Tagliatelle Paglia e Fieno con ragù di montagna

Tagliatelle Paglia e Fieno con ragù di montagna

Oggi parliamo di un primo piatto molto gustoso adatto a tutti, grandi e piccini perché al ragù, che sia alla bolognese oppure di montagna, nessuno resiste 😊

Questo ragù è ricco di funghi porcini e anche di speck e se vi avanza potete tranquillamente congelarlo e utilizzarlo magari per condire dei ravioli o anche delle semplici pennette.

Vediamo subito gli ingredienti:

Ingredienti per 4 pp.:

350 gr. Tagliatelle fresche Paglia e Fieno

200 gr macinato fresco di manzo

200 gr salsiccia fresca

1 gambo di sedano

2 carote

1 cipolla

q.b. concentrato di pomodoro Supercirio

680 gr passata di pomodoro La Rustica Cirio

1 etto Speck tagliato a listarelle

150 gr. Funghi Porcini essiccati o freschi

1 bicchiere di vino rosso

q.b. Brodo vegetale preparato in precedenza

q.b. Burro

q.b. Olio evo

q.b. Parmigiano Reggiano grattugiato

q.b. Sale grosso

q.b. Pepe nero

Procedimento:

Incominciate con ammollare i funghi essiccati in una ciotolina con un po’ di acqua tiepida.

Nel frattempo tritate il sedano con le carote e la cipolla.

In un tegame antiaderente unite una noce abbondante di burro e due cucchiai da tavola di olio evo. Quando soffrigge, unite il trito di sedano, carote e cipolla. Quando il soffritto è imbiondito aggiungete la salsiccia, la carne trita e lo speck e fate rosolare. Dopo due minuti sfumate con il vino rosso e fate evaporare l’alcol poi aggiungete il concentrato di pomodoro (io ne metto all’incirca un cucchiaio da tavola).

Intanto sgocciolate i funghi, strizzateli e tagliateli a listarelle. (se avete i funghi freschi potete pulirli senza bagnarli ma utilizzando l’apposita spazzola e poi tagliarli a listarelle). Aggiungete quindi al soffritto la passata di pomodoro, i funghi e di tanto in tanto aggiungete il brodo vegetale.

Salate e pepate e dopo 10 minuti di cottura a fuoco medio, abbassate la fiamma e mettete il coperchio. Fate cuocere per circa un’ora, un’ora e mezza avendo cura di mescolare ogni tanto.

Una volta che il ragù si è ristretto, spegnete il fuoco e mettete a bollire l’acqua salata per le tagliatelle. Quando l’acqua bolle unite la pasta e fate cuocere come da indicazioni del prodotto.

A cottura ultimata, scolatele e servitele aggiungendo ad ogni piatto due bei mestoli di ragù e una spolverata di Parmigiano Reggiano 😊

E come sempre fatemi sapere se vi è piaciuta la ricetta ! 🙂

Tagliatelle “porchettate”

20131003-175735.jpg

Tagliatelle “Porchettate”

Ingredienti:
X 4 persone

450 g tagliatelle fresche
1 scalogno medio
3 cucchiai olio evo
4 fette di porchetta
400 g polpa di pomodoro
1 bicchiere di vino bianco
Sale qb
Pepe qb
Grana padano grattugiato
1 rametto di rosmarino

Per prima cosa saltate a fuoco medio le fette di porchetta in una padella antiaderente per 5 minuti, senza aggiungere olio.
Fate poi raffreddare le fette di porchetta. Nel frattempo mettete l’ acqua per le tagliatelle a bollire. Tagliate le fette di porchetta in pezzi e mettetele in un mixer in modo da ridurre il tutto in un composto omogeneo.
Mettete sul fuoco una padella antiaderente modello salta pasta e aggiungete i cucchiai di olio extravergine e quando è caldo, fate soffriggere lo scalogno affettato.
Unite allo scalogno il composto di porchetta. Fate saltare a fuoco alto per 3/4 minuti. Sfumate con il bicchiere di vino bianco e fate evaporare. Aggiungete la salsa di pomodoro, il rametto di rosmarino. Salate e pepate quanto basta.
Abbassate il fuoco e fate sobbollire, nel frattempo buttate le tagliatelle nella pentola dell’ acqua che bolle dopo averla salata.
Quando le tagliatelle sono cotte, scolatele e unitele nel salta pasta della salsa di pomodoro e porchetta, alzando il fuoco e amalgamando il tutto per 2/3 minuti. spegnete e servite cospargendo con il grana padano grattugiato.

Bon appetit 😄😄