ed accompagnate con delle verdure croccanti e un buon vino rosso.

 

 

 

 

 

 

Zuppa di lenticchie rosse e patate

Ingredienti:

250 gr. lenticchie rosse piccole

150 gr. guanciale a cubetti

5 patate medie

1 scalogno

1 rametto rosmarino

2 foglie salvia

1 bicchiere da tavola di vino bianco

1 lt acqua fredda

q.b. olio evo toscano

q.b. burro

q.b. sale

q.b. pepe

q.b. focaccia toscana

Tempo ammollo lenticchie minimo 2 ore

Tempo di cottura: 35/40 minuti

Preparazione:

Circa due ore prima della preparazione, sciacquate le lenticchie e mettetele a bagno in un recipiente.

Pelate e tagliate le patate a cubetti e mettetele in un contenitore con dell’acqua fredda.

Nel frattempo  versate 2/3 cucchiai da tavolo di olio evo e un pezzettino di burro in una casseruola alta.

Scaldate e fate soffriggere lo scalogno affettato finemente.

Quando lo scalogno ha preso colore, unitevi il guanciale tagliato a cubetti, la salvia ed il rosmarino.

Fate rosolare ed aggiungete le lenticchie.

Mescolate e sfumate con il vino bianco.

Aggiungete l’acqua fredda (arrivate con l’acqua fin poco sotto il bordo della pentola) e le patate scolate.

Mescolando, salate (sale grosso) e pepate.

Portate ad ebollizione.

Fate bollire per circa 5 minuti senza coperchio, poi abbassate la fiamma, incoperchiate e fate cuocere per circa 35-40 minuti.

Prima di servire la zuppa, scaldate la focaccia toscana e tagliatela in piccoli quadrotti (come se fossero dei crostini).

Impiattate la zuppa, aggiungete un filo di olio evo toscano e guarnite con i crostini di focaccia.

Accompagnate con un Chianti giovane.

Risotto mirtilli e gorgonzola

risotto mirtilli e gorgonzola

Ingredienti (x 4 persone)

160 gr mirtilli freschi

180 gr gorgonzola cremoso

390 gr riso Carnaroli

1 scalogno medio

2/3 cucchiai da tavola di latte intero

q.b. brodo vegetale

q.b. burro

q.b. olio evo

q.b. vino bianco

q.b. sale e pepe

Preparazione:

Iniziate con il brodo vegetale (acqua fredda, 2 carote, 1 cipolla intera sbucciata, 1 cucchiaio olio evo, 1 tocchetto di burro, 1 gambo di sedano, 2 foglie di salvia, una manciatina di sale grosso) e portate a bollore.

Nel frattempo prendete i mirtilli lavati e frullateli con due/tre cucchiai da tavola di latte. Tenetene alcuni da parte per la guarnizione finale.

In una risottiera ponete un tocco di burro e 2 cucchiai da tavola di olio evo e fate scaldare. Aggiungete lo scalogno tagliato finemente ed un mestolino di brodo per farlo appassire lentamente senza bruciarlo.

Non appena lo scalogno Ă© trasparente aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino bianco, salate e pepate ed unite una mestolata di brodo.

Dopo circa cinque minuti unite al riso il frullato di mirtilli.

Portate a cottura il riso aggiungendo sempre il brodo e mescolando, ci vorranno in totale circa 16-17 minuti.

Nel frattempo che il risotto cuoce prendete il gorgonzola e tagliatelo a tocchetti.

Appena il riso Ă© pronto, toglietelo dal fuoco e mantecate con il gorgonzola.

Incoperchiate e fate riposare per tre minuti.

Disponete nei piatti il risotto guarnito con alcuni mirtilli.

Accompagnate con un buon Bardolino.

Farfalle al Bagòss

farfalleIngredienti x 4 commensali:

400 gr farfalle rigate

350 gr polpa di pomodoro

400 gr piselli medi

200 gr speck tagliato a dadini

1 scalogno

q.b. olio – formaggio Bagòss stagionato

Preparazione:

Innanzitutto mettete la pentola dell’acqua per la pasta sul fuoco.

In una padella antiaderente (meglio un saltapasta) scaldate l’olio ed aggiungetevi lo scalogno affettato finemente.

Appena lo scalogno inizia ad imbiondire aggiungete i piselli e dopo due minuti unitevi lo speck. Nel mentre buttate la pasta nell’acqua salata e portate a cottura.

Fate rosolare per circa 5 minuti e poi aggiungete la salsa di pomodoro e due cucchiai d’acqua della pasta.

Salate (poco) e pepate.

Incoperchiate e fate cuocere a fiamma bassa.

Quando le farfalle saranno cotte, scolatele e versatele nel saltapasta.

Saltate per un minuto, spegnete ed impiattate.

Spolverizzate quindi su ogni piatto una generosa dose di Bagòss e servite insieme ad un buon Bardolino.

Informazioni sul Bagòss:

Il Bagòss è un formaggio tipico bresciano prodotto nella valle del Caffaro a Bagolino.

Gli abitanti si chiamano Bagossi, da quì il nome del formaggio.

Questo formaggio viene anche chiamato il Grana bresciano, ha un sapore tipico perchè in fase di preparazione viene aggiunto lo zafferano e se utilizzato in cucina quando Ă© ben stagionato, conferisce ed esalta i sapori degli ingredienti.

Se volete assaggiare il Bagòss e gli altri prodotti tipici bresciani, visitate il sito del caseificio “Cooperativa Val Palot” : www.promofranciacorta.it  🙂